Salute 17 Luglio 2020 16:00

Un vaccino contro Covid-19, a che punto sono i tentativi nel mondo?

Tutti i ricercatori del mondo sono all’opera per trovare un vaccino contro Covid-19. A che punto si trovano i 140 candidati? I dati dell’Oms sulle fasi raggiunte fino ad oggi dai singoli prodotti

Un vaccino contro Covid-19, a che punto sono i tentativi nel mondo?

Sviluppare un vaccino contro Covid-19, anche più di uno, che funzioni bene e nel minor tempo possibile. L’infezione da Sars-CoV-2 ha messo i ricercatori di tutto il mondo di fronte alla più difficile sfida degli ultimi anni. Sono più di 140 i vaccini in sperimentazione di cui l’Organizzazione mondiale della Sanità sta tenendo traccia. Alcuni sono arrivati a una fase piuttosto avanzata, nonostante il poco tempo disponibile.

In una situazione normale, che non richiedesse la fretta di un ritorno alla normalità a cui punta tutta la popolazione mondiale, servono anni per portare a termine un vaccino funzionale. Anni di test, verifiche e tempo ulteriore per la produzione. Ora però, gli scienziati puntano a ultimare un prodotto entro 12 o 18 mesi. I vaccini seguono uno standard di produzione, in quanto riproducono il virus al loro interno stimolando poi il sistema immunitario a sviluppare gli anticorpi necessari per contrastarlo.

Sono quattro le fasi che un vaccino in sviluppo attraversa prima di poter essere prodotto. Si inizia con la fase pre-clinica, in cui i ricercatori testano il vaccino sugli animali per verificarne la risposta immunitaria. Nella fase 1 dei test clinici, il vaccino viene distribuito a un piccolo gruppo di persone per verificarne la sicurezza e studiare le risposte immunitarie che produce sull’uomo. La fase 2 vede il prodotto distribuito a centinaia di persone, per controllarne ancora una volta sicurezza e corretto dosaggio. Infine, in fase 3, il vaccino viene distribuito a migliaia di persone, per verificarne anche le più rare controindicazioni e confermarne il funzionamento. In questi ultimi test a molti viene somministrato un placebo, per completare il controllo incrociato.

VACCINO ATTUALMENTE IN FASE 3

  • SINOVAC. Al 17 luglio, secondo l’Oms, l’unico vaccino contro Covid-19 che ha raggiunto questa fase è quello della compagnia cinese Sinovac. Si basa su particelle di Covid-19 rese inattive. Il prodotto sembra promettente sul profilo della sicurezza e ha attualmente iniziato i test su larga scala in Brasile.

VACCINI ATTUALMENTE IN FASE 2

  • OXFORD/ASTRAZENECA. Questo vaccino arriva da un virus di scimpanzé, chiamato “vaccino vettore”. Questo vettore contiene il codice genetico delle proteine spike trovate nel coronavirus, e sembra sviluppare un’importante risposta immunitaria nel corpo umano. Al momento il prodotto si trova in una fase combinata 2/3 in Gran Bretagna, mentre si è mosso definitivamente in fase 3 in Sud Africa e Brasile.
  • CANSINO BIOLOGICS INC./BEIJING INSTITUTE OF BIOTECHNOLOGY. Anche questo è un prodotto cinese, creato in unione con un’università molto vicina all’esercito cinese. La fase 2 sembra essersi svolta al meglio, sebbene non risultino dati disponibili. Per la prima volta al mondo, questo vaccino è stato approvato per l’uso sui soldati cinesi, ma non è noto in che modalità si svolgerà la distribuzione.
  • MODERNA/NIAID. Questa compagnia americana sta sviluppando un vaccino utilizzando l’Rna messaggero (mRNA) per “ingannare” il corpo e portarlo a produrre da solo proteine virali. Finora nessuno vaccino che involvesse l’mRNA è mai stato approvato per una malattia infettiva e Modern non ha mai portato un prodotto sul mercato. Tuttavia, la produzione del loro prodotto, se risultasse funzionale, sarebbe molto più semplice su scala mondiale.

