OMCeO, Enti e Territori 13 dicembre 2016

Natale 2016: la solidarietà di Zoetis da Norcia a Sant’Egidio

L’azienda ha acquistato prodotti tipici per sostenere le attività delle zone colpite dal
terremoto del centro Italia. Gli alimenti sono stati devoluti alla comunità di Sant’Egidio.

A quasi 4 mesi dalla prima violenta scossa del terremoto che continua ad interessare il centro Italia, Zoetis rinnova la sua solidarietà per gli abitanti delle zone di Lazio, Marche e Umbria sconvolte dal sisma. E sceglie di farlo sostenendo le attività produttive dei territori coinvolti, lavorando al fianco di una realtà impegnata nell’aiuto dei più bisognosi. Zoetis Southern Europe ha acquistato infatti prodotti alimentari per un valore complessivo di 6mila euro dalle zone terremotate dell’Umbria, colpite lo scorso 30 ottobre da un violentissimo terremoto. L’acquisto è stato quindi evoluto interamente alla Comunità di Sant’Egidio per la preparazione dei pasti che vengono distribuiti quotidianamente ai senza tetto e alle persone disagiate della zona di Roma. I prodotti acquistati da Zoetis sono lenticchie, zuppe di legumi e formaggi della zona di Castelluccio di Norcia, provenienti dalla cooperativa Grifolatte che ha fatto da collante tra tutti i produttori e allevatori della zona. Oltre ad essere utilizzati nelle attività quotidiane di Sant’Egidio, gli alimenti andranno ad arricchire il pranzo di Natale che ogni anno la comunità allestisce su tutto il territorio italiano. “Nel giorno di Natale la Comunità di Sant’Egidio apparecchia tante grandi e festose tavole per chi è solo, povero, straniero”, racconta Marco Sala, referente della mensa della Comunità di Sant’Egidio, di via Dandolo,10 nella capitale. “Lo fa a Roma e in tante altre parti d’Italia e del mondo. L’anno scorso hanno pranzato con noi 200.000 persone. Tutto ciò è possibile grazie ai gesti di solidarietà di tanti, come il generoso contributo in alimenti che Zoetis ha acquistato da ditte colpite dal recente terremoto. Essere vicino a chi soffre non è così difficile, anzi ci rende migliori e più felici”. Sant’ Egidio è un’associazione internazionale presente in oltre 70 paesi di tutti i continenti, impegnata nella comunicazione del vangelo e nella carità. Nata a Roma nel 1968 per iniziativa del fondatore Andrea Riccardi, la comunità è impegnata da sempre nel sostegno ai più bisognosi, e ha organizzato in tutti i paesi in cui opera, mense, scuole di lingua per gli immigrati, centri in cui si distribuiscono generi di prima necessità, scuole pomeridiane per bambini, centri per portatori di handicap, centri per anziani, ambulatori medici e centri per persone con disagio psichico. L’acquisto di prodotti tipici della zona di Norcia rientra nel piano di social responsability che
Zoetis ha messo in atto sin da settembre, in concomitanza del primo terremoto che ha devastato la zona di Amatrice e dei comuni del reatino, devolvendo nell’occasione 10 mila euro all’associazione ACDC che addestra cani per ritrovare le persone in caso di catastrofi. “Zoetis Southern Europe, che raggruppa Italia, Spagna, Portogallo, Grecia e Balcani dell’est, è una community e come tale è come se fosse un unico paese: non potevamo quindi non mettere a disposizione anche le nostre risorse”, commenta Felix Hernaez, Vice President e General Manager Southern Europe di Zoetis. “Zoetis è sempre intervenuta con iniziative di solidarietà in tutti i paesi in cui è presente. D’altronde uno dei settori chiave per i progetti di Social Responsability di Zoetis è il sostegno alle comunità in cui operiamo, non solo migliorando la salute degli animali e aumentando la sostenibilità degli allevamenti, ma anche sostenendo le comunità con progetti ed iniziative di interesse per il territorio”. Il progetto di Social Responsability di Zoetis, ovviamente, non finisce qui. Proseguirà anche per tutto il 2017, con progetti di sostegno e affiancamento per gli allevatori e i veterinari delle zone terremotate del centro Italia.

Zoetis

Zoetis (zō-EH-tis) è l’azienda leader operante nel settore della salute animale, dedicata a fornire supporto ai propri clienti e al loro business. Forte dell’esperienza maturata in 60 anni di attività, Zoetis è impegnata nella ricerca, nello sviluppo, nella produzione e nella commercializzazione di farmaci e vaccini per uso veterinario, arricchiti da prodotti
diagnostici e test genetici e supportati da un’ampia gamma di servizi. I suoi prodotti vengono utilizzati da veterinari, allevatori di bestiame e chiunque si prenda cura di animali da reddito e da compagnia, in più di 100 paesi. Nel 2015, l’azienda ha realizzato un fatturato annuo di 4,8 miliardi di dollari con circa 9.000 dipendenti. Per ulteriori informazioni sull’azienda, visitare il sito www.zoetis.com.

Comunità di S’ Egidio
La Comunità di Sant’Egidio è nata a Roma nel 1968, per iniziativa di un giovane, allora meno che ventenne, Andrea Riccardi. Iniziò riunendo un gruppo di liceali, come era lui stesso, per ascoltare e mettere in pratica il Vangelo. La prima comunità cristiana degli Atti degli Apostoli e Francesco d’Assisi sono stati i primi punti di riferimento. Il piccolo gruppo iniziò subito ad andare nella periferia romana, tra le baracche che in quegli anni cingevano Roma e dove vivevano molti poveri, e cominciò un doposcuola pomeridiano (la “Scuola popolare”, oggi “Scuole della pace” in tante parti del mondo) per i bambini. Da allora la comunità è molto cresciuta, e oggi è diffusa in più di 70 paesi di 4
continenti. Anche il numero dei membri della comunità è in crescita costante. Oggi sono circa 50.000, ma è assai difficile calcolare il numero di quanti in modo diverso sono raggiunti dalle diverse attività di servizio della comunità, come pure di quanti collaborano in maniera stabile e significativa proprio al servizio ai più poveri e alle altre attività svolte da Sant’Egidio senza farne parte in senso stretto.

Per informazioni: www.santegidio.org
Telefono: 06 8992234

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Ex specializzandi, emendamento al Bilancio. Aiello (Ap): «Sbloccare transazione entro fine anno»

«Se andasse a buon fine la questione ex specializzandi si potrebbe sbloccare il turnover e finanziare le scuole di specializzazione» così il Senatore nell’intervista esclusiva a Sanità Informazi...
Sanità internazionale

Elogio della medicina generale, che può veramente salvarci la vita

«Mi sono iscritto a medicina perché ero attirato dalla sua aura di eroismo, dalla possibilità di intervenire per risolvere un problema pericoloso. È stata la sala operatoria, ovviamente, a cattura...
Salute

Al via la prova d’esame delle specializzazioni mediche: «Basta con il concorso ‘lotteria’ dove vince il più fortunato…»

Parte il concorso tanto atteso dai medici neolaureati. Ecco le nuove regole stabilite dal Miur: prova unica nazionale così come la graduatoria finale. Fedeli: «Introdotte novità qualificanti». Ma ...