Salute 20 Maggio 2019 10:28

Settimana Mondiale Tiroide, dal 20 al 26 maggio convegni e screening gratuiti in tutta Italia

Raggiunta la iodo-sufficienza in Italia, ma per Antonella Olivieri, responsabile scientifico dell’Osservatorio nazionale per il Monitoraggio della Iodoprofilassi in Italia «l’obiettivo oggi è verificare che anche le nostre donne in gravidanza abbiano un adeguato apporto nutrizionale di iodio»

Settimana Mondiale Tiroide, dal 20 al 26 maggio convegni e screening gratuiti in tutta Italia

Al via la Settimana Mondiale della Tiroide. In diverse città d’Italia, dal 20 al 26 maggio, sarà possibile partecipare ad incontri informativi, convegni, effettuare screening ed ecografie gratuitamente. “Amo la mia tiroide…e faccio la cosa giusta”, è lo slogan scelto per l’edizione 2019, il cui obiettivo, spiega Antonella Olivieri, responsabile scientifico Osservatorio nazionale per il Monitoraggio della Iodoprofilassi in Italia (OSNAMI), è quello di «garantire un’adeguata nutrizione iodica alla popolazione». L’iniziativa è patrocinata dal Ministero della Salute e dall’Istituto Superiore di Sanità.

«La prevenzione è importantissima, – spiega ai nostri microfoni Antonella Olivieri, responsabile scientifico Osservatorio nazionale per il Monitoraggio della Iodoprofilassi in Italia (OSNAMI) dell’Istituto Superiore di Sanità – ma soprattutto è facile, efficace e anche economico attuare un programma di prevenzione per le patologie tiroidee. Come si fa? È sufficiente garantire un’adeguata nutrizione iodica alla popolazione e questo perché lo iodo è il costituente fondamentale degli ormoni della tiroide che sono importantissimi per lo sviluppo del sistema nervoso centrale e per l’accrescimento durante la vita fetale e l’infanzia, nella vita adulta per il controllo dell’equilibrio metabolico.

L’Italia ha perseguito questo obiettivo di prevenzione grazie all’approvazione nel 2005 della legge n.55 che di fatto ha introdotto un programma di iodo-profilassi su base volontaria che prevede la vendita obbligatoria di sale iodato in tutti i punti vendita e l’utilizzo del sale iodato nella ristorazione collettiva, quindi anche nelle mense scolastiche e l’utilizzo del sale iodato anche nell’industria alimentare.

LEGGI: TIROIDE, 7 REGIONI HANNO RAGGIUNTO LA IODOSUFFICIENZA MA 6 MILIONI DI ITALIANI ANCORA NE SOFFRONO

All’Istituto Superiore di Sanità è affidato il compito di valutare periodicamente l’efficienza e l’efficacia della iodo-profilassi, quindi quanto iodio arriva alla popolazione e come si riducono le patologie connesse alla carenza nutrizionale di iodo. Gli ultimi dati dell’Osservatorio nazionale dell’ISS ci dicono che l’Italia ha raggiunto la iodo-sufficienza. I dati riguardano 7 regioni rappresentative del nord, centro e sud Italia, ma forse il dato più importante è il raggiungimento della sconfitta del Gozzo in età scolare in 6 di queste 7 regioni. Solo l’Umbria è ancora al limite del raggiungimento di questo obiettivo importante (ndr. La soglia del 5% di presenza della malattia nella popolazione presa in esame).

Quindi che dobbiamo fare per il futuro? Verificare che anche le nostre donne in gravidanza abbiano un adeguato apporto nutrizionale di iodo, –  continua Olivieri – perché ricordiamo che in gravidanza il fabbisogno di iodio è aumentato rispetto alla condizione di non gravidanza. Questo per garantire un’adeguata attività della tiroide sia per la mamma che per il bambino. Il secondo obiettivo è quello di garantire sostenibilità al programma di prevenzione e questo si fa diffondendo quanto più possibile la cultura della prevenzione ed è in quest’ottica che è stato siglato il protocollo d’intesa con il Miur, tra ISS e società scientifiche e associazioni dei pazienti. Un programma che porta la iodo-profilassi nelle scuole italiane, primarie e secondarie di primo e secondo grado».

Articoli correlati
Con Health Masterchef School la prevenzione inizia a tavola
Dodici istituti alberghieri si sono misurati nella ideazione di quattro ricette sane e gustose realizzate dallo chef stellato Danilo Di Vuoto nell’ambito di una iniziativa promossa da Ail, Cittadinanza Attiva e ANDeA per insegnare sin da piccoli a prevenire alcune malattie della pelle con una cucina equilibrata
di Federica Bosco
Spose bambine e gravidanze precoci, il dramma post-Covid del Malawi
Alla riapertura della scuola mancavano all’appello il 40 per cento delle alunne. Paola Maceroni di Action Aid spiega le conseguenze di una gravidanza tra i 10 e i 14 anni, dall'aborto spontaneo all'impatto psicologico
di Federica Bosco
La campagna vaccinale punta alle donne incinte. Migliore (Fiaso) «Iniziative in tutte Italia per intercettare attraverso i ginecologi»
Sportelli informativi nei reparti di Ostetricia, hub vaccinali e open day dedicati alle future mamme, counseling telefonico per le donne in gravidanza, opuscoli distribuiti nei reparti e punti rosa con specialisti a disposizione. Sono le iniziative messe in campo dalle Aziende sanitarie pubbliche per promuovere la vaccinazione contro il Covid-19 tra le donne incinte ancora […]
Entro il 2050 il 75% della popolazione mondiale si trasferirà nei centri urbani. Ma in città ci si ammala di più
Lenzi (Health City Institute): «Riscrivere medicina, clinica e patologia mediche pensando alla città come luogo principale di residenza. Prevenzione cardiovascolare fondamentale per ridurre del 25% la mortalità prematura per malattie non trasmissibili, come raccomandato dall’Italian Urban Health Declaration ai Governi dei Paesi del G20»
di Isabella Faggiano
Vaccino in gravidanza, ISS: «Sì dal secondo trimestre. Nessun pericolo in allattamento»
L'Istituto Superiore di Sanità aggiorna le indicazioni per la vaccinazione in gravidanza e allattamento
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 18 ottobre, sono 241.152.349 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 4.906.104 i decessi. Ad oggi, oltre 6,65 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Ecm

Formazione ECM, Sileri: «Tre mesi per recuperare trienni passati, poi controlli e sanzioni a irregolari»

Il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri ricorda la scadenza della proroga dei trienni formativi 2014-2016 e 2017-2019 prevista per il 31 dicembre 2021, e chiarisce: «Non ci saranno altre...
Lavoro

Esonero contributivo Enpam, c’è tempo fino al 31 ottobre. Come funziona

Chi può accedere all'esonero contributivo per gli iscritti Enpam che arriva fino a 3mila euro?