Salute 17 Luglio 2020

Un vaccino contro Covid-19, a che punto sono i tentativi nel mondo?

Tutti i ricercatori del mondo sono all’opera per trovare un vaccino contro Covid-19. A che punto si trovano i 140 candidati? I dati dell’Oms sulle fasi raggiunte fino ad oggi dai singoli prodotti

Immagine articolo

Sviluppare un vaccino contro Covid-19, anche più di uno, che funzioni bene e nel minor tempo possibile. L’infezione da Sars-CoV-2 ha messo i ricercatori di tutto il mondo di fronte alla più difficile sfida degli ultimi anni. Sono più di 140 i vaccini in sperimentazione di cui l’Organizzazione mondiale della Sanità sta tenendo traccia. Alcuni sono arrivati a una fase piuttosto avanzata, nonostante il poco tempo disponibile.

In una situazione normale, che non richiedesse la fretta di un ritorno alla normalità a cui punta tutta la popolazione mondiale, servono anni per portare a termine un vaccino funzionale. Anni di test, verifiche e tempo ulteriore per la produzione. Ora però, gli scienziati puntano a ultimare un prodotto entro 12 o 18 mesi. I vaccini seguono uno standard di produzione, in quanto riproducono il virus al loro interno stimolando poi il sistema immunitario a sviluppare gli anticorpi necessari per contrastarlo.

Sono quattro le fasi che un vaccino in sviluppo attraversa prima di poter essere prodotto. Si inizia con la fase pre-clinica, in cui i ricercatori testano il vaccino sugli animali per verificarne la risposta immunitaria. Nella fase 1 dei test clinici, il vaccino viene distribuito a un piccolo gruppo di persone per verificarne la sicurezza e studiare le risposte immunitarie che produce sull’uomo. La fase 2 vede il prodotto distribuito a centinaia di persone, per controllarne ancora una volta sicurezza e corretto dosaggio. Infine, in fase 3, il vaccino viene distribuito a migliaia di persone, per verificarne anche le più rare controindicazioni e confermarne il funzionamento. In questi ultimi test a molti viene somministrato un placebo, per completare il controllo incrociato.

VACCINO ATTUALMENTE IN FASE 3

  • SINOVAC. Al 17 luglio, secondo l’Oms, l’unico vaccino contro Covid-19 che ha raggiunto questa fase è quello della compagnia cinese Sinovac. Si basa su particelle di Covid-19 rese inattive. Il prodotto sembra promettente sul profilo della sicurezza e ha attualmente iniziato i test su larga scala in Brasile.

VACCINI ATTUALMENTE IN FASE 2

  • OXFORD/ASTRAZENECA. Questo vaccino arriva da un virus di scimpanzé, chiamato “vaccino vettore”. Questo vettore contiene il codice genetico delle proteine spike trovate nel coronavirus, e sembra sviluppare un’importante risposta immunitaria nel corpo umano. Al momento il prodotto si trova in una fase combinata 2/3 in Gran Bretagna, mentre si è mosso definitivamente in fase 3 in Sud Africa e Brasile.
  • CANSINO BIOLOGICS INC./BEIJING INSTITUTE OF BIOTECHNOLOGY. Anche questo è un prodotto cinese, creato in unione con un’università molto vicina all’esercito cinese. La fase 2 sembra essersi svolta al meglio, sebbene non risultino dati disponibili. Per la prima volta al mondo, questo vaccino è stato approvato per l’uso sui soldati cinesi, ma non è noto in che modalità si svolgerà la distribuzione.
  • MODERNA/NIAID. Questa compagnia americana sta sviluppando un vaccino utilizzando l’Rna messaggero (mRNA) per “ingannare” il corpo e portarlo a produrre da solo proteine virali. Finora nessuno vaccino che involvesse l’mRNA è mai stato approvato per una malattia infettiva e Modern non ha mai portato un prodotto sul mercato. Tuttavia, la produzione del loro prodotto, se risultasse funzionale, sarebbe molto più semplice su scala mondiale.

VACCINI ATTUALMENTE IN FASE 1/2

  • Inovio Pharmaceuticals/ International Vaccine Institute
  • Osaka University/ AnGes/ Takara Bio
  • Cadila Healthcare Limited
  • Wuhan Institute of Biological Products/Sinopharm
  • Beijing Institute of Biological Products/Sinopharm
  • Bharat Biotech
  • Novavax
  • BioNTech/Fosun Pharma/Pfizer

VACCINI ATTUALMENTE IN FASE 1

  • Genexine Consortium
  • Institute of Medical Biology, Chinese Academy of Medical Sciences
  • Gamaleya Research Institute
  • Clover Biopharmaceuticals Inc./GSK/Dynavax
  • Anhui Zhifei Longcom Biopharmaceutical/ Institute of Microbiology, Chinese Academy of Sciences
  • Vaxine Pty Ltd/Medytox
  • University of Queensland/CSL/Seqirus
  • Imperial College London
  • Curevac
  • People’s Liberation Army (PLA) Academy of Military Sciences/Walvax Biotech.
  • Medicago Inc.

Un caso particolare è rappresentato dal vaccino australiano dell’Università di Melbourne con il Murdoch Children’s Research Institute. In questo caso alla fase 3 è arrivato un vaccino anti-turbecolosi sviluppato oltre 100 anni fa. Se dovesse avere successo non sarebbe specificatamente un vaccino contro Covid-19 ma potrebbe dare un sostegno notevole all’immuno-risposta non specifica del corpo umano.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
L’italiana Susanna Esposito, pediatra e infettivologa, scelta per due gruppi di lavoro Oms
Esposito è ordinaria di pediatria all'Università di Parma e presidente di Waidid, contro le malattie infettive. Selezionata da Oms per un gruppo dedicato alla scuola e uno alla sindrome infiammatoria multisistemica che colpisce alcuni bambini con Covid
Oms: «Un operatore sanitario su quattro soffre di ansia e depressione, proteggiamoli»
Nella Giornata mondiale della Sicurezza delle Cure, l'allarme dell'Organizzazione mondiale della sanità: categoria più a rischio suicidio, uno su tre ha sofferto di insonnia. I cinque punti contro le aggressioni, i rischi e la stigmatizzazione sociale
Covid-19, l’immunità innata può essere allenata con vaccini e stile di vita sano
Alberto Mantovani, direttore scientifico di Humanitas: «Questo meccanismo di allenamento potrebbe contribuire a spiegare il fatto che i bambini siano meno colpiti da Covid-19, dal momento che la maggior parte di loro è sottoposta a diverse vaccinazioni nei primi anni di vita»
Vaccino anti-Covid Oxford/AstraZeneca: il trial riprende
Riprende la sperimentazione del vaccino Oxford/AstraZeneca. La pausa era stata chiamata dopo alcune complicazioni neurologiche in una delle volontarie
Covid, aumento record dei casi nel mondo. India la più colpita, in Israele si torna in lockdown
Mai un numero così alto fino a oggi, segnala l'Oms. Agosto mese di recrudescenza per tutti i Paesi. Stati Uniti il Paese con il maggior numero di casi e morti. La Nuova Zelanda, invece, interromperà le misure la prossima settimana
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 18 settembre, sono 30.183.223 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 946.158 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 18 settembre: Ad oggi in...
Formazione

Test di Medicina 2020, ecco come è andata: la cronaca dalle università di Roma, Firenze, Milano, Napoli e Bari

Oltre 66 mila candidati per 13.072 posti disponibili. Tra speranze, sogni, proteste e irregolarità, anche quest’anno il Test di medicina ha fatto parlare di sé. Pubblicate le risposte corrette al ...
Salute

Covid-19, studio italiano scopre meccanismo responsabile della morte dei pazienti in terapia intensiva

Lo studio, che vede come capofila il S. Orsola di Bologna, è stato pubblicato su “Lancet Respiratory Medicine” lo scorso 27 agosto