Salute 30 Settembre 2014 09:49

Ebola, arriva dall’Italia una speranza per bloccare il virus

Il vaccino verrà sperimentato a breve sull’uomo, ma intanto l’epidemia non si arresta. Contromisure impressionanti in Sierra Leone: un milione di persone in quarantena

Ebola, arriva dall’Italia una speranza per bloccare il virus

Ha il marchio italiano il primo vaccino in grado di proteggere un organismo dal virus Ebola. Sviluppato da un team di ricercatori nei laboratori dell’Irbm Science Park di Pomezia, in provincia di Roma, è finora stato testato soltanto su alcune scimmie, ma i risultati sono più che incoraggianti.


Dieci mesi di immunità nei confronti del virus, contro la durata massima di efficacia raggiunta fino ad ora di un mese. Le speranze riposte dall’OMS (Organizzazione Mondiale della Sanità) su questa cura sono enormi.

Secondo la rivista Nature Medicine, il principio attivo è stato inserito nel corpo di un gruppo di macachi usando un vaccino basato sul ChAd3. Una singola dose di questo vaccino è risultata capace di fornire un’immunità totale nel breve periodo e parziale nel lungo. Ora che la sperimentazione animale è stata portata a termine, il team (formato da ricercatori italiani e americani) ha annunciato che quella sugli esseri umani partirà nelle prossime settimane.

Il tutto verrà portato avanti dalla GlaxoSmithKline, multinazionale britannica che un anno fa acquisì la Okairos, azienda biotecnologica italiana che ha laboratori a Napoli e, per l’appunto, a Pomezia. Questi laboratori sono gli unici a poter produrre tutte le quantità di vaccino necessarie per procedere con la sperimentazione.

Ma mentre si aspetta, in Africa il virus continua a mietere vittime, in un’epidemia senza precedenti per diffusione, mortalità e, come afferma la Banca Mondiale “dall’impatto economico catastrofico per i Paesi più colpiti”. Sono più di 6000 le persone infettate, e i morti circa la metà. La Sierra Leone ha messo in quarantena un milione di persone: ciò significa che un terzo della popolazione non è libera di muoversi sul territorio dello Stato. E le massime cariche mondiali non restano a guardare: il Presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha annunciato l’invio di un contingente militare di 3mila uomini in Africa, e l’OMS ha chiesto alle Nazioni Unite lo stanziamento di un miliardo di dollari per far fronte all’emergenza sanitaria e umanitaria.

Articoli correlati
La quarta dose è obbligatoria?
La quarta dose di vaccino anti-Covid è importante per rafforzare l'immunità in vista della stagione invernale. Tuttavia, viene solo raccomandata e non c'è alcun obbligo per nessuno, neanche per gli operatori sanitari
La nuova variante BQ.1 è più pericolosa delle altre?
La variante B.Q1 sarà presto dominante in Europa e, quindi, anche in Italia. Le prime informazioni indicano che ha una maggiore capacità di eludere i vaccini, ma non sembra più pericolosa delle altre
Epidemia di Ebola, paura in Uganda
Torna la paura in Uganda: nell'ultimo mese, almeno 64 persone sono state infettate da una specie rara di virus Ebola, per la quale non sono disponibili vaccini o trattamenti e il primo bilancio parla di almeno 30 morti
di Stefano Piazza
Si può scegliere il tipo di vaccino da fare?
Non è possibile scegliere il vaccino anti-Covid da fare. Tuttavia, al momento della prenotazione è possibile selezionare la struttura in base al tipo di vaccino che somministra
Vaiolo delle scimmie: scoperta nuova variante in Congo, potrebbe diventare globale
Nella Repubbica Democratica del Congo si è diffusa una variante pericolosa del vaiolo delle scimmie che, secondo gli esperti, potrebbe diffondersi anche a livello globale
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Dalla Redazione

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Ad oggi, 27 gennaio 2023, sono 669.913.624 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.821.347 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I casi in Italia L’ultimo bollettino di...
Covid-19, che fare se...?

Come distinguere la tosse da Covid da quella da influenza?

La tosse da Covid è secca e irritante, quella da influenza tende invece a essere grassa. In ogni caso non esistono rimedi se non palliativi, come gli sciroppi lenitivi. No agli antibiotici: non...
Salute

Kraken, la nuova variante di Omicron dietro il boom di contagi negli Usa

Secondo il Cdc, Kraken ha più che raddoppiato il numero di contagi ogni settimana, passando dal 4% al 41% delle nuove infezioni