Salute 12 Gennaio 2016 17:19

Sacchi a pelo e maglie termiche per “scaldare” il Natale dei senzatetto

Associazione Consulcesi Onlus a sostegno della Caritas di Roma dopo le iniziative in Congo, Eritrea e per gli alluvionati di Genova

Sacchi a pelo e maglie termiche per “scaldare” il Natale dei senzatetto

Un po’ di calore nel freddo del Natale. L’Associazione Consulcesi Onlus ha regalato maglie termiche e sacchi a pelo ai senza fissa dimora di Roma. Lo ha fatto nel pieno delle festività natalizie, proprio quando chi non ha né una casa né una famiglia è costretto a passare da solo il momento più freddo e, almeno per gli altri, più felice dell’anno.


È questo il regalo fatto dall’associazione benefica che proprio negli stessi giorni ha inaugurato un dispensario nell’area di Kimbondo, in Congo, e si è messa al lavoro per regalare al reparto di Neonatologia nello stesso ospedale una sterilizzatrice per biberon. In passato, l’Associazione Consulcesi Onlus, grazie all’instancabile lavoro del presidente Salvatore Galanti, ha dato vita a diversi progetti in Eritrea e, solo un anno fa, in collaborazione con Ikea, ha dato un alloggio a quattro famiglie che avevano perso la casa nell’alluvione di Genova. I sacchi a pelo e le maglie termiche sono state consegnate alla Caritas, che ha provveduto a distribuirle tra tutti i senzatetto che ne avevano bisogno. Sanità informazione ha parlato con Luana Melia, Coordinatrice dell’ Ostello “Don Luigi di Liegro” della Caritas di Roma.

Un bel regalo per il nuovo anno da parte dell’Associazione Consulcesi Onlus ai senzatetto di Roma.
«L’Ostello Don Luigi di Liegro è un centro di accoglienza dedicato a persone senza fissa dimora. Al momento ospitiamo, tra uomini e donne, sia stranieri che italiani, 188 persone. In questo posto viene offerta, a chi ne ha bisogno, la possibilità di avere un posto letto e di cenare presso la nostra mensa. Ogni persona viene seguita singolarmente, con un progetto ad hoc realizzato anche grazie ai nostri centri di ascolto. Cerchiamo di sostenere queste persone e seguirle nei loro percorsi di vita non semplici. Cerchiamo di aiutarli e di reinserirli nella società».

Quali sono i nuovi progetti del vostro ostello per il 2016?
«Per fronteggiare questo periodo di freddo invernale, aumenteremo i posti di accoglienza. Per cui, già dai primi giorni di quest’anno, avremo circa cento posti in più a disposizione delle persone senza dimora. In aggiunta, intensificheremo le nostre uscite serali: uno dei servizi più importanti che forniamo è appunto quello del servizio notturno itinerante, durante il quale i volontari e gli operatori vanno, ogni sera, in giro per strada a tentare di “intercettare” tutte quelle situazioni di disagio più problematiche e complesse riguardanti persone che avrebbero bisogno di noi ma che, da sole, non riuscirebbero mai a raggiungere i nostri servizi. Per questo motivo, donazioni come quella dell’Associazione Consulcesi Onlus, sono per noi utilissime perché, in questo modo, possiamo offrire a chi ne ha bisogno una distribuzione più massiccia di coperte e sacchi a pelo, e chi viene da noi al cancello per chiedere accoglienza avrà a disposizione anche questi beni che per loro sono di prima necessità».

Articoli correlati
“Tutta un’altra SMA”: il regalo di Natale solidale per garantire le stesse opportunità di cura a tutti
La campagna di Famiglie SMA per sostenere la ricerca e i progetti a favore delle famiglie che convivono con l’atrofia muscolare spinale, malattia rara che ogni anno in Italia colpisce circa 40-50 nuovi nati
Omicron e Natale, Draghi: «Valutiamo mascherine all’aperto, FFP2 al chiuso e tampone per i vaccinati»
Tanti i temi affrontati dal presidente del Consiglio Draghi nella conferenza stampa di fine anno. Dalle nuove misure alle scuole passando per omicron, obbligo vaccinale, tamponi e FFP2 al chiuso. Il premier non si sfila dalla corsa al Colle. Domani cabina di regia e stretta dal 27 dicembre
Covid-19, D’Amato: «Il Natale sarà migliore. Ammonizione per chi supera i 180 giorni dal vaccino»
Il Lazio si difende dalla quarta ondata con più posti letto, terze dosi e anticorpi monoclonali. D’Amato: «Niente zona gialla ma mantenere alta l’attenzione»
Christmas Blue: con pandemia aumenta rischio di angoscia e depressione
I consigli dello psicoterapeuta Giorgio Nardone, formatore Consulcesi: «Delimitare le emozioni negative e alimentare l’immaginazione per sentirsi meglio»
Che Natale sarà per i professionisti sanitari? Pensieri e stati d’animo di chi trascorrerà le feste in corsia
Medici, infermieri e operatori sanitari non si fermano neanche a Natale. Soprattutto quest’anno, per continuare la battaglia contro il Covid-19
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Dalla Redazione

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Ad oggi, 7 dicembre 2022, sono 646.415.951 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.644.903 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I casi in Italia L’ultimo bollettino di...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono gli effetti collaterali della quarta dose?

Gli effetti collaterali dell'ultimo richiamo di Covid-19 sono simili a quelli associati alle dosi precedenti: un leggero gonfiore o arrossamento nel punto di iniezione, stanchezza e mal di testa
Covid-19, che fare se...?

Che differenze ci sono tra i sintomi del Covid e quelli dell’influenza?

Da quando Omicron è diventata la variante dominante è più difficile riuscire a distinguere l'infezione Covid-19 da una normale influenza. Ci sono solo lievi differenze fra le due ...