Salute 6 Luglio 2018

Vaccini, Burioni contro l’autocertificazione: «Per la palestra presento un certificato medico e se mi sento male l’unico danneggiato sono io…»

L’iniziativa del Ministero – che semplifica le procedure burocratiche sulle vaccinazioni – non trova il parere favorevole di Roberto Burioni. Il virologo esprime le sue perplessità sul suo profilo Facebook

Immagine articolo

Basterà presentare una dichiarazione sostitutiva delle vaccinazioni effettuate per iscrivere i propri figli al prossimo anno scolastico. Lo hanno specificato ieri in conferenza stampa il ministro della Salute Giulia Grillo e quello dell’Istruzione Marco Bussetti.

La circolare congiunta sui vaccini, infatti, cancella di fatto, l’obbligo previsto per legge di presentare entro il 10 luglio la certificazione ufficiale della Asl per comprovare le avvenute vaccinazioni. Si tratta di un primo provvedimento pensato per alleggerire le procedure burocratiche a carico delle famiglie e delle scuole, in attesa dell’approfondimento sul dibattito pubblico relativo all’obbligatorietà dei vaccini che avverrà in Parlamento.

LEGGI ANCHE: MEDICI E GENITORI ANTI-VAX: COME COMPORTARSI DI FRONTE AGLI ‘SCETTICI’? LO SPIEGA IL VIROLOGO ROBERTO BURIONI

Da più parti sono arrivati i primi commenti sull’iniziativa del ministero, che non trova il parere favorevole del virologo Roberto Burioni; il medico, infatti, esprime così qualche perplessità sul suo profilo Facebook: «Sono iscritto a uno Sporting Club: per utilizzare la palestra e nuotare in piscina ho dovuto presentare un certificato medico, non si sono accontentati dell’autocertificazione, anche se venendomi un infarto l’unico danneggiato sarei io, e potrei legittimamente invocare la libertà di scelta di morire nuotando. Per i vaccini – si legge –  che se omessi provocano pericolo all’intera società, basta l’autocertificazione».

 

SEGUICI ANCHE SU FACEBOOK <— CLICCA QUI

 

Articoli correlati
Vaccini antinfluenzali, Federfarma Roma: «Già esaurite le prime 20mila dosi»
Già disponibili altre 20mila dosi per la popolazione tra i 18 e i 59 anni. Cicconetti: «Ulteriore prova dell’importanza delle farmacie nel sistema salute regionale e italiano. Entrare nella rete di sorveglianza sanitaria ci permetterà di seguire i soggetti eventualmente positivi fino alla somministrazione del tampone»
Vaccini in farmacia. Magi (Omceo Roma): «Pronti a collaborare purché si cambi la norma. Altrimenti siamo tutti fuorilegge»
La posizione del presidente dell’ordine dei medici di Roma, Antonio Magi, in merito al tavolo tecnico che si è svolto ieri in regione Lazio. «La legge purtroppo impedisce la presenza del medico in farmacia. La vaccinazione è e resta un atto medico»
Giornata internazionale igienisti dentali: «Non rinunciate alla prevenzione per paura del covid-19»
«Il messaggio che mandiamo è forte e chiaro - spiega la presidente Antonella Abbinante - davanti al Covid-19 bisogna saper evolvere, non abbandonare i controlli per la salute»
Giornata Mondiale della vista, l’80% dei casi di cecità sono prevenibili
Questa mattina la conferenza stampa di presentazione dell’evento a cui seguirà una maratona in diretta streaming sulla pagina Facebook di IAPB Italia. Stirpe (Fondaz. Bietti): «L’organizzazione della sanità dovrà contenere il rischio contagio e trattare le urgenze delle quali l’epidemia ha ritardato la cura». Mariotti (OMS): «Senza una buona vista si rischia tre volte di più di ammalarsi di depressione e di avere incidenti stradali»
Aumento casi Covid, Anelli (FNOMCeO): «Siamo preoccupati. Tamponi rapidi possono essere svolta»
Intervenuto al Congresso della Fimmg, il presidente della Federazione degli Ordini dei Medici: «Mai più carenza mascherine per medici. Superato il modello del medico di medicina generale che lavora da solo»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 22 ottobre, sono 41.243.013 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.131.528 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 21 ottobre: Ad oggi in I...
Contributi e Opinioni

«Tamponi Covid sui bambini: troppe prescrizioni che non tengono conto dei rischi intra-procedurali»

di prof. Filippo Festini, Professore Associato di Scienze Infermieristiche generali, cliniche e pediatriche all’Università degli Studi di Firenze
di Filippo Festini, Professore Associato di Scienze Infermieristiche generali, cliniche e pediatriche, Università di Firenze
Ecm

ECM, De Pascale (Co.Ge.APS): «Entro fine anno azzereremo posizioni arretrate e Ordini potranno certificare formazione»

Il presidente del Co.Ge.APS racconta a Sanità Informazione i mesi appena trascorsi e anticipa il cambiamento di forma giuridica che il Consorzio avrà dal prossimo anno. E sulla riforma del sistema E...