Salute 10 Luglio 2020 09:00

“Il rumore del silenzio”, un libro per dar voce ai milanesi protagonisti dell’emergenza

Il presidente di Milano Cities Changing Diabetes che ha ideato il progetto: «30% dei malati di diabete vittime del coronavirus. Al via lo studio per capire come funzionano i servizi nell’era Covid»

di Federica Bosco

Più del 30% delle persone che non sono riuscite a superare il Covid aveva il diabete. Un dato significativo che ha spinto i promotori del progetto “Milano Cities Changing Diabetes” a realizzare un libro: “Il rumore del silenzio“. 180 pagine di emozioni, ricordi e testimonianze di malati cronici, ma anche operatori sanitari, atleti agonisti e professionisti. Tutti accomunati da un unico grande obiettivo: trovare la forza per ritornare a vivere.

«Questo libro è un insieme di testimonianze anonime che raccontano la storia di una città in un momento particolare per capire e non dimenticare» spiega tutto d’un fiato Michele Carruba, presidente di “Milano Cities Changing Diabetes“, nel giorno del lancio del progetto editoriale che ha il sapore della rinascita, per quanti sono stati testimoni e protagonisti dell’emergenza a Milano.

«Se è vero, come diceva Cicerone, che la storia è la maestra di vita, dobbiamo ricordare di non cadere ancora. E siccome questo è un evento assolutamente insolito, che si è manifestato senza alcuna premonizione, come uno tsunami, abbiamo dovuto affrontarlo senza paracadute».

Tanta la paura che emerge dai racconti dei testimoni e di quanti hanno combattuto in prima linea nelle corsie degli ospedali, come sottolinea il presidente. «Abbiamo dovuto chiamarle storie di silenzio, perché attraverso i mezzi di comunicazione di massa ci arrivavano i bollettini di guerra. Erano numeri, non sentimenti. Noi abbiamo voluto dare spazio proprio ai sentimenti, raccontare le storie del silenzio che sarebbero rimaste tali se i nostri eroi non avessero messo per iscritto le loro emozioni».

Nel dramma, una nota positiva per Carruba: «L’emergenza ha colpito un sistema super organizzato che penso abbia reagito al di sopra di ogni possibile previsione. Persino negli Stati Uniti oggi, colpiti in maniera pesante, stanno cercando di reagire, seguendo il modello Milano».

Un modello che emerge proprio dalle pagine de “Il rumore del silenzio” in tutta la sua dirompenza, con testimonianze che ci permettono di capire e conoscere i protagonisti dell’emergenza Covid e, al tempo stesso, come funzionano i servizi per persone con diabete in contesti ad elevata urbanizzazione.

«Gli strumenti che ci proponiamo di utilizzare sono il dialogo e la conoscenza. L’informazione è la base della cultura, perciò oggi dobbiamo fare in modo che la gente non si ammali e che attraverso la cultura sia capace di restare in salute il più possibile. Un obiettivo che ci poniamo con il progetto di ricerca Censis in grado di approfondire le condizioni delle persone con diabete nell’area metropolitana di Milano e il funzionamento dei servizi a fronte dell’emergenza sanitaria Covid-19».

 

Iscriviti alla newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
La Simedet lancia la “Guida pratica al Covid 19 delle professioni sanitarie”. Prefazione del Ministro Speranza
«Un lavoro enorme che ha coinvolto decine di professionisti di ogni parte d'Italia e che ci permette di avere una risposta basata sulle attuali conoscenze ma pratica e utile per tutti gli operatori» spiega una nota della Società Italiana di Medicina Diagnostica e Terapeutica
Estate e mascherine, il vademecum per una convivenza meno complicata
I dermatologi della SIDeMaST hanno realizzato un vademecum per far “convivere” temperature alte e mascherine, per evitare irritazioni dovute a dermatite da contatto e il peggioramento di acne e rosacea
Vaccino pazienti oncologici, Cisl medici appoggia Foce: «Seconda  dose  entro  tre  settimane»
Il sindacato e la società scientifica chiedono il rispetto dei 21 giorni per la seconda dose del vaccino anti-Covid a mRNA nei pazienti oncologici
Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo
All’11 maggio, sono 158.957.229 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.303.877 i decessi. Ad oggi, oltre 1,30 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino dell’11 maggio: Ad oggi in Italia il totale delle persone che hanno contratto il […]
Covid-19, esami e terapie gratuiti per guariti da forma grave. Cicchetti (Altems): «50 milioni buon inizio ma non basteranno»
«Il Coronavirus può lasciare, nei pazienti che lo hanno avuto in forma grave, conseguenze anche dopo la guarigione». Così il Ministro Speranza, motivando la sua proposta di stanziare 50 milioni di euro affinché il Ssn prenda in carico gratuitamente, con esami diagnostici e terapie, tutti i pazienti maggiormente colpiti dal virus anche dopo le dimissioni dalla struttura ospedaliera
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

All’11 maggio, sono 158.957.229 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.303.877 i decessi. Ad oggi, oltre 1,30 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata...
Voci della Sanità

Terapia domiciliare Covid, Ministero ricorre al Consiglio di Stato. Il Comitato: «Ricorso in appello va contro voto del Senato»

«Chiediamo al Ministro della Salute Speranza delucidazioni in merito alla decisione di ricorrere in Appello, alla luce dell’opposto indirizzo votato dal Senato» scrive in una nota Er...
Salute

Vaccini e rischi, Peyvandi (EMA): «No ad eparina o aspirina prima dell’inoculazione»

Le raccomandazioni di Flora Peyvandi del comitato scientifico dell’Agenzia: «Non bisogna neppure sospendere la pillola anticoncezionale»
di Federica Bosco