Salute 8 Novembre 2018

Medicina generale, Michieli (SIMG): «Professionisti sempre più anziani, occorre ‘svecchiare’ e incrementare formazione»

«Anni fa non esistevano i farmaci biologici e non si sapeva che la gravidanza potesse coesistere con alcune terapie. Insomma i tempi sono cambiati ed è importante che anche i medici che si sono laureati 40 anni fa restino al passo», così Raffaella Michieli, Segretario nazionale della Società Italiana di Medicina Generale

Immagine articