Salute 1 Dicembre 2020 09:30

Torna Dottor Libro. Andrea Vianello racconta la sua rinascita dopo l’ictus

Il 3 dicembre all’Ospedale Israelitico all’Isola Tiberina il primo appuntamento dopo lo stop imposto dalla pandemia. Nell’opera del giornalista Rai il racconto della battaglia contro la malattia

«Questa edizione di Dottor Libro avviene in un momento molto particolare per tutti. Il nostro intento è quello di cercare, attraverso i libri e la cultura, di rendere un po’ più leggero il momento, in particolare di chi il Covid lo sta combattendo negli ospedali. Per questo faremo una donazione di libri in favore dei ricoverati per Covid dell’Ospedale Israelitico di Roma. Vogliamo dare, per quel poco che possiamo, un momento di svago a chi sta soffrendo».

Con queste parole Claudio Madau, ideatore e curatore di Dottor Libro (la rassegna letteraria pensata per portare gli scrittori e i loro libri all’interno delle strutture ospedaliere), anticipa ciò che avverrà il prossimo 3 dicembre alle 17.00 presso l’ospedale Israelitico all’Isola Tiberina di Roma: qui verrà infatti ospitato Andrea Vianello, con il libro-testimonianza “Ogni parola che sapevo”, edito da Mondadori. In questo volume il direttore di Rainews24 ha ripercorso il lento e faticoso cammino verso il superamento di un ictus. Con l’autore dialogherà il giornalista e scrittore Roberto Ippolito.

«La storia che racconteremo giovedì – spiega Madau – è una storia di rinascita. Da un grande momento di difficoltà, Andrea Vianello ha trovato la forza per tornare a vivere. Nel libro racconta la sua lotta contro una malattia assolutamente invalidante e che gli ha anche tolto l’uso della parola, il suo percorso di rieducazione e, infine, la sua rinascita. Una rinascita che gli ha permesso di trovare parole nuove, un nuovo modo di affrontare determinati argomenti. È molto importante, secondo me, che questo libro e questa storia vadano in mano a chi ne ha davvero bisogno».

Un messaggio di speranza, dunque, particolarmente importante se rivolto a persone, come i malati Covid, che potrebbero dover affrontare, una volta guariti dal virus, un percorso riabilitativo per superare le difficoltà che questa patologia a volte genera a lungo termine: «Quello degli effetti a lungo termine per i malati Covid è un argomento molto importante ma di cui non si parla abbastanza. Purtroppo, non tutti superano il Covid una volta tornati negativi al SARS-CoV-2. Capita che ci sia bisogno di un periodo anche molto lungo di riabilitazione. Vedo molta somiglianza tra ciò che ha subito Vianello e quel che stanno passando molti pazienti. Penso – conclude Madau – sia molto importante leggere storie del genere per poterne uscire prima e meglio».

L’appuntamento si inserisce all’interno del Festival Mondo Eco. La presentazione avverrà senza pubblico lontana dai reparti di cura e sarà trasmessa in diretta sui canali social del festival, di Dottor Libro, dell’Ospedale Israelitico e in cross posting su EjaTv e Sardegnaeventi24.it. Durante la diretta streaming sarà possibile prenotare l’acquisto di una copia del libro per sé, o per donarla a un paziente Covid. Farà la sua parte anche Dottor Libro che a fine evento devolverà le copie del libro di Andrea Vianello ai pazienti Covid ricoverati nella struttura di via Fulda.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Le emozioni possono aiutare la scienza. La storia di Sammy, il giovane alla ricerca di una cura per l’invecchiamento precoce
“Sammy-seq”, “base-editing” e farmaci che rallentano la progressione della patologia: ecco le tre scoperte che hanno rivoluzionato il trattamento della progeria, la patologia dell’invecchiamento precoce
di Isabella Faggiano
Ogni anno i medici regalano all’azienda 10 milioni di ore di straordinario e 5 di ferie arretrate. Il report Anaao
Complice la pandemia e la cronica carenza di personale, i diritti dei medici e dirigenti sanitari vengono sempre meno rispettati e nel 64,2% dei casi le ore in eccedenza non vengono neppure pagate
Defibrillatori, è legge la norma ‘salva-vite’ attesa da 20 anni. Più DAE nella PA aperte al pubblico e sui mezzi di trasporto
Dopo un iter lungo due anni, la commissione Affari Sociali ha approvato in via definitiva la norma. Tra le novità campagne di sensibilizzazione nelle scuole e l’immunità per chi presta soccorso senza aver frequentato un corso
Covid, con primi stop ai sanitari non vaccinati rischio buchi in reparti
Sternativo (Fials Milano): «Solo quando il datore di lavoro è impossibilitato all'assegnazione dell'operatore non vaccinato a mansioni diverse è tenuto a dare avvio al periodo di sospensione»
Bufera su Burioni per un tweet. Codacons lo denuncia, Anelli (FNOMCeO) lo difende
La Federazione: «Invitiamo tutte le parti ad abbassare i toni e a riportarli all'interno di un dibattito civile e democratico». Bassetti: «Polemica sterile». Gismondo: «Considerare peso delle parole usate». E intanto lui fa marcia indietro
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 2 agosto, sono 198.335.925 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 4.224.492 i decessi. Ad oggi, oltre 4.11 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&n...
Covid-19, che fare se...?

Posso bere alcolici prima o dopo il vaccino anti-Covid?

Sbronzarsi nei giorni a cavallo della vaccinazione può compromettere la risposta immunitaria e, dunque, depotenziare gli effetti del vaccino?
Salute

Guida al Green pass, può essere revocato? Serve anche ai ragazzi? Le risposte di Cittadinanzattiva

Chi ne è esentato? E cosa deve fare chi è guarito? Intervista a Isabella Mori, Responsabile del servizio tutela di Cittadinanzattiva