Salute 29 Aprile 2022 10:32

Covid, ISS: «Sale l’incidenza, RT stabile. Tre regioni a rischio alto, undici moderato»

L’incidenza settimanale cresce a 699 ogni 100.000 abitanti. L’indice di trasmissibilità si mantiene stabile, in calo l’occupazione delle terapie intensive. I dati principali emersi dalla Cabina di Regia ISS-ministero della salute

Covid, ISS: «Sale l’incidenza, RT stabile. Tre regioni a rischio alto, undici moderato»

Dall’ultima rilevazione nazionale della Cabina di Regia per Covid-19 risulta che l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici nel periodo 6 – 19 aprile 2022 è stato pari a 0,93 (range 0,90 – 1,04), sostanzialmente stabile rispetto alla settimana precedente. L’indice di trasmissibilità RT basato sui casi con ricovero ospedaliero resta al di sotto della soglia epidemica: 0,93 al 19/4/2022 contro lo 0,91 del 12/4/2022.

Indice Rt stabile a 0,93. Sale incidenza da 675 a 699 casi per 100mila abitanti

Dal monitoraggio settimanale ISS-ministero della salute emerge l’aumento dell’incidenza dei casi Covid a livello nazionale: 699 ogni 100.000 abitanti contro i 675 della settimana scorsa.

Occupazione terapie intensive scende al 3,8%

Il tasso di occupazione in terapia intensiva scende al 3,8% contro il 4,2%. Al 28 aprile anche i ricoveri in aree mediche scendono al 15,6% contro il 15,8% del 21 aprile.

ISS: tre regioni a rischio alto e undici moderato

Il report classifica tre regioni come «a rischio alto a causa di molteplici allerte di resilienza». Undici sono classificate a rischio moderato. Le restanti regioni e province autonome sono classificate «a rischio basso». Diciannove regioni e province autonome riportano almeno una singola allerta di resilienza e quattro riportano molteplici allerte di resilienza.

Stabili i casi rilevati con tracciamento e attraverso comparsa di sintomi

La percentuale dei casi rilevati attraverso l’attività di tracciamento dei contatti è stabile: 13% contro 12% la scorsa settimana. Anche quella emersa con la comparsa dei sintomi rimane stabile (40% contro 41%) «così come la percentuale dei casi diagnosticati attraverso attività di screening (47% contro 47%)» conclude il report.

 

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Sanità, Boldrini (Pd): «Prorogare e stabilizzare operatori sociosanitari nei penitenziari e nelle RSA»
La senatrice chiede ai ministri competenti «quali ragioni abbiano spinto a rinunciare a questa dotazione di personale in strutture che operano sempre sotto organico con conseguente burn out»
Lockdown controproducenti, in alcuni paesi hanno aumentato i contagi
Uno studio dell'Università della Finlandia orientale ha dimostrato che, in alcuni paesi, i lockdown sono stati inutili e controproducenti. In altre parole, i blocchi completi hanno aumentato la diffusione dei contagi
Gruppo INI candidato agli “Oscar” della Sanità privata europea
L’ambulatorio per il Long Covid attivato a febbraio 2021 a Città Bianca di Veroli (Frosinone) tra i progetti finalisti degli European Private Hospital Awards nella categoria “Best patient-focused initiative”
Rivoluzione digitale in Sanità, la Campania ai blocchi di partenza nonostante le difficoltà
«La pandemia ha scaldato i motori dell’innovazione, ora sotto con la sfida del PNRR»
Nuova tecnologia made in Italy distrugge Sars-CoV-2 e tutte le sue varianti
Elettronica Group insieme a Lendlease presentano E4Shield, una tecnologia «disruptive» sviluppata per inattivare il Covid-19 e le sue varianti e affrontare nuove potenziali ondate pandemiche. E4Shield è uno dei primi progetti di innovazione nato all’interno dell’ecosistema di MIND Milano Innovation District
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 24 giugno, sono 542.130.868 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.326.038 i decessi. Ad oggi, oltre 11,63 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono i sintomi della variante Omicron BA.5 e quanto durano?

La variante Omicron BA.5 tende a colpire le vie aeree superiori, causando sintomi lievi, come naso che cola e febbre. I primi dati indicano che i sintomi durano in media 4 giorni
Covid-19, che fare se...?

Il vaccino può causare il Long Covid?

Uno studio americano ha segnalato una serie di sintomi legati alla vaccinazione anti-Covid. Ma per gli esperti non si tratta di Long Covid, ma solo di normali effetti collaterali