VACCINI ATTUALMENTE IN FASE 1/2

  • Inovio Pharmaceuticals/ International Vaccine Institute
  • Osaka University/ AnGes/ Takara Bio
  • Cadila Healthcare Limited
  • Wuhan Institute of Biological Products/Sinopharm
  • Beijing Institute of Biological Products/Sinopharm
  • Bharat Biotech
  • Novavax
  • BioNTech/Fosun Pharma/Pfizer

VACCINI ATTUALMENTE IN FASE 1

  • Genexine Consortium
  • Institute of Medical Biology, Chinese Academy of Medical Sciences
  • Gamaleya Research Institute
  • Clover Biopharmaceuticals Inc./GSK/Dynavax
  • Anhui Zhifei Longcom Biopharmaceutical/ Institute of Microbiology, Chinese Academy of Sciences
  • Vaxine Pty Ltd/Medytox
  • University of Queensland/CSL/Seqirus
  • Imperial College London
  • Curevac
  • People’s Liberation Army (PLA) Academy of Military Sciences/Walvax Biotech.
  • Medicago Inc.

Un caso particolare è rappresentato dal vaccino australiano dell’Università di Melbourne con il Murdoch Children’s Research Institute. In questo caso alla fase 3 è arrivato un vaccino anti-turbecolosi sviluppato oltre 100 anni fa. Se dovesse avere successo non sarebbe specificatamente un vaccino contro Covid-19 ma potrebbe dare un sostegno notevole all’immuno-risposta non specifica del corpo umano.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Danni da vaccinazione anti-Covid, novità in materia di indennizzo
La vaccinazione è un trattamento sanitario (art. 32 Cost.) che, secondo la Corte Costituzionale, ha una duplice finalità: “individuale” in quanto mira a proteggere la persona che si sottopone alla vaccinazione e “collettiva” poiché mira a proteggere gli altri dal rischio di diffusione del contagio
Il ritorno dei medici non vaccinati: ovvero, dell’obbligo vaccinale tra politica, scienza e deontologia
di Ciro Isidoro, Professore Ordinario di Patologia Generale e Immunologia (Scuola di Medicina dell’Università del Piemonte Orientale, Novara)
di Ciro Isidoro, Professore Ordinario di Patologia Generale e Immunologia (Scuola di Medicina dell’Università del Piemonte Orientale, Novara)
Covid, ricoveri crescono del 37%. Migliore (Fiaso): «Andiamo verso endemizzazione»
Incremento nei reparti ordinari, in terapia intensiva situazione stabile: «Anziani e fragili rimangono soggetti a rischio e sono proprio loro ad avere complicazioni»
La lunga battaglia contro la malaria, tra sfide vinte e ancora aperte
Da quando la sua eziologia è stata descritta per la prima volta più di 100 anni fa, la malaria è diventata una delle malattie infettive più conosciute al mondo. Tuttavia, nel 2019 ci sono stati ancora più di 620.000 decessi e circa 230 milioni di casi in tutto il mondo, quasi tutti nell'Africa subsahariana
di Stefano Piazza
Si può scegliere il tipo di vaccino da fare?
Non è possibile scegliere il vaccino anti-Covid da fare. Tuttavia, al momento della prenotazione è possibile selezionare la struttura in base al tipo di vaccino che somministra
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Dalla Redazione

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Ad oggi, 27 gennaio 2023, sono 669.913.624 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.821.347 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I casi in Italia L’ultimo bollettino di...
Covid-19, che fare se...?

Come distinguere la tosse da Covid da quella da influenza?

La tosse da Covid è secca e irritante, quella da influenza tende invece a essere grassa. In ogni caso non esistono rimedi se non palliativi, come gli sciroppi lenitivi. No agli antibiotici: non...
Salute

Kraken, la nuova variante di Omicron dietro il boom di contagi negli Usa

Secondo il Cdc, Kraken ha più che raddoppiato il numero di contagi ogni settimana, passando dal 4% al 41% delle nuove infezioni