Salute 10 Giugno 2021 16:38

AstraZeneca ai più giovani, Speranza: «Discussione in corso in Cts»

Le interrogazioni al ministro della Salute: «Il profilo rischio-beneficio risulta progressivamente più favorevole all’aumentare dell’età. Di queste valutazioni terrà conto il Cts. Tutti i vaccini approvati da Ema e Aifa sono sicuri ed efficaci»

AstraZeneca ai più giovani, Speranza: «Discussione in corso in Cts»

In risposta all’interrogazione della senatrice Elena Fattori (Misto) Speranza ha parlato dell’opportunità di somministrare il vaccino AstraZeneca ai soggetti dai 18 anni in su, dopo alcuni casi di trombosi rare verificatisi in giovani donne. Il Comitato tecnico scientifico dovrebbe esprimersi su questo in serata: si parla di introdurre un limite di fattibilità sotto i 30 o i 40 anni.

«Il comitato per la farmacovigilanza dell’Ema ha rivelato un primo segnale di eventi tromboembolici a seguito del vaccino AstraZeneca a marzo 2021 concludendo che i benefici restavano complessivamente superiori ai rischi», ha ricordato Speranza. L’Ema ha inserito «gli eventi trombotici associati a livelli bassi di piastrine negli eventi avversi molto rari». Il ministro ha ribadito che il 7 aprile 2021 il ministero della Salute, su parere dell’Aifa, ha emesso una circolare vigente che raccomanda l’uso preferenziale del vaccino negli over 60.

«Il profilo rischio-beneficio di AstraZeneca risulta più favorevole all’aumentare dell’età»

«A fine aprile l’Ema ha analizzato i rischi e benefici del vaccino nelle diverse fasce d’età e in diversi scenari epidemiologici – ha aggiunto Speranza -. L’esito ha dimostrato che i benefici della vaccinazione aumentano con l’aumentare dell’età e il livello di circolazione del virus. L’Aifa – ha evidenziato – ha affermato che il profilo rischio-beneficio su AstraZeneca risulta progressivamente più favorevole all’aumentare dell’età. Di queste valutazioni terrà conto il Comitato tecnico-scientifico».

«Vaccini vera arma, sono tutti efficaci e sicuri»

Poi, un accenno alla campagna di vaccinazione, con 40 milioni di dosi somministrate. «Un risultato molto incoraggiante che sta producendo un esito positivo in termini di riduzione dei contagi, della mortalità e della pressione sui nostri servizi sanitari – ha specificato Speranza -. Voglio ricordare sempre che i vaccini sono la vera arma di cui disponiamo per chiudere questa stagione così difficile e che tutti quelli approvati da Ema e Aifa sono sicuri ed efficaci» ha aggiunto.

Pandemia e prestazioni sanitarie arretrate

«Nel 2020 c’è stata una riduzione di 1,3 milioni di prestazioni a causa della pandemia rispetto al 2019. È indispensabile mettere in atto tutte le strategie di riprogrammazione dell’attività ospedaliera e ambulatoriale alla luce del miglioramento delle condizioni e delle coperture vaccinali». Questa la risposta del Ministro all’interrogazione del senatore Francesco Zaffini (Fratelli D’Italia) sull’arretrato di prestazioni sanitarie causato dall’emergenza Covid-19.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Tumori pediatrici, Lega: «Urgente sbloccare ricerca, Speranza emani decreti attuativi»
«Emanare i decreti attuativi della legge 3/2018 che apporterebbero notevoli benefici alla ricerca sui tumori pediatrici:  è questa la richiesta della Lega al Ministro Speranza. Sono trascorsi ormai tre anni dall’approvazione e la mancanza dei decreti attuativi ha comportato il blocco della legge su ricerca e sperimentazione. La Lega vuole sapere dal Ministro se ritenga […]
Report Gimbe, casi e morti scendono ancora. L’85% degli over 60 ha ricevuto almeno una dose, ma ora preoccupa la vaccinazione eterologa
In discesa per la nona settimana consecutiva casi, ospedalizzazioni e decessi. La vaccinazione in Italia procede con 46 milioni di dosi consegnate. Per Fondazione Gimbe su AstraZeneca e la vaccinazione eterologa però, Ministero della Salute e Aifa devono produrre una nota congiunta
Cocktail vaccini, Cifaldi: «Pochi studi, avventate le dichiarazioni sulla sicurezza»
di Luciano Cifaldi, segretario generale Cisl Medici Lazio
di Luciano Cifaldi, segretario generale Cisl Medici Lazio
Mix vaccini, Scotti (FIMMG): «Inaccettabile vaghezza dell’AIFA». Anelli (FNOMCeO): «Medici e cittadini disorientati»
Il segretario della Federazione Italiana Medici di Medicina Generale e il Presidente della Federazione degli Ordini criticano aspramente la scelta di procedere con la vaccinazione eterologa per gli under60 vaccinati con AstraZeneca
AstraZeneca, il Cts Aifa approva il mix vaccinale per la seconda dose a distanza di 8-12 settimane
Il Comitato tecnico-scientifico dell'Agenzia del Farmaco italiana dice sì alla seconda dose con vaccini mRna (Pfizer o Moderna) per gli under 60 che hanno fatto AstraZeneca, dopo aver esaminato gli studi clinici. Due o tre mesi tra l'una e l'altra
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 18 giugno, sono 177.438.001 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.842.377 i decessi. Ad oggi, oltre 2,48 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Cause

Medico condannato a pagare 25mila euro di provvisionale. L’Azienda lo lascia solo

Dopo una condanna in sede penale di primo grado, un camice bianco ha chiesto sostegno alla direzione sanitaria, che gliel’ha negato: «Quel che è successo a me potrebbe succedere a t...
Ecm

Professionisti non in regola con gli ECM, Monaco (FNOMCeO): «Ordini dovranno applicare la legge»

Il segretario della Federazione degli Ordini dei Medici ricorda scadenze e adempimenti per non incappare in spiacevoli conseguenze. Poi guarda al futuro del sistema ECM