Formazione 27 Novembre 2019

Triennio Ecm in scadenza, Speranza: «Nella riforma del Ssn ruolo fondamentale avrà la formazione»

Presidente della Commissione Ecm, il Ministro della Salute Roberto Speranza ha posto l’accento sull’importante ruolo dell’aggiornamento professionale: «Do un grande peso alla formazione continua in medicina». Tra i progetti di riforma anche l’aumento delle borse di specializzazione

«Do un grande peso alla formazione continua in medicina e mi impegnerò da ministro a seguire un progetto di riforma di questo settore». Lo ha dichiarato il ministro della Salute Roberto Speranza, rispondendo alle domande dei giornalisti a margine della visita all’Istituto superiore di sanità, rispetto alla scadenza, a fine dicembre, del triennio Ecm per la formazione continua dei medici. Scadenza che vede molti ‘camici bianchi’ ancora in ritardo con i crediti.

«Abbiamo fatto una riunione sulla formazione continua in medicina poche settimane fa – ha spiegato il ministro – e io ho presieduto la Commissione come disposto dalla norma vigente. Penso che la formazione sia fondamentale ed è uno dei pezzi che dobbiamo mettere a sistema rispetto alle sfide più complessive del Servizio sanitario nazionale. C’è un dialogo in corso e la mia opinione è che dobbiamo esserci insieme con i soggetti fondamentali, a partire dagli Ordini e le Regioni, e provare anche su questo terreno a immaginare una riforma. Dentro questo disegno più complessivo di riforma del Ssn, che sto provando a lanciare c’è un ruolo fondamentale anche della formazione continua».

Tra le priorità del ministro della Salute anche l’aumento delle borse di specializzazione. «In queste ore sto lavorando per aumentarle. Troppi laureati non riescono ad avere la borsa di specializzazione e questo come è noto ha provocato un imbuto formativo non più sostenibile. Questo è il punto».

«Ritengo – ha aggiunto Speranza – che questo sia uno spreco di risorse drammatico per il sistema Paese. Da una parte famiglie e genitori che fanno sacrifici per far studiare i figli e far prendere loro una laurea difficile come medicina e poi purtroppo non riescono ad avere uno sbocco, dall’altra il sistema Paese che investe molto per far laureare questi ragazzi ma poi, per il fatto che non ci sono abbastanza borse di specializzazione, si verifica uno spreco non accettabile di risorse. Quindi io in questo momento sono concentrato su questo, mi auguro che già in legge di Bilancio si possa dare un segnale nella giusta direzione».

Spazio anche alla promozione del vaccino anti-influenzale. «Fare il vaccino antinfluenzale è giusto e bisogna farlo. Come ministero stiamo facendo una campagna che va esattamente in questa direzione. L’invito a tutti è a farlo e soprattutto alle fasce d’età che ne hanno maggiore bisogno. Io non l’ho ancora fatto, ma il vice ministro PierPaolo Sileri si è vaccinato e ha fatto benissimo rappresentando anche me».

LEGGI: FORUM RISK MANAGEMENT, APRE IL MINISTRO SPERANZA: «CARENZA MEDICI, SUPERARE STAGIONE DEI TETTI DI SPESA»

Articoli correlati
Liste d’attesa, Mazzacane (Cisl medici Lombardia) «Rivisitare il livello di prestazione»
Per il segretario generale Cisl Medici Lombardia il modello Niguarda, con la App realizzata dal centro di terapia del dolore, è l’esempio da seguire
di Federica Bosco
Coronavirus, Speranza: «Nostro approccio tra i più protettivi, ma serve strategia europea»
Il ministro della Salute in audizione alla Commissione Affari Sociali della Camera ha ricordato tutte le strategie messe in campo per fronteggiare l’epidemia. Per gli italiani bloccati a Wuhan si sta valutando il rimpatrio
Nutrizione grande assente nei percorsi formativi dei medici europei. L’allarme di Espen
Muscaritoli: «L'apprendimento della nutrizione è obbligatorio per i futuri medici»
La frequenza di un evento all’estero, non accreditato in Italia, dà crediti validi nel sistema nazionale?
Per gli eventi non accreditati in Italia è possibile fare richiesta di riconoscimento dei crediti secondo quanto stabilito al paragrafo 3.4 (Formazione individuale all’estero) del Manuale sulla formazione continua del professionista sanitario.
Proroga Ecm: da Consulcesi il vademecum per evitare sanzioni
Dopo la decisione della Commissione Nazionale per l’Educazione Continua in Medicina di concedere un altro anno per assolvere all’obbligo formativo ecco tutto quello che c’è da sapere ed i principali rischi che corre chi non sarà in regola entro il 31 dicembre 2020
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Ecm

Ecm, Commissione nazionale proroga triennio 2017-2019. Un anno per recuperare i crediti mancanti

FNOMCeO: «Fino al 31 dicembre 2020 si possono acquisire crediti anche per il triennio 2014-2016». Confermato l’obbligo di 150 crediti per il periodo formativo 2020-2022. Roberto Stella: «Dopo pro...
Lavoro

Spese sanitarie in contanti e sgravi fiscali, cosa cambia per i professionisti della sanità

I pareri del fiscalista esperto in materia sanitaria Francesco Paolo Cirillo e del Tesoriere Sumai Napoli Luigi Sodano
Lavoro

«Il contratto sia applicato subito con incrementi e arretrati da gennaio 2020». I sindacati della dirigenza sollecitano le aziende

I sindacati che lo scorso 19 dicembre hanno firmato il nuovo contratto hanno sottoscritto una lettera aperta indirizzata agli enti del Servizio sanitario nazionale per chiedere l’immediata applicazi...