Salute 26 Settembre 2022 17:36

Chirurgia intima: ringiovanimento vaginale e labioplastica tra gli interventi più desiderati

Torna, per il nono anno consecutivo, dal 26 settembre al 1° ottobre 2022, l’appuntamento con la Settimana del Benessere Sessuale (SBS): incontri e consulenze, offerte dagli specialisti in tutta Italia, in tema di sessualità, educazione sessuale e affettività. L’indagine della FISS sulla chirurgia estetica dei genitali: «Chi ha ceduto alla tentazione del bisturi l’ha fatto per colmare un senso di insoddisfazione e per migliorare la relazione sessuale con il partner»

Sono soprattutto le donne a bussare alla porta del chirurgo con l’intenzione di ritoccare le parti intime e tra gli interventi più richiesti ci sono il ringiovanimento della vagina e la labioplastica, ovvero la chirurgia delle piccole labbra. Anche in Italia, seguendo una moda già consolidatasi oltreoceano, c’è stato un notevole aumento delle richieste di chirurgia estetica dei genitali. «Una tendenza che ha coinvolto soprattutto l’universo femminile ed in particolare quelle donne che, insoddisfatte del proprio corpo, vogliono sentirsi più sicure e attraenti. Non solo migliorando le parti visibili a tutti, come il viso, ma anche quelle più nascoste», spiega Roberta Rossi, psicosessuologa e past president della Fiss, la Federazione Italiana di Sessuologia Scientifica.

La Settimana del Benessere Sessuale

E non è un caso, dunque, se proprio la chirurgia delle parti intime sia il focus della Settimana del Benessere Sessuale (SBS) 2022, un’occasione, per chiunque ne abbia voglia, di chiarirsi le idee in tema di benessere sessuale. Dal 26 settembre al 1° ottobre la FISS mette a disposizione tutto il sapere dei suoi esperti su sessualità, educazione sessuale e affettività, tramite consulenze gratuite e incontri di gruppo che, quest’anno, torneranno in presenza dal nord al sud della Penisola. «Promuove la salute sessuale, così come sancito anche dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) – aggiunge Rossi  – svolge un ruolo essenziale per raggiungere e mantenere il benessere globale di ognuno di noi».

Chirurgia dei genitali, ecco cosa ne pensano gli italiani

Come di consueto, anche per il 2022 la Federazione ha condotto un’indagine online per sondare nuove tendenze ed orientamenti della popolazione in generale. E quest’anno, in virtù del trend in crescita riscontrato in Italia e non solo, gli esperti hanno deciso di interrogare i partecipanti sulla chirurgia estetica dei genitali. «Questo tipo di chirurgia  – commenta Rossi – è per molti una soluzione ad una vita sessuale più serena. Tuttavia, dietro le richieste di chirurgia estetica delle parti intime non c’è solo vanità, ma anche percorsi che le persone compiono per affermare la propria identità», afferma la psicosessuologa.

Gli interventi meno noti

Stando ai risultati del questionario, circoncisione, imenoplastica e ringiovanimento vaginale sono gli interventi più conosciuti. In fondo alla classifica, tra i “ritocchi” meno noti ci sono l’aumento del punto G, la rimozione scrotale e il lifting del pene. La chirurgia estetica in generale, almeno secondo le risposte dei partecipanti all’indagine promossa dalla FISS, pare attrarre poco: 8 su 10 non si sono mai sottoposti ad un intervento di questo tipo e il 74% non ne ha mai nemmeno sentito il bisogno. In quasi il 100% dei casi (il 96) è il timore del giudizio altrui, ed in particolare dei propri familiari, a mettere un freno ad un eventuale desiderio di sottoporsi alla chirurgia estetica.

