Salute 10 Gennaio 2017

INCHIESTA | Vaccini e code: «Vergognoso, siamo in fila dalle 4… Serve più informazione»

La paura del meningococco continua ad ingolfare le Asl di tutta Italia: siamo andati a visitarle con le nostre telecamere. Festività natalizie, ferie del personale sanitario e grande rilievo mediatico per i casi di meningite: «Anche gli anni scorsi c’era folla, ma mai come in questi giorni»

«Uno scandalo. C’è gente in fila dalle 5 del mattino e non ha la certezza di prenotarsi in tempo per le vaccinazioni». Perché al tagliandino di prenotazione che chi si è alzato all’alba prende dopo una prima fila (già bella corposa) quando il sole ancora non è sorto, né va aggiunto un altro con il numero di prenotazione definitivo. Se il numero è troppo alto, ovvero se c’è troppa gente prima, la prenotazione non serve e si deve tornare il giorno dopo. E, il giorno dopo, la storia si ripete.

È quanto sta succedendo nelle ultime settimane in praticamente tutte le Asl d’Italia che effettuano vaccinazioni contro il meningococco, ovvero il batterio che causa la meningite. Le cause di questa corsa al vaccino? «Tra la fine di dicembre e l’inizio di gennaio – ci dicono le persone in fila –, si crea una situazione particolare: i bambini non vanno a scuola, i genitori sono più liberi e buona parte del personale sanitario, giustamente, è in ferie». In aggiunta a tutto questo, la sua parte l’ha fatta anche l’enorme (e spesso ingiustificata) eco mediatica che ha trasformato una patologia di certo pericolosa, ma tutto sommato non diffusissima, nel nemico pubblico numero 1 in Italia. Ciò è avvenuto nonostante sia il Ministero della Salute che l’Istituto Superiore di Sanità abbiano cercato di tranquillizzare tutti confermando che non esiste alcuna emergenza, in quanto i dati relativi a contagi e morti non sono sostanzialmente diversi da quelli degli anni passati.

«Anche gli altri anni – ci conferma una madre che, insieme al marito, ha portato i propri bambini in ospedale per le vaccinazioni – abbiamo trovato molta gente in fila per le prenotazioni. Certo, mai così tanta, ma è comunque scandaloso che non riescano a garantirci il servizio». «Siamo venuti la prima volta a dicembre – ci racconta invece un padre con il proprio piccolo in braccio –, ma non abbiamo potuto far niente. Siamo tornati oggi e dovremmo riuscire a farcela. In ogni caso – rivela – so che a partire dal 15 gennaio cambieranno le modalità di prenotazione e le code dovrebbero scomparire».

Resta il fatto che, dopo anni di declino e scetticismo, l’attenzione verso i vaccini sembra tornata ai livelli di un tempo. «Il medico ci ha consigliato di fare questo tipo di vaccino, ma non ce n’era bisogno: lo avremmo fatto comunque. Sappiamo che c’è gente che non la pensa come noi. Per questo serve più informazione, sia tra i medici che tra i pazienti».

In tema vaccini ecco altri approfondimenti:

Vaccini, Burioni: «Medici anti-vaccini da radiare subito come in Francia». Ricciardi (ISS): «Torneranno poliomielite e difterite»

Psicosi vaccini, la parola a Piero Angela: «Medici ecco quello che non sapete…»

Allarme meningite: Toscana, dal 2015 ad oggi 60 casi e 13 decessi. È corsa ai vaccini

Vaccini, obbligo o scelta? Lavra (OMCeO Roma): «Rischiamo ritorno della poliomielite»

Articoli correlati
Vaccini, New York abolisce le esenzioni per motivi religiosi
Lo Stato di New York ha abolito le esenzioni dalle vaccinazioni per motivazioni religiose. La misura è stata adottata dal governatore Andrew Cuomo e approvata dal Congresso di New York nel tentativo di porre un freno all’epidemia di morbillo scoppiata nella Grande Mela dove, nel 2019, sono stati accertati 588 casi di morbillo, soprattutto nelle […]
Pazienti fragili, i vaccini fondamentali per un’adeguata prevenzione. A rischio anziani, bambini, malati cronici
Chi sono I pazienti fragili? Quali criteri sono alla base di una loro individuazione? Le vaccinazioni del paziente fragile rappresentano un argomento emergente nel panorama sanitario italiano. Le vaccinazioni, in genere, si rivolgono a due categorie di persone: soggetti sani (spesso in età infantile o adolescenziale), con scopo preventivo, e sono le vaccinazioni classiche; i pazienti […]
Rapporto Gimbe, Lorenzin: «Non può non destare preoccupazione. Ci aspetta un autunno difficile»
L’ex ministro della Salute a Farma & Friends: «Necessaria una chiamata alle armi di tutte le forze politiche. Gli operatori della sanità sono preoccupati per i tagli preventivati al settore»
A Milano è il giorno del Patto per la Scienza di Burioni e Silvestri. Garattini: «Metodologia scientifica va insegnata a scuola»
Alla Statale l’evento di presentazione del Patto promosso dai virologi Burioni e Silvestri. Tra gli ospiti l’ex ministro della Salute Lorenzin e l’ex Magistrato Raffaele Guariniello. Presidente del Patto l’epidemiologo Pierluigi Lopalco
Morbillo, quest’anno 864 casi in Italia: un terzo ha sviluppato complicanze. Ecdc: «Aumento in tutta Europa»
I dati riportati sul bollettino dell’Istituto Superiore di Sanità. Due terzi dei casi si sono verificati in Lazio, Emilia-Romagna e Lombardia. L'87% dei casi non era vaccinato al momento del contagio. In tutta Europa 44074 casi dal 2016 al 2019
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Sanità internazionale

«La sanità si basa sullo sfruttamento infinito e gratuito di medici e professionisti sanitari»

Riuscite a immaginare un idraulico o un avvocato che lavorano il 30% in più senza chiedere ulteriori compensi? In sanità viene dato per scontato
Lavoro

Ex specializzandi, a Roma l’Appello dà ragione ai camici bianchi. L’avvocato Marco Tortorella: «300mila medici abbandonati dallo Stato, ora giustizia»

L’ultima sentenza della Corte di Appello di Roma ha portato all’assegnazione di rimborsi per 12 milioni di euro per i camici bianchi tutelati dal network legale Consulcesi. «Lo Stato è obbligato...
Salute

Anatomia Patologica, viaggio nel laboratorio dove si scoprono i tumori. Virgili (Campus Bio-Medico): «Sanità digitale e I.A. il futuro»

Sanità Informazione è entrata nel laboratorio del Policlinico Campus Bio-Medico di Roma dove vengono analizzati i tessuti: la tecnologia consente precisione e velocità. Il coordinatore Roberto Virg...