Salute 14 luglio 2015

Ora si viaggia più sicuri: accordo Farnesina – Spallanzani

Nuovi contenuti per il sito. Ippolito “Occasione per sviluppare ulteriori sinergie”Ministero: “Una collaborazione strategica per assistere a distanza i connazionali”

Immagine articolo

Il sito www.viaggiaresicuri.it, baluardo dell’informazione al servizio degli italiani in viaggio messo a punto dal Ministero degli Esteri, da oggi avrà una marcia in più.


Per garantire un portale dai contenuti sempre più accurati, l’Unità di Crisi della Farnesina si avvarrà della collaborazione dell’Istituto Nazionale per le Malattie Infettive L. Spallanzani IRCSS, eccellenza italiana nel settore della sanità.

E’ stato infatti firmato pochi giorni fa alla Farnesina, dal Ministro plenipotenziario dell’Unità di crisi Claudio Taffuri e il Commissario Straordinario dell’Istituto Spallanzani Marta Branca, l’accordo in virtù del quale, senza alcun onere per il MAECI, lo Spallanzani aggiornerà e incrementerà in tempo reale i contenuti della sezione sanitaria del sito, con il contributo di uno staff di professionisti a disposizione. Nelle schede dei singoli Paesi l’utente potrà verificare quali siano le patologie endemiche presenti e le eventuali precauzioni da adottare. L’accordo prevede inoltre che, in casi di eccezionale gravità ed urgenza sulla sicurezza dei connazionali all’estero, l’Istituto, su richiesta dell’Unità di Crisi, potrà mettere a disposizione proprio personale all’estero.

Il testo aprirà anche la strada ad una collaborazione più approfondita tra la Farnesina e lo Spallanzani in quei settori strategici l’Unità di Crisi, come l’assistenza a distanza in caso di calamità naturali o al rientro di connazionali da zone endemiche. Una sinergia, quella tra Farnesina e Spallanzani, già rodata con successo in diverse occasioni, come quella che ha consentito l’evacuazione e l’ospedalizzazione del connazionale Fabrizio Pulvirenti, medico di Emergency, ammalatosi di Ebola lo scorso dicembre in Sierra Leone.

Entusiasmo da parte di Giuseppe Ippolito, direttore scientifico dello Spallanzani, e promotore della esperienza di collaborazione con il Ministero per le emergenze epidemiche: “Lo Spallanzani mette a disposizione dell’Unità di crisi le proprie competenze al fine di garantire anche ai nostri connazionali una ulteriore possibilità di guida, orientamento e supporto (clinico, diagnostico, epidemiologico, preventivo e di ricerca) nei confronti delle malattie infettive. E’ questa una ottima occasione per sviluppare ulteriori sinergie allo scopo di integrare i temi di sicurezza sanitaria e l’attività di prevenzione ed assistenza ai connazionali all’estero fornita dal Ministero degli Affari Esteri. Consente inoltre di mettere in comune informazioni relative a specifiche situazioni sanitarie ed epidemiologiche all’estero”.

Articoli correlati
È on-line Respiro.News, il nuovo spazio web pieno di notizie per star bene e servizi per il cittadino
«La tendenza del cittadino ad affidarsi al web nella ricerca di informazioni su sintomi, patologie e specialisti del settore è sempre più diffusa. Si tratta di un fenomeno dai toni allarmanti e va certamente arginato». Con queste parole, la Sintex lancia Respiro.News uno spazio web rivolto al cittadino volto a fornire un’informazione validata scientificamente riguardo le principali […]
Droghe, Cgil e Fp Cgil aderiscono a giornata contro overdose
“Mai più overdose, mai più stigma”. Con questo appello la Cgil e la Fp Cgil aderiscono alla giornata mondiale contro l’overdose, una iniziativa lanciata nel 2001 e che ha visto negli anni crescere l’adesione di molte associazioni e organizzazioni nel mondo, comprese amministrazioni e governi di vari paesi. La Cgil e la Funzione Pubblica Cgil […]
Cities changing diabetes blue circle: il villaggio della salute apre in piazza San Silvestro a Roma
In occasione delle manifestazioni della prima Giornata nazionale per la salute e il benessere nelle città, promossa da Health City Institute e Cittadinanzattiva con il patrocinio di Ministero della Salute, ANCI – Associazione Nazionale Comuni Italiani e Istituto Superiore di Sanità, il 2 e 3 luglio sarà allestito in Piazza San Silvestro, Roma, il Villaggio […]
Tumori femminili, la rivoluzione dei test genetici. L’incontro al Fatebenefratelli
Pochi sanno che per prevenire i tumori femminili, e quindi intervenire precocemente, può bastare un semplice test genetico. Il 14% dei tumori alla mammella e il 10% dei tumori ovarici sono, infatti, ereditari, causati dalla mutazione dei geni BRCA1 e BRCA2. Di questo si parlerà lunedì 25 giugno (alle ore 16.30 nella Sala Assunta del […]
Ma quanto sanno i nostri ragazzi sull’AIDS? L’indagine di ANLAIDS
L’indagine di ANLAIDS, Associazione Nazionale per la Lotta contro l’AIDS, che ha analizzato 12685 questionari anonimi somministrati prima di un intervento formativo in 67 Istituti Scolastici pubblici in Lombardia, Lazio e Emilia Romagna (39% licei, 54% istituti tecnici, 7% istituti professionali) evidenzia importanti limiti nelle conoscenze sulle modalità di trasmissione del virus e di protezione individuale soprattutto […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

ECM e validazione delle competenze mediche: più spazio alla professione. Lavalle (Agenas): «Ecco come funzionerà»

«Dare un valore all’apprendimento non certificato è utile stimolo per professionista» così Franco Lavalle, vicepresidente OMCeO Bari e membro dell’Osservatorio Nazionale del’ Age.na.s
Professioni Sanitarie

Professioni sanitarie, Beux (TSRM e PSTRP): «Ordine favorirà qualità. Ora servono decreti attuativi»

Inizia a prendere vita il nuovo ordine istituito nella scorsa legislatura. 33mila i professionisti già censiti ma se ne stimano 230-240mila
Salute

Pensioni, i contributi vanno in prescrizione? Cavallero (Cosmed): «Controllate estratto conto Inps»

Tra i temi affrontati alla Giornata della previdenza anche la contribuzione ridotta della quota B («Si può comunicare anche dopo il 30 settembre»), le prospettive di riforma della Legge Fornero ed ...