Salute 1 Dicembre 2020 09:30

Torna Dottor Libro. Andrea Vianello racconta la sua rinascita dopo l’ictus

Il 3 dicembre all’Ospedale Israelitico all’Isola Tiberina il primo appuntamento dopo lo stop imposto dalla pandemia. Nell’opera del giornalista Rai il racconto della battaglia contro la malattia

«Questa edizione di Dottor Libro avviene in un momento molto particolare per tutti. Il nostro intento è quello di cercare, attraverso i libri e la cultura, di rendere un po’ più leggero il momento, in particolare di chi il Covid lo sta combattendo negli ospedali. Per questo faremo una donazione di libri in favore dei ricoverati per Covid dell’Ospedale Israelitico di Roma. Vogliamo dare, per quel poco che possiamo, un momento di svago a chi sta soffrendo».

Con queste parole Claudio Madau, ideatore e curatore di Dottor Libro (la rassegna letteraria pensata per portare gli scrittori e i loro libri all’interno delle strutture ospedaliere), anticipa ciò che avverrà il prossimo 3 dicembre alle 17.00 presso l’ospedale Israelitico all’Isola Tiberina di Roma: qui verrà infatti ospitato Andrea Vianello, con il libro-testimonianza “Ogni parola che sapevo”, edito da Mondadori. In questo volume il direttore di Rainews24 ha ripercorso il lento e faticoso cammino verso il superamento di un ictus. Con l’autore dialogherà il giornalista e scrittore Roberto Ippolito.

«La storia che racconteremo giovedì – spiega Madau – è una storia di rinascita. Da un grande momento di difficoltà, Andrea Vianello ha trovato la forza per tornare a vivere. Nel libro racconta la sua lotta contro una malattia assolutamente invalidante e che gli ha anche tolto l’uso della parola, il suo percorso di rieducazione e, infine, la sua rinascita. Una rinascita che gli ha permesso di trovare parole nuove, un nuovo modo di affrontare determinati argomenti. È molto importante, secondo me, che questo libro e questa storia vadano in mano a chi ne ha davvero bisogno».

Un messaggio di speranza, dunque, particolarmente importante se rivolto a persone, come i malati Covid, che potrebbero dover affrontare, una volta guariti dal virus, un percorso riabilitativo per superare le difficoltà che questa patologia a volte genera a lungo termine: «Quello degli effetti a lungo termine per i malati Covid è un argomento molto importante ma di cui non si parla abbastanza. Purtroppo, non tutti superano il Covid una volta tornati negativi al SARS-CoV-2. Capita che ci sia bisogno di un periodo anche molto lungo di riabilitazione. Vedo molta somiglianza tra ciò che ha subito Vianello e quel che stanno passando molti pazienti. Penso – conclude Madau – sia molto importante leggere storie del genere per poterne uscire prima e meglio».

L’appuntamento si inserisce all’interno del Festival Mondo Eco. La presentazione avverrà senza pubblico lontana dai reparti di cura e sarà trasmessa in diretta sui canali social del festival, di Dottor Libro, dell’Ospedale Israelitico e in cross posting su EjaTv e Sardegnaeventi24.it. Durante la diretta streaming sarà possibile prenotare l’acquisto di una copia del libro per sé, o per donarla a un paziente Covid. Farà la sua parte anche Dottor Libro che a fine evento devolverà le copie del libro di Andrea Vianello ai pazienti Covid ricoverati nella struttura di via Fulda.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
La storia di Elena ci suggerisce che le cure palliative ancora devono affermarsi nella pratica clinica quotidiana
Di Bruno Nicora, Medico palliativista
di Bruno Nicora, Medico palliativista
Studio rivela il sintomo Covid che colpisce i vaccinati
I dati raccolti dall'App ZOE Health Study indicano stato un aumento delle segnalazioni di diarrea nel gennaio 2022 tra i vaccinati. Il sintomo dura in media 2-3 giorni
Covid, Fiaso: «Giù del 20% i ricoveri nell’ultima settimana, -22% nelle terapie intensive»
Le terapie intensive segnano un -22% rispetto alla settimana precedente e un indice di occupazione del 4,4%. In calo del 27% i ricoveri Covid pediatrici negli ospedali aderenti al network sentinella di Fiaso
Vaccini adattati alle varianti per l’autunno-inverno: accordo tra Ue e Moderna
Moderna sposta dall'estate in corso al prossimo inverno i calendari di consegna dei vaccini agli Stati membri, quando ce ne sarà più bisogno. La commissaria Ue alla Salute Kyriakides: «In autunno ci saranno vaccini adattati alle varianti Covid»
Covid-19, test salivare 2 in 1: in due ore individua il virus e conta gli anticorpi
I suoi ideatori lo hanno definito «economico, accurato, preciso e ultra sensibile». Il prototipo potrebbe migliorare notevolmente la risposta globale alle future pandemie e fornire indicazioni sul tipo di trattamento che il paziente dovrebbe ricevere
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 12 agosto, sono 588.479.576 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.430.693 i decessi. Ad oggi, oltre 12 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Covid-19, che fare se...?

Paracetamolo o ibuprofene, cosa prendere contro i sintomi del Covid?

È la domanda che si fanno molti di coloro che sono stati colpiti lievemente dal virus Sars-CoV-2
Salute

Troppi malori improvvisi tra i giovani, uno studio rivela la causa

Alessandro Capucci, professore ordinario di malattie dell’apparato cardiovascolare, spiega come un eccesso di catecolamine circolanti possa determinare un danno cardiaco a volte fatale