Salute 19 Giugno 2018 17:19

Tumori, Amadori (AIL): «Immunoterapia e Car-T stanno rivoluzionando la cura di leucemie, linfomi e mielomi»

«Nuove cure che colpiscono in maniera selettiva le cellule tumorali risparmiando le cellule normali, un altro orizzonte rispetto alla chemioterapia» così Sergio Amadori, Presidente dell’Associazione italiana contro le leucemie

Tumori, Amadori (AIL): «Immunoterapia e Car-T stanno rivoluzionando la cura di leucemie, linfomi e mielomi»

Nel 2017 in Italia sono stati diagnosticati complessivamente 31.700 nuovi casi di tumori ematologici. L’immunoterapia e la CAR-T (Chimeric Antigen Receptor T-cell) sono le speranze concrete per la cura di queste malattie che potrebbero in un prossimo futuro sostituire le cure tradizionali. L’argomento è stato al centro della presentazione, oggi a Roma, della 13° Giornata nazionale contro leucemie, linfomi e mieloma che sarà celebrata il 21 giugno.

«Le nuove prospettive terapiche rappresentano un importante passo in avanti considerando che, fino a pochi anni fa, l’unico metodo di cura era la chemioterapia, con significativi effetti collaterali» dichiara ai nostri microfoni Sergio Amadori, Presidente Nazionale AIL e Professore Onorario di Ematologia dell’Università di Roma Tor Vergata. «La ricerca sulle malattie tumorali del sangue ha fatto dei progressi straordinari negli ultimi 20 anni. Le possibilità di controllare la malattia stanno crescendo continuamente, la sopravvivenza dei pazienti si allunga in maniera significativa e la proporzione di quelli che guariscono sta incrementandosi in maniera continuativa».

LEGGI ANCHE: LEUCEMIA INFANTILE, TRA LE CAUSE ANCHE LA MANCATA ESPOSIZIONE AI MICROBI. LA RICERCA PUBBLICATA SU NATURE

«Oggi – prosegue il Presidente – possono essere utilizzati farmaci innovativi in particolare quelli cosiddetti ‘intelligenti’ cioè capaci di colpire in maniera selettiva le cellule tumorali risparmiando le cellule normali, cosa che invece tipicamente non fa la chemioterapia tradizionale. Ecco queste terapie intelligenti utilizzate in combinazione con la chemioterapia, hanno consentito di ottenere risultati veramente straordinari».

Altra frontiera in via di sviluppo è l’immunoterapia, quella soluzione curativa che tratta il cancro come fosse un’infezione scatenandogli contro il sistema immunitario. «Tra le varie possibilità terapeutiche che si sono presentate nell’ultimo decennio – aggiunge Amadori -, l’applicazione di terapie immunoterapiche sta producendo risultati molto eclatanti. Credo che tutti hanno sentito parlare recentemente delle famose cellule CAR-T: linfociti del paziente affetto da tumore che, prelevate e ingegnerizzate in laboratorio, vengono armate di tutto punto per combattere il tumore dall’interno. Queste CAR-T hanno ottenuto la remissione in oltre l’80% dei pazienti, una remissione duratura nel tempo che ha dato vita a potenziali guarigioni».

«Ritengo che questa soluzione diventerà una delle colonne portanti di tutto il trattamento dei tumori del sangue – conclude – e siamo molto fiduciosi che, con l’aiuto dei nostri ricercatori e di AIL, questo orizzonte di successo possa diventare sempre più prossimo».

LEGGI ANCHE: TERAPIA GENICA, IL CASO DI SUCCESSO DEL BAMBINO GESÙ. QUINTARELLI (OPBG): «POTREBBE ESSERE IL FUTURO ANCHE PER LE MALATTIE AUTOIMMUNI»

Articoli correlati
«L’Italia riparta da volontariato e Terzo Settore». L’appello di AIL per una sanità a misura d’uomo
Al Convegno a Roma presenti le principali realtà associazionistiche nel campo della salute. Focus sulla tossicità finanziaria
Leucemia, nei podcast “Diamo voce al futuro” di AIL e Janssen storie di pazienti per sostenere la ricerca
L’obiettivo è rendere le terapie con cellule Car-T sostenibili dal sistema sanitario nazionale e accessibili a tutti
di Federica Bosco
Ossido di etilene nelle sacche per la nutrizione artificiale, Bologna (CI) presenta interrogazione
L'Associazione famiglie disabili lombarde ha rivolto una lettera ai ministeri della Salute e della Disabilità, rappresentando i rischi per la salute derivanti dal suo utilizzo per la sterilizzazione delle sacche per la nutrizione artificiale
Giornata nazionale contro Leucemie, Mielomi e Linfomi: il punto su ricerca e nuove terapie
Il 21 giugno specialisti ed ematologi di AIL risponderanno alle domande dei pazienti, dalle 8 alle 20, al numero verde 800226524. L'obiettivo è raccontare i progressi della ricerca e il supporto avuto durante la pandemia da Covid dalla telemedicina e dai volontari
di Federica Bosco
Immunoterapia, farmaci orali innovativi e terapie senza chemio al Congresso “Leukemia” promosso da AIL
Il 26 e 27 aprile AIL, nel corso dei lavori di Leukemia 2021, racconterà insieme a ematologi italiani e stranieri il suo ruolo a sostegno della ricerca scientifica, gli studi e i risultati più avanzati dell’ematologia e le speranze future legate a terapie sempre più rivoluzionarie
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 3 dicembre, sono 264.261.428 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 5.235.680 i decessi. Ad oggi, oltre 8,08 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Ecm

Proroga ECM in scadenza, De Pascale (Co.Ge.A.P.S.): «Inviate agli Ordini posizioni formative degli iscritti»

Il presidente del Consorzio Gestione Anagrafica Professioni Sanitarie a Sanità Informazione: «Pronti ad affrontare fine proroga, poi Ordini valuteranno che azioni intraprendere con inadem...
Salute

«A Natale 25-30mila casi al giorno e 1000 decessi settimanali. Tutto dipenderà dal Governo». L’analisi del fisico Sestili

L’intervista al divulgatore scientifico Giorgio Sestili: «La curva continuerà a crescere di un 25-30% settimanale. Lo scenario drammatico in Austria e Germania si può ripropo...