6 giugno 2018

Le risposte per la sanità del nuovo governo – TG 08/06/2018

Nell’ottava puntata del Tg la politica è protagonista con i progetti del Ministro della Salute. I consigli di Silvestro Scotti al nuovo esecutivo su come intervenire in materia sanitaria. Inoltre, cronicità, pericolo malaria, malattie infettive e molto altro, insieme agli appuntamenti della settimana

Nell’ottava puntata del Tg, in apertura, le idee per la sanità italiana del nuovo Ministro della Salute, Giulia Grillo. Risposte occupazionali e innovazione tecnologica sul territorio per i medici: questi i primi passi che dovrebbe fare il nuovo Ministro secondo Silvestro Scotti, Segretario Fimmg. La malaria è la malattia più diffusa per importazione: c’è un reale pericolo per l’Italia? Su questo tema l’intervista esclusiva a Giovanni Rezza, Direttore del dipartimento di malattie infettive dell’Istituto Superiore di Sanità. Vacanze sulla terraferma o in mare? Per scegliere occorre valutare anche lo stato di salute. A dirlo Mauro Salducci, medico di bordo abilitato. Com’è cambiata oggi rispetto al passato la figura dello psicologo? A spiegarlo Fulvio Giardina, Presidente dell’Ordine Nazionale degli Psicologi. Inoltre, malattie cardiovascolari? Attenzione ai sintomi “silenziosi” e “atipici”.

GUARDA LA SETTIMA PUNTATA

Tags

Tg Sanità Informazione,psicologi,Giulia Grillo,ministro della salute,malaria,silvestro scotti,Giovanni Rezza
TG Sanità Informazione correlati
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

ECM, dal 2019 scattano i controlli. Anelli (FNOMCeO): «Valuteremo inadempienze». Coletto (Agenas): «Stop a ‘infiltrati’, serve verifica»

È a metà strada il triennio ECM 2017-2019: in aumento il numero di medici e operatori in regola, ma rimangono molti camici bianchi inadempienti. Controlli dal 2019. INTERVISTE AD ANELLI (FNOMCEO) E ...
Salute

Aggressioni al personale sanitario, Flori Degrassi (Asl Roma 2): «Operatori in trincea, minacciati anche con pistole»

«Abbiamo dovuto mettere le barriere al Pronto soccorso del Pertini ma l’interfono ostacola il rapporto tra paziente e operatore sanitario. E, nel nostro lavoro, la comunicazione è fondamentale», ...
Salute

Autismo e nuovi Lea, Marino (Fia): «Ancora due anni per attuazione, ma autistici diventeranno una categoria protetta»

«Grazie ai nuovi Lea i pazienti autistici potranno finalmente ricevere l’assistenza adeguata alla propria patologia, così come prescritto dalle Linee Guida per l’Autismo. Necessario mezzo miliar...
di Isabella Faggiano