Covid-19, che fare se...? 12 Aprile 2022 15:04

Quanto durano i sintomi della variante Omicron?

Oltre ad avere un livello di contagiosità diverso dalla Delta, anche la durata dei sintomi delle infezioni da Omicron presenta qualche significativa differenza

Quanto durano i sintomi della variante Omicron?

La variante Omicron è ormai la versione del virus Sars-CoV-2 prevalente in tutto il mondo. Ma oltre ad avere un livello di contagiosità diverso dalla Delta, anche la durata dei sintomi delle infezioni da Omicron presenta qualche significativa differenza. Uno studio britannico, pubblicato sulla rivista The Lancet, ha concluso che la durata dei sintomi legati a Omicron è più breve di quella dei sintomi legati a Delta tra le persone che hanno avuto un vaccino di richiamo.

I sintomi di Omicron durano in media 4,4 giorni contro i 7,7 giorni di Delta

Per scoprirlo Cristina Menni del King’s College London e i suoi colleghi hanno analizzato i dati di più di 63mila persone risultate positive al virus Sars-CoV-2, tra giugno 2021 e gennaio 2022. I partecipanti, che avevano tutti ricevuto almeno due dosi di un qualsiasi vaccino anti-Covid, hanno tutti riportato la loro positività al Covid e i sintomi tramite l’app Zoe Covid. Da giugno a novembre 2021, quando Delta era la variante dominante nel Regno Unito, i sintomi del Covid-19 sono durati in media 7,7 giorni tra i partecipanti che hanno ricevuto tre dosi del vaccino anti-Covid. Da fine dicembre 2032 a metà gennaio 2022, nel periodo in cui Omicron era già la variante dominante, la durata media dei sintomi riportata dalle persone positive al virus è pari a 4,4 giorni.

Con Omicron la perdita dell’olfatto è meno comune rispetto a Delta

Omicron è noto da tempo per essere meno virulento delle precedenti varianti Covid-19. I sintomi di Omicron sono lievi e sembrano anche differire da quelli legati alla Delta. Meno di uno su cinque (17%) dei partecipanti che si sono positivizzati al Covid-19 quando Omicron ha iniziato a essere dominante hanno riportato una perdita dell’olfatto, rispetto a oltre alla metà (53%) di coloro che probabilmente avevano la Delta.

Mal di gola e abbassamento della voce sono i sintomi più comuni di Omicron

Coloro che probabilmente hanno preso Omicron avevano maggiori probabilità di riportare mal di gola e abbassamento della voce rispetto a quelli che hanno avuto la Delta. Tuttavia, quest’ultima variante era più fortemente legata a sintomi come la «nebbia cerebrale» , mal di testa e febbre. «È una lezione: dobbiamo essere molto più flessibili nel pensare a cosa sia il virus e come si presenterà», sicuramente nel Regno Unito”, ha detto al Guardian Tim Spector del King’s College di Londra. 

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
La nuova variante BQ.1 è più pericolosa delle altre?
La variante B.Q1 sarà presto dominante in Europa e, quindi, anche in Italia. Le prime informazioni indicano che ha una maggiore capacità di eludere i vaccini, ma non sembra più pericolosa delle altre
Quali sono i sintomi in caso di reinfezioni?
I sintomi delle reinfezioni tendono a essere più lievi, anche se non si possono escludere forme gravi della malattia. I più comuni sono: affaticamento, febbre, tosse e mal di gola
Cosa succede se ho il Long Covid e mi reinfetto?
Le reinfezioni mentre si è alle prese con il Long Covid saranno sempre più comuni. E questo può portare a un peggioramento dei sintomi
Via alle prenotazioni per i vaccini aggiornati, ora cosa bisogna fare?
I nuovi vaccini si possono prenotare sui siti regionali già utilizzati per le dosi precedenti. Priorità alle persone over 60, fragili e operatori sanitari
Quanto durano i sintomi del Long Covid?
La durata dei sintomi collegati al Long Covid può essere molto variabile: si va da qualche settimana fino anche a 24 mesi
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Dalla Redazione

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Ad oggi, 1 dicembre 2022, sono 643.396.783 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.635.192 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I casi in Italia L’ultimo bollettino di...
Covid-19, che fare se...?

Se ho avuto il Covid-19 devo fare lo stesso la quarta dose?

Il secondo booster è raccomandato anche per chi ha contratto una o più volte il virus responsabile di Covid-19. Purché la somministrazione avvenga dopo almeno 120 giorni dall'esit...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono gli effetti collaterali della quarta dose?

Gli effetti collaterali dell'ultimo richiamo di Covid-19 sono simili a quelli associati alle dosi precedenti: un leggero gonfiore o arrossamento nel punto di iniezione, stanchezza e mal di testa