Ritocchi visibili e nascosti, ecco le motivazioni

Chi ha ceduto alla tentazione del bisturi l’ha fatto soprattutto per colmare un senso di insoddisfazione personale derivante dal proprio aspetto fisico. Migliorare l’immagine, l’autostima e l’umore sono state le motivazioni più gettonate non tanto per dare una sterzata alla propria vita sociale, piuttosto per perfezionare le relazioni sessuali.  Meno di una persona su 4 teme i rischi dell’intervento chirurgico e il 45% ammette che si tratta di pratiche dolorose. Ad ogni modo, a prescindere che abbiamo prevalso i timori o i buoni propositi, sono davvero poche le vittime di illusione: solo una risicata minoranza ha creduto di poter migliorare di molto la propria vita sociale. La maggior parte, restando con i piedi per terra, ha auspicato di perfezionare solo quella sotto le lenzuola.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

 

Articoli correlati
Tumori: IFO, “La medicina è personalizzata se prevede un approccio di sesso e genere”
I tumori oltre a essere differenti tra di loro, possono avere caratteristiche diverse a seconda del sesso, maschio o femmina, e anche del genere, uomo o donna che rappresenta il contesto sociale, culturale ed economico all’interno del quale vivono gli individui. Alla luce delle evidenze scientifiche è quindi fondamentale capire e individuare queste differenze per poter pianificare dei percorsi di diagnosi e terapia mirati
di V.A.
Sesso: giovani confusi, 1 su 2 si informa online, a scuola nascono i “tutor della fertilità”
I giovani italiani sono affamati di informazioni circa la loro sessualità, ma uno su due si affida al web. Lo mostra una ricerca presentata al congresso della SIRU Lazio, nell'ambito del quale è stato lanciato il progetto di Formazione nelle scuole
Sesso e cancro: a Londra la campagna shock per rompere i tabù
“Il cancro non sarà l’ultima cosa che mi fott*rà” (Cancer won’t be the last thing that f*cks me) è il titolo della provocatoria campagna pubblicitaria che sta tappezzando le strade di Londra in questi giorni. L’obiettivo è aiutare le sopravvissute al cancro a sentirsi degne di piacere sessuale
Nella classifica mondiale sulle dimensioni del pene, gli italiani al 19esimo posto. La sessuologa: «Così si alimentano falsi miti»
Non è affatto una cattiva posizione quella raggiunta dall'uomo italiano medio nella classifica mondiale sulle dimensioni del pene. Il nostro paese appare al 19esimo posto ed è il terzo paese europeo per lunghezza dei genitali. Prima degli uomini italiani ci sono gli olandesi e i francesi. A mettere a confronto le dimensioni del pene di quasi 90 paesi di tutto il mondo è stato un gruppo di ricercatori tedeschi su World Data
Dieta: uomini perdono il doppio del grasso rispetto alle donne, ma disparità si annulla dopo i 45 anni
Quando si tratta di perdere peso con la dieta i vincitori nella «battaglia fra sessi» sono gli uomini. Secondo uno studio dell'Università di Edimburgo, infatti, gli uomini perdono il doppio del grasso seguendo una dieta ipocalorica, rispetto invece alle donne. Si tratta di una disparità, tuttavia, che si annulla quando il gentil sesso supera la soglia dei 45 anni d'età, in menopausa
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Medici di famiglia, Scotti (Fimmg): “Entro il 2026 15 milioni di italiani saranno senza” 

Intanto scoppia il 'caos estate': “I sostituti sono introvabili e c'è chi va in pensione anticipata per concedersi le ferie”
Advocacy e Associazioni

Sibling, nasce il Progetto Charlie: “Ascoltiamo le emozioni dei fratelli e delle sorelle dei bambini con disabilità”

Meli (Ass.Famiglie Disabili Lombarde): "Solo concedendo un tempo ed uno spazio dedicato, il sibling si riconosce come persona e non come ‘fratello di’. Il nostro motto, sin dalla nostra co...
Salute

Gioco patologico, in uno studio la strategia di “autoesclusione fisica”

Il Dipartimento di Scienze cliniche e Medicina traslazionale dell'Università Tor Vergata ha presentato una misura preventiva mirata a proteggere i giocatori a rischio di sviluppare problemi leg...
Salute

Cervello, le emozioni lo ‘accendono’ come il tatto o il movimento. Lo studio

Dagli scienziati dell'università Bicocca di Milano la prima dimostrazione della 'natura corporea' dei sentimenti, i ricercatori: "Le emozioni attivano regioni corticali che tipicamente rispondo...
Advocacy e Associazioni

Porpora trombotica trombocitopenica. ANPTT Onlus celebra la III Giornata nazionale

Evento “WeHealth” promosso in partnership con Sanofi e in collaborazione con Sics Editore per alzare l’attenzione sulla porpora trombotica trombocitopenica (TTP) e i bisogni ancora i...