Salute 15 Agosto 2022 09:00

Sintomi di gravidanza, come riconoscerli sin dalle primissime settimane

Bifulco (Federico II): «Lo status emotivo della donna influenza il livello delle sensazioni. Non accorgersi di essere incinte? Da un certo punto in poi è impossibile»

Sintomi di gravidanza, come riconoscerli sin dalle primissime settimane

Prima ancora dell’inequivocabile pancione, ma anche delle nausee e della ritenzione idrica, talvolta addirittura prima dell’assenza di ciclo mestruale e, quindi, di un test positivo tra le mani: le donne, a volte, lo sanno e basta. Esistono infatti una serie di segni e sensazioni, più che di sintomi veri e propri, ascrivibili ad una gravidanza in corso nelle sue primissime fasi, comuni a molte donne. Quali sono, quanto sono frequenti, e da cosa dipendono, lo abbiamo chiesto al professor Giuseppe Bifulco, direttore dell’UOC di Ginecologia e Ostetricia presso il Policlinico “Federico II” di Napoli.

Professore, per una donna dal momento del test positivo inizia una vera giostra di emozioni e cambiamenti fisici. Ma come ci sente, invece, nei giorni successivi al concepimento?

«Si tratta di una sintomatologia abbastanza complessa da inquadrare. Molte donne, dopo aver avuto la conferma di essere incinte, riferiscono di aver provato nelle primissime settimane di gestazione ancora “inconsapevole” una sensazione di profondo benessere al quale poi è seguito il ritardo mestruale, il test positivo eccetera. Frequente è anche una sintomatologia simile a quella premestruale, che talvolta induce le donne a pensare all’imminente arrivo delle mestruazioni che poi, invece, non arrivano».

Perché questa sovrapposizione di sintomi?

«Questo accade sia perché, a livello ormonale, la donna gravida nelle primissime fasi non differisce molto da quella non gravida, ma anche perché, se pensiamo al lieve fastidio al basso ventre che può contraddistinguere sia l’inizio della gravidanza sia l’inizio delle mestruazione, è indice che a livello uterino qualcosa stia accadendo. In alcuni casi, in corrispondenza dei giorni attesi per il ciclo mestruale, possono aversi delle perdite ematiche, cosiddette perdite da impianto, assolutamente fisiologiche, che possono essere scambiate per l’arrivo della mestruazione».

Quanto varia da donna a donna la sintomatologia iniziale della gravidanza?

«La sintomatologia delle primissime settimane di gravidanza, viene avvertita in maniera spesso direttamente proporzionale alla predisposizione emotiva della donna: c’è la donna che quella gravidanza l’ha cercata disperatamente, c’è la donna che non sospetta di poter essere incinta, c’è la donna che è sopraffatta da altri pensieri o preoccupazioni come la cura di altri figli. È chiaro che la capacità di ascoltare i segnali del proprio corpo è influenzata da molteplici fattori».

Si sente sempre più spesso, sia a causa di un noto format televisivo sia per i recenti tragici fatti di cronaca, di donne che non si accorgono di essere incinte fino a gravidanza inoltrata, addirittura fino al momento del parto. È davvero possibile avere una gravidanza così asintomatica?

«Si tratta di casi in cui la negazione dello status gravidico è talmente forte a livello psicologico per la donna da riuscire a mettere a tacere o ad attribuire ad altre cause qualunque sintomo clinico, dall’amenorrea alla nausee al ventre che continua a crescere. In condizioni psichiche normali è impossibile non accorgersi di una gravidanza in corso, perché la sintomatologia, per quanto variabile da donna a donna, è comunque presente ed inequivocabile anche nei casi in cui è più lieve».

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Gravidanze indesiderate, è record in Campania. Il progetto per promuovere empowerment femminile e contraccezione
L’iniziativa, promossa dalla Fondazione Scuola di Alta Formazione Donne di Governo insieme a Organon, ha come obiettivo la formazione e l’informazione di ragazzi, famiglie, e operatori in materia di sessualità consapevole
Chirurgia intima: ringiovanimento vaginale e labioplastica tra gli interventi più desiderati
Torna, per il nono anno consecutivo, dal 26 settembre al 1° ottobre 2022, l’appuntamento con la Settimana del Benessere Sessuale (SBS): incontri e consulenze, offerte dagli specialisti in tutta Italia, in tema di sessualità, educazione sessuale e affettività. L’indagine della FISS sulla chirurgia estetica dei genitali: «Chi ha ceduto alla tentazione del bisturi l’ha fatto per colmare un senso di insoddisfazione e per migliorare la relazione sessuale con il partner»
Pubertà precoce femminile, colpa (anche) di smartphone e tablet?
Salerno (SIEDP): «Ancora da stabilire meccanismi di correlazione. Evitare allarmismi ma regolamentare tempistiche d’uso»
Terapia del dolore? Meno di tre pazienti su dieci sanno di potervi accedere
Al 45° Congresso AISD i risultati di una survey che illustrano la scarsa conoscenza dei cittadini sulla legge 38/2020 per la presa in carico del dolore cronico
Arriva dal mare la cura per cartilagine e artrosi delle ginocchia
Uno studio internazionale dimostra che l’aragonite contenuta nei coralli e impiantata nell’arto grazie ad un device a forma cilindrica sarebbe in grado di garantire un miglioramento clinico e funzionale del ginocchio senza rischi di rigetto. Primi due interventi alla Clinica Città di Pavia del gruppo San Donato
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 27 settembre 2022, sono 615.555.422 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.538.312 i decessi. Ad oggi, oltre 12.25 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata ...
Covid-19, che fare se...?

Se risulto negativo al test ma ho ancora i sintomi posso contagiare gli altri?

Sintomi come febbre e tosse possono durare più della positività al test antigenico rapido. Gli scienziati si stanno interrogando quindi sulla durata della contagiosità. L'ipotesi ...
Covid-19, che fare se...?

Quanto durano i sintomi del Long Covid?

La durata dei sintomi collegati al Long Covid può essere molto variabile: si va da qualche settimana fino anche a 24 mesi