Salute 5 Luglio 2022 09:22

Lombardia, dal 5 luglio medico di famiglia e pediatra si possono scegliere o revocare in farmacia

Racca (Federfarma) «Da tempo i cittadini chiedevano questo servizio», Masina (Confservizi) «Svolta epocale, servono nuovi spazi e più personale in farmacia», Moratti (assessore al Welfare) «possibile ridurre i tempi di attesa»

Lombardia, dal 5 luglio medico di famiglia e pediatra si possono scegliere o revocare in farmacia

Da oggi il medico di famiglia e il pediatra si possono scegliere o revocare anche in farmacia. Una decisione presa dalla giunta di Regione Lombardia dopo l’accordo sottoscritto con Federfarma Lombardia e Assofarm Confservizi Lombardia nell’ottica di uno sviluppo della farmacia dei servizi per la quale arriveranno in Lombardia 4 milioni e 750 mila euro da impiegare proprio per finanziare la sperimentazione e le funzioni assistenziali delle farmacie pubbliche e private operanti in convenzione con il servizio sanitario nazionale.

Federfarma e Confservizi coro unanime: «Il farmacista sempre più centrale nella sanità territoriale»

Dopo la sperimentazione fatta in 86 farmacie negli anni scorsi nella provincia di Monza-Brianza, il servizio viene esteso a tutta la regione e così dopo aver conferito ai farmacisti il ruolo di primo soccorso e di sentinelle sul territorio durante l’era del Covid con tamponi antigenici rapidi, vaccinazioni anti Covid e antinfluenzale, ora hanno anche un ruolo amministrativo.

Una soluzione che Annarosa Racca, presidente di Federfarma Lombardia, reputa ottimale e in linea con il pensiero dei cittadini: «Da tempo tutti chiedevano questo servizio, la sperimentazione in Brianza è andata bene, quindi estenderla a tutta la regione è la giusta conseguenza – ammette -. In particolare, a beneficiarne saranno coloro che hanno poca dimestichezza con i sistemi informatici che potranno trovare da noi una risposta alle loro esigenze». Il farmacista, dunque, cambia pelle e acquista un ruolo sempre più centrale nella sanità territoriale.

Una trasformazione che Giuliano Masina di Confservizi Lombardia, definisce epocale. «È in corso da anni il cambiamento – sottolinea – una trasformazione che dovrà portare le farmacie e i farmacisti a strutturarsi anche da un punto di vista operativo con nuovi spazi e personale. Quindi, se in un primo momento questo andrà a gravare sull’attività quotidiana dei singoli esercizi, col tempo permetterà alla farmacia di andare a rivestire un ruolo primario nella sanità territoriale».

Obiettivo: ridurre i tempi di attesa

Ridurre i tempi di attesa è questo l’obiettivo fissato da Regione Lombardia con il nuovo servizio messo a disposizione per i cittadini. «Questo servizio rappresenta un’importante alternativa alla scelta che si effettua nei vari uffici delle ASST – ha ribadito Letizia Moratti vicepresidente di Regione Lombardia e assessore al Welfare -. Grazie alle farmacie aderenti i cittadini possono avere un servizio più vicino a casa e capillare sul territorio».

 

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Quarta dose, Lazio e Lombardia partono con le prenotazioni. Somministrazione anche in farmacia
Riservata agli over 80 e ai fragili, è possibile effettuare la quarta dose di vaccino anti Covid-19 dal medico di famiglia, in farmacia o nei punti di somministrazione previa prenotazione
Farmacia protagonista della Sanità del futuro. Cossolo (Federfarma): «Chi non si adegua è fuori»
In occasione della presentazione di Exposanità e Cosmofarma, in programma a Bologna fiere dall’11 al 13 maggio, il presidente di Federfarma ha delineato la farmacia post pandemia: ruolo primario sul territorio, nuovi servizi, tele-monitoraggio e tele-assistenza
Al CosmoFarma il Manifesto della farmacia del futuro
A Bologna confronto tra Federfarma, FOFI, Fondazione Cannavò con Sileri, Brusaferro, Rasi e Battistini sull'evoluzione della professione del farmacista
Emergenza bombole d’ossigeno in Campania, ma è complicato riconsegnare quelle esaurite
Federfarma Napoli: «Domanda aumentata del 400%». E inizia a scarseggiare anche l'ossigeno liquido: «Situazione gravissima»
Tamponi rapidi in farmacia con supporto biologi, D’Anna (OnB): «Intesa con Federfarma»
Intesa tra Federfarma e ordine dei Biologi sui tamponi in farmacia. D'Anna (presidente OnB): « Entrambi i "fronti" dello screening Covid vedranno l’ingresso in campo dei biologi»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 12 agosto, sono 588.479.576 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.430.693 i decessi. Ad oggi, oltre 12 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Covid-19, che fare se...?

Paracetamolo o ibuprofene, cosa prendere contro i sintomi del Covid?

È la domanda che si fanno molti di coloro che sono stati colpiti lievemente dal virus Sars-CoV-2
Salute

Troppi malori improvvisi tra i giovani, uno studio rivela la causa

Alessandro Capucci, professore ordinario di malattie dell’apparato cardiovascolare, spiega come un eccesso di catecolamine circolanti possa determinare un danno cardiaco a volte fatale