Salute 30 Dicembre 2021 09:53

Nuovo decreto Covid, come cambia la quarantena e dove si estende il Super Green pass

Raggiunta l’intesa anche per calmierare le mascherine FFP2, sul prezzo deciderà la struttura di Figliuolo con le farmacie

Nuovo decreto Covid, come cambia la quarantena e dove si estende il Super Green pass

Si è concluso in serata il Consiglio dei Ministri riunitosi dopo la cabina di regia per varare nuove misure di contrasto immediato ai contagi natalizi. Nella giornata del 29 dicembre in Italia si sono sfiorati i 100mila nuovi contagiati e altrettante persone sono in quarantena preventiva. Il nuovo decreto legge, su proposta del presidente Mario Draghi e del ministro della Salute Roberto Speranza introduce disposizioni urgenti in merito che riguardano quarantena, Green pass e tamponi.

Super Green pass esteso

Il Green pass rafforzato, ovvero disponibile solo per chi abbia completato il ciclo vaccinale o accertata guarigione, dal 10 gennaio 2022 verrà implementato per ulteriori attività, quali:

  • alberghi e strutture ricettive;
  • feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose;
  • sagre e fiere;
  • centri congressi;
  • servizi di ristorazione all’aperto;
  • impianti di risalita con finalità turistico-commerciale anche se ubicati in comprensori sciistici;
  • piscine, centri natatori, sport di squadra e centri benessere anche all’aperto;
  • centri culturali, centri sociali e ricreativi per le attività all’aperto.

In aggiunta il Super Green pass sarà necessario per l’accesso e l’utilizzo dei mezzi di trasporto compreso il trasporto pubblico locale o regionale.

Quarantene

Cambiano anche le regole per la quarantena preventiva da contatto con positivo. Non dovranno sottoporsi a quarantena precauzionale coloro che hanno avuto contatti stretti con soggetti confermati positivi al Covid-19 nei 120 giorni dal completamento del ciclo vaccinale primario o dalla guarigione nonché dopo la somministrazione della dose di richiamo.

Fino al decimo giorno successivo all’ultima esposizione al caso, avranno però l’obbligo di indossare i dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2 e di effettuare, solo se sintomatici, un test antigenico rapido o molecolare al quinto giorno successivo all’ultima esposizione al caso.

Infine, si prevede che la fine della quarantena o dell’auto-sorveglianza avvenga dopo l’esito negativo di un test antigenico rapido o molecolare, effettuato anche presso centri privati. In questo ultimo caso la trasmissione all’Asl del referto a esito negativo, con modalità anche elettroniche, determina la cessazione di quarantena o del periodo di auto-sorveglianza.

Capienze

Il decreto prevede che le capienze saranno consentite al massimo al 50% per gli impianti all’aperto e al 35% per gli impianti al chiuso.

Prezzo calmierato per FFP2

C’è invece un’intesa per calmierare il prezzo delle mascherine FFP2, ora che il decreto le impone a chi abbia contatti con un positivo e in tutti i luoghi affollati al chiuso, mezzi pubblici compresi. Ora la decisione sarà incaricata alla struttura commissariale che stipulerà un accordo con le farmacie. Il sottosegretario alla Salute Andrea Costa, su Rtl102.5, ha confermato: «Io credo che dobbiamo ragionare nell’ordine di idee di 1 euro. Questo credo sia l’obiettivo che ci dobbiamo dare e abbiamo incaricato la struttura del commissario Figliuolo, di avviare un percorso con le farmacie e non solo per addivenire a un prezzo calmierato, così come è stato fatto peraltro per i tamponi».

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Quarantena e isolamento ridotti, nuova circolare del Ministero della Salute
Una nuova circolare del ministero della Salute accorcia i tempi previsti per la quarantena dei positivi e l'isolamento in caso di positività persistente
Contagi fuori controllo, Zuccarelli (OMCeO Napoli): «Pensare alla quarta dose per i sanitari»
«Rischio paralisi per gli ospedali, è ora di pensare alla quarta dose per i sanitari. Obbligo di denunciarsi in caso di positività».
Mascherine al chiuso: nella diatriba tra il sì e il no il pericolo è (continuare a) utilizzarle male
Triassi (Federico II): «Procediamo per gradi, nelle scuole rimangano le chirurgiche»
Quanto dura la quarantena dei vaccinati risultati positivi al virus Sars-CoV-2?
Per le persone vaccinate le regole della quarantena rimangono le stesse anche a fine stato d'emergenza
C’è un caso positivo nella classe di mio figlio, che devo fare?
Il decreto legge del 7 gennaio 2022 cambia le regole per la gestione dei casi di positività al Covid-19 nelle aule. Ecco cosa cambia
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Advocacy e Associazioni

Cirrosi epatica, i pazienti chiedono meno burocrazia e maggior accesso al teleconsulto

Nella nuova puntata di The Patient Voice, Ivan Gardini (EpaC Ets), Ilenia Malavasi (Affari Sociali) e Francesca Ponziani (Pol. Gemelli)
Politica

Liste d’attesa: nel decreto per abbatterle c’è anche la Carta dei diritti dei cittadini

Il Cup dovrà attivare un sistema di “Recall”. Il paziente che non si presenterà alla visita senza disdirla dovrà pagare la prestazione. Cambiano le tariffe orarie per ...
Politica

Liste di attesa addio? La risposta del Consiglio dei Ministri in due provvedimenti

Ieri il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente, Giorgia Meloni, e del Ministro della salute, Orazio Schillaci, ha approvato due provvedimenti, un decreto-legge e un disegno di legge, che i...
Salute

Tumori: boom di casi nei paesi occidentali. Cinieri (Aiom): “Prevenzione attiva per ridurre carico della malattia”

Nel 2024 negli USA, per la prima volta nella storia, si supera la soglia di 2 milioni di casi di tumore. Una crescita importante, comune a tutti i Paesi occidentali. Per Saverio Cinieri, presidente di...