Sanità internazionale 15 Febbraio 2016

Sanità internazionale

Zika, task force europea per un vaccino

Aedes aegypti, è questo il nome della zanzara vettore di malattie quali dengue, febbre gialla e chikungunya, ma soprattutto del famigerato virus Zika, causa di un’epidemia di portata mondiale, sempre più al centro dell’attenzione mediatica. Al momento, il Paese più colpito dal virus è il Brasile, con più di un milione di contagi da aprile 2015 ad oggi, seguito dalla Colombia. I sintomi sono apparentemente poco allarmanti: di solito febbre per una settimana e sfoghi cutanei; a preoccupare sono gli oltre 400 casi di microcefalia registrati (grave malformazione neurologica pre-parto che comporta una significativa riduzione del volume del cranio e del cervello nei neonati), più altri 3670 in attesa di conferma, che sembrano strettamente e irrimediabilmente correlati al virus. Il 30 gennaio scorso, il Ministero della Salute brasiliano ha riferito di 4.783 casi di microcefalia e/o malformazioni del sistema nervoso centrale, con 76 morti infantili. Inoltre, il virus potrebbe aver causato anche un caso di una malattia neurologica in un adulto statunitense. L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha dichiarato lo stato di emergenza, preoccupato dal rapido aumento dei contagi che potrebbe raggiungere quota 3-4 milioni; l’Alto commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani, Zeid Ra’ad Al Hussein, ha chiesto ai Paesi più colpiti di garantire alle donne contagiate il diritto all’aborto; l’Agenzia Europea dei Medicinali (EMA) ha risposto istituendo una task force di esperti per la ricerca e lo sviluppo di farmaci o vaccini. Il virus è già presente in 33 Paesi nel mondo, di cui 21 nel continente americano e diversi casi anche in Europa: 4 italiani, 3 inglesi, 2 spagnoli, 5 tedeschi, più un altro caso ancora in Danimarca. Inoltre, in questi ultimi giorni sono stati registrati un primo caso in Cina, due casi di trasmissione tramite trasfusione di sangue in Brasile e il primo caso di contagio per via sessuale in Texas. La paura di una diffusione globale dell’epidemia cresce.

Articoli correlati
Tumore al seno: EMA concede valutazione accelerata per Trastuzumab Deruxtecan
Il Comitato per i Medicinali per Uso Umano (CHMP) dell’Agenzia Europea del Farmaco (EMA) ha concesso la valutazione accelerata per Trastuzumab deruxtecan, l’anticorpo monoclonale coniugato (ADC) anti-HER2 per il trattamento di pazienti adulti con carcinoma mammario HER2 positivo non resecabile o metastatico che hanno ricevuto due o più precedenti regimi terapeutici anti-HER2. Lo riferisce l’azienda […]
Covid-19, Ema autorizza trattamento con antivirale remdesivir
L’Agenzia europea del farmaco ha espresso il via libera per adulti e adolescenti di età pari o superiore a 12 anni con polmonite da Sars-Cov-2 che richiedono ossigeno supplementare
Elezioni europee 2019, Giuseppe Sanò (+Europa): «Dobbiamo puntare ad un’equità sanitaria»
Laureato in farmacia e messinese, con un passato come amministratore locale eletto attraverso una lista civica. Il candidato al Parlamento europeo sotto il simbolo di +Europa auspica l’introduzione di un «ministero della Salute europeo»
Ema, il governo presenta nuovo ricorso a Corte UE contro sede ad Amsterdam
Il direttore dell’Agenzia europea del farmaco Guido Rasi: «Il trasloco è un rompicapo, uno spreco di tempo, energie e risorse, che impedisce il corretto funzionamento dell’ente»
Ricerca biomedica e farmaci innovativi, Rasi (Ema): «Serve approccio olistico per nuove opzioni terapeutiche»
«In questo scenario, compito dell’EMA non sarà solo l’autorizzazione del farmaco ma anche la valutazione della credibilità di alcune sorgenti di informazioni in uno scenario nuovo e diverso dal passato» così Guido Rasi, direttore esecutivo dell'EMA
di Lucia Oggianu
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 25 settembre, sono 32.234.685 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 983.042 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 25 settembre: Ad oggi in...
Salute

Covid, Cavanna: «Casi severi in aumento, riabilitare l’idrossiclorochina. Pazienti vaccinati sembrano avere prognosi migliore»

L’oncologo famoso in tutto il mondo per le sue cure anti Covid a domicilio spiega: «Estate tranquilla ma ora qualcosa è cambiato». Presto sarà pubblicato uno studio sulla sua metodologia di cura...
Formazione

Test di Medicina 2020, ecco come è andata: la cronaca dalle università di Roma, Firenze, Milano, Napoli e Bari

Oltre 66 mila candidati per 13.072 posti disponibili. Tra speranze, sogni, proteste e irregolarità, anche quest’anno il Test di medicina ha fatto parlare di sé. Pubblicate le risposte corrette al ...