Sanità internazionale 10 Novembre 2020 13:46

USA, il neo-eletto Joe Biden annuncia la sua task-force contro il coronavirus

Tre presidenti e dieci esperti nella task force contro Covid-19 annunciata da Joe Biden, vincitore delle elezioni presidenziali negli Stati Uniti. Il candidato democratico punta a distanziarsi quanto possibile dalla gestione trumpiana e vuole farlo con la scienza

USA, il neo-eletto Joe Biden annuncia la sua task-force contro il coronavirus

Presidente eletto da qualche giorno, dopo la fine del conteggio dei voti in Pennsylvania che gli ha portato 20 grandi elettori, il candidato democratico Joe Biden ha messo in moto uno dei progetti della sua “nuova America”. La gestione del virus Sars-CoV-2 e della sua diffusione e un nuovo approccio all’epidemia sono stati due punti fermi della sua campagna elettorale. Ed ora Biden ha annunciato i nomi dei componenti della task force contro il coronavirus.

Ci saranno tre presidenti a capo del Transition Covid-19 Advisory Board e dieci membri tra i nomi del mondo scientifico statunitense. Del triumvirato faranno parte: David Kessler, professore di epidemiologia alla California University e commissario fino al 1997 per la Food and Drug Administration; Marcella Nunez-Smith, professoressa dell’Università di Yale dove si occupa di vari corsi sulla gestione della sanità pubblica per le popolazioni marginalizzate; infine Vivek Murphy, già responsabile fino al 2017 della Sanità pubblica e in prima linea con le epidemie di Ebola e virus Zika.

I 10 ESPERTI DELLA TASK-FORCE

Tra i 10 esperti presenti nel team, competenze molto diversificate per abbracciare tutti gli aspetti della pandemia:

  • Luciana Borio, di origine italiana, è un’esperta in biodifesa ed era membro del National Security Council;
  • Ezekiel Emanuel, oncologo nell’Università di Pennsylvania, a capo del dipartimento di Bioetica del National Institute of Health;
  • Julie Morita, vice-presidente della Robert Wood Johnson Foundation e già parte del dipartimento Sanità di Chicago;
  • Micheal Osterholm, con una specializzazione in malattie infettive all’Università del Minnesota e in passato inviato statale per la sicurezza sanitaria;
  • Atul Gawande, professore di chirurgia di Harvard ed ex consigliere per la Sanità durante l’amministrazione Clinton;
  • Rick Bright, virologo ed immunologo, licenziato da Donald Trump per aver criticato la risposta governativa alla pandemia e “le pressioni” sull’idrossiclorochina. Era a capo della Biomedical Advanced Research and Development Authority;
  • Celine Gounder, con esperienza nel bureu contro la tubercolosi nel dipartimento Sanità di New York;
  • Loyce Pace, a capo del Global Health Council e già dirigente dell’American Cancer Society;
  • Robert Rodriguez, professore di infettivologia all’Università della California;
  • Eric Goosby, a capo del programma federale contro Hiv/Aids durante la presidenza Clinton.

Biden, dopo aver annunciato la sua task force contro il coronavirus, si è rivolto anche ai suoi concittadini. «Indossare la mascherina non è un fatto politico – ha detto -, ma un buon sistema per cominciare a riunificare il Paese. Non importa per chi abbiate votato; non importa quale sia il vostro partito o il vostro punto di vista. Noi potremmo salvare decine di migliaia di vite se ciascuno di noi indosserà la mascherina per alcuni mesi. Salveremmo non vite dei democratici o dei repubblicani. Ma vite americane».

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

 

Articoli correlati
Attacco hacker, Ue preoccupata: «Sanità sempre più nel mirino». Danni a professionisti e pazienti
Quella che poteva sembrare una storia locale e di breve durata si sta dimostrando un problema molto più grosso che interessa anche l’Unione europea. In ballo ci sono dati sensibili, il lavoro degli operatori sanitari e la salute dei cittadini
Israele, casi in aumento: il «bollettino più preoccupante da inizio marzo». Restrizioni allo studio
Secondo i dati del Ministero della Salute, il 42% dei pazienti in condizioni gravi non è vaccinato contro Covid-19
Covid-19, con l’introduzione delle ‘zone’ evitati 25mila ricoveri solo nel primo mese
È questo il risultato principale di uno studio congiunto tra Fondazione Bruno Kessler, Istituto Superiore di Sanità e INAIL pubblicato sulla rivista Nature Communications
Covid-19, il Comitato bioetica: «Sul vaccino decide adolescente, non genitore»
«La sua volontà prevale». Nel caso rifiuti l'iniezione, «va informato ma non obbligato»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 3 agosto, sono 198.944.127 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 4.236.600 i decessi. Ad oggi, oltre 4.15 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&n...
Covid-19, che fare se...?

Posso bere alcolici prima o dopo il vaccino anti-Covid?

Sbronzarsi nei giorni a cavallo della vaccinazione può compromettere la risposta immunitaria e, dunque, depotenziare gli effetti del vaccino?
Salute

Guida al Green pass, può essere revocato? Serve anche ai ragazzi? Le risposte di Cittadinanzattiva

Chi ne è esentato? E cosa deve fare chi è guarito? Intervista a Isabella Mori, Responsabile del servizio tutela di Cittadinanzattiva