Salute 10 Luglio 2020

“Il rumore del silenzio”, un libro per dar voce ai milanesi protagonisti dell’emergenza

Il presidente di Milano Cities Changing Diabetes che ha ideato il progetto: «30% dei malati di diabete vittime del coronavirus. Al via lo studio per capire come funzionano i servizi nell’era Covid»

di Federica Bosco

Più del 30% delle persone che non sono riuscite a superare il Covid aveva il diabete. Un dato significativo che ha spinto i promotori del progetto “Milano Cities Changing Diabetes” a realizzare un libro: “Il rumore del silenzio“. 180 pagine di emozioni, ricordi e testimonianze di malati cronici, ma anche operatori sanitari, atleti agonisti e professionisti. Tutti accomunati da un unico grande obiettivo: trovare la forza per ritornare a vivere.

«Questo libro è un insieme di testimonianze anonime che raccontano la storia di una città in un momento particolare per capire e non dimenticare» spiega tutto d’un fiato Michele Carruba, presidente di “Milano Cities Changing Diabetes“, nel giorno del lancio del progetto editoriale che ha il sapore della rinascita, per quanti sono stati testimoni e protagonisti dell’emergenza a Milano.

«Se è vero, come diceva Cicerone, che la storia è la maestra di vita, dobbiamo ricordare di non cadere ancora. E siccome questo è un evento assolutamente insolito, che si è manifestato senza alcuna premonizione, come uno tsunami, abbiamo dovuto affrontarlo senza paracadute».

Tanta la paura che emerge dai racconti dei testimoni e di quanti hanno combattuto in prima linea nelle corsie degli ospedali, come sottolinea il presidente. «Abbiamo dovuto chiamarle storie di silenzio, perché attraverso i mezzi di comunicazione di massa ci arrivavano i bollettini di guerra. Erano numeri, non sentimenti. Noi abbiamo voluto dare spazio proprio ai sentimenti, raccontare le storie del silenzio che sarebbero rimaste tali se i nostri eroi non avessero messo per iscritto le loro emozioni».

Nel dramma, una nota positiva per Carruba: «L’emergenza ha colpito un sistema super organizzato che penso abbia reagito al di sopra di ogni possibile previsione. Persino negli Stati Uniti oggi, colpiti in maniera pesante, stanno cercando di reagire, seguendo il modello Milano».

Un modello che emerge proprio dalle pagine de “Il rumore del silenzio” in tutta la sua dirompenza, con testimonianze che ci permettono di capire e conoscere i protagonisti dell’emergenza Covid e, al tempo stesso, come funzionano i servizi per persone con diabete in contesti ad elevata urbanizzazione.

«Gli strumenti che ci proponiamo di utilizzare sono il dialogo e la conoscenza. L’informazione è la base della cultura, perciò oggi dobbiamo fare in modo che la gente non si ammali e che attraverso la cultura sia capace di restare in salute il più possibile. Un obiettivo che ci poniamo con il progetto di ricerca Censis in grado di approfondire le condizioni delle persone con diabete nell’area metropolitana di Milano e il funzionamento dei servizi a fronte dell’emergenza sanitaria Covid-19».

 

Iscriviti alla newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Real World Evidence e Covid, Trifirò (farmacologo): «Con studi sul “mondo reale” dati per decisioni certe»
«In una situazione di emergenza sanitaria i trial clinici non forniscono risultati in tempi ragionevoli. Gli studi osservazionali, basati su dati di Real Evidence, sono più veloci e, se condotti da professionisti esperti, molto attendibili»
di Isabella Faggiano
La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia
Al 5 agosto, sono 18.543.662 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 700.714 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 5 agosto: nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del Coronavirus sul nostro territorio, a oggi, 5 agosto, il totale delle persone che hanno contratto il […]
Migranti, interrogazione di Regimenti (Lega) a Commissione Ue: «Salute pubblica a rischio, valuti blocco navale per gestire flussi»
In una interrogazione alla Commissione Regimenti chiede anche di «affrontare la questione degli sbarchi nei Paesi del Mediterraneo in coordinazione col Consiglio, con riferimento al pericolo costituito dai migranti contagiosi», risultati positivi al Covid-19
Indagine sieroprevalenza in Italia: 1,5 milioni di persone entrate in contatto con SARS-Cov-2. Nella sanità il dato più alto
Presentati al Ministero della salute i risultati dell’indagine sulla sieroprevalenza sul SARS-Cov-2. Le persone che hanno sviluppato gli anticorpi sono sei volte di più rispetto al totale dei casi intercettati ufficialmente durante la pandemia
«Quando parliamo di coronavirus dobbiamo usare la parola razzismo»
Due articoli paralleli su New England Journal of Medicine e Lancet affrontano il peso delle disparità razziali: il Covid-19 non colpisce tutti allo stesso modo. Sei misure per intervenire
di Tommaso Caldarelli
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 5 agosto, sono 18.543.662 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 700.714 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 5 agosto: nell’ambito del ...
Contributi e Opinioni

«Contro il Covid non fate come noi. Non sta funzionando». La lettera di 25 scienziati e medici svedesi

Un gruppo di 25 scienziati e medici dalla Svezia scrive una lettera su Usa Today al resto del mondo: «La strategia "soft" non funziona, abbiamo perso troppe vite»
di 25 dottori e scienziati svedesi
Lavoro

SIMG, appello ai Ministri Azzolina e Speranza: «Utilizziamo i medici in pensione nelle scuole»

«Una eccezionale risorsa professionale totalmente inutilizzata, professionisti esperti e perfettamente formati con esperienza ultratrentennale, ben aggiornati e spesso in prima linea su Covid-19», s...