Salute 26 Novembre 2019 18:11

Forum Risk Management, apre il ministro Speranza: «Carenza medici, superare stagione dei tetti di spesa»

Il Ministro all’annuale Forum di Firenze torna sui risultati della manovra economica: «Il messaggio che la salute torna al centro e che si chiude definitivamente la stagione dei tagli. Fra le cose fatte penso che quella del Superticket abbia un messaggio anche più simbolico»

Forum Risk Management, apre il ministro Speranza: «Carenza medici, superare stagione dei tetti di spesa»

«Quello della carenza di personale in sanità è uno dei temi fondamentali se vogliamo salvare il nostro Servizio sanitario nazionale e rafforzarlo rispetto alle sfide del futuro. Io credo che già nel Patto per la salute dobbiamo dare un segnale molto netto». Al Forum Risk Management di Firenze il ministro della Salute Roberto Speranza ha esordito parlando di uno dei temi più sentiti nella sanità di oggi, quello della carenza di specialisti. Per Speranza è da superare «la stagione della spesa organizzata per silos chiusi e dei tetti di spesa. Lavorerò a quest’obiettivo e, sin dalla manovra di bilancio, mi auguro ci possano essere segnali interessanti per rispondere a questo grande tema della carenza del personale».

VIDEO: LA TAVOLA ROTONDA CON IL MINISTRO SPERANZA

(Il video inizia al minuto 00.29.00)

Il Forum, che andrà avanti fino al 29 novembre, mette a confronto i principali attori del sistema salute, dal ministro agli assessori alla sanità ai presidenti degli Ordini delle professioni sanitarie.

LEGGI ANCHE: AL VIA IL 14° FORUM RISK MANAGEMENT. GIANNOTTI: «MINISTRO LANCERÀ TAVOLO PERMANENTE CON LE PROFESSIONI SANITARIE»

A margine del Forum, Speranza ha parlato dei risultati raggiunti nella manovra di Bilancio: «Noi abbiamo ottenuto tre risultati straordinari in questa manovra. Primo: due miliardi in più sul fondo sanitario nazionale; secondo, due miliardi in più sull’edilizia e l’ammodernamento tecnologico; terzo, l’abolizione del Superticket. Io credo che dentro una manovra complicata, dove c’erano 23 miliardi di clausole di salvaguardia da provare a non far scattare, c’è un investimento molto significativo sul comparto salute. È il messaggio che la salute torna al centro e che si chiude definitivamente la stagione dei tagli. Fra le cose fatte – ha aggiunto Speranza – penso che quella del Superticket abbia un messaggio anche più simbolico, cioè noi diciamo ai cittadini: ‘Vogliamo che vi curiate, vogliamo prenderci cura di voi’, e quindi abbassiamo la diga che era rappresentata dal Superticket, questa brutta tassa sulla salute. L’abbiamo abbassata e questo rappresenta sicuramente un fatto importante e positivo». Per quanto riguarda la spesa sanitaria, secondo il ministro «si è fatto un passo avanti molto significativo: due miliardi in più significa l’1,7% in più. Voglio ricordare che negli ultimi due anni c’era +0,7% e +0,9%; quest’anno +1,7%, ma bisogna fare ancora meglio, mettere più soldi sul servizio sanitario nazionale per renderlo pronto ad affrontare le sfide del futuro».

Articoli correlati
Territorio, telemedicina e vaccini: il programma di Draghi ricalca quello di Speranza. E lo supera
La sanità secondo Draghi somiglia a quella immaginata nella bozza di Recovery Plan dello scorso governo. Ma il neo presidente del Consiglio ha aggiunto il suo tocco: piano vaccini e velocità d'esecuzione all'ordine del giorno come Israele
Nasce il Governo Draghi, alla Salute confermato Roberto Speranza
Il Presidente del Consiglio Mario Draghi ha comunicato la lista dei Ministri dopo un colloquio con il Capo dello Stato Sergio Mattarella. La conferma di Speranza era stata caldeggiata da numerosi addetti ai lavori per dare continuità alla lotta al Covid
Governo, Speranza favorito per la conferma alla Salute. Tutti i nomi del totoministri
Il presidente incaricato Mario Draghi non ha ancora sciolto la riserva ma già circolano i primi nomi per Lungotevere Ripa. Oltre al ministro uscente, in corsa anche Brusaferro, Locatelli e Rezza. Tra i virologi si parla di Ilaria Capua e Andrea Crisanti
Crisi di governo, sarà ancora Speranza a guidare la sanità? Il bilancio di un mandato difficile
Con la caduta del Governo Conte bis torna in bilico anche la casella del Ministro della Salute. Abbiamo ripercorso i 500 giorni di Roberto Speranza alla guida del dicastero caratterizzati dalla più grande emergenza sanitaria degli ultimi 70 anni
Giuseppe Conte al Colle per le dimissioni. Ora Conte Ter, unità nazionale o elezioni
Il Presidente del Consiglio ha convocato un CdM prima di recarsi da Sergio Mattarella a rimettere il mandato. Potrebbe ottenere un reincarico per verificare se esiste la possibilità di allargare la maggioranza. Forza Italia pronta per un esecutivo di unità nazionale. Il Ministro della Salute Speranza si schiera al fianco del premier
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 25 febbraio, sono 112.554.307 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 2.497.814 i decessi. Ad oggi, oltre 216,17 milioni di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata da...
Cause

Dermatologa condannata a pagare 90mila euro, l’assicurazione le nega la copertura: «Colleghi, attenzione alla clausola claims made»

In Italia succede che un medico possa pagare per anni un’assicurazione che poi, nel momento in cui riceve una richiesta risarcitoria, non vale più. Una stortura che potrebbe essere risolta con un d...
Cause

Perde causa contro due medici, Tribunale chiede 140mila euro di spese legali

La vicenda di una dottoressa che ha fatto causa a due colleghi perché convinta delle loro responsabilità nella morte del padre. «L'esborso mi ha messo in difficoltà ma ho proseguito in appello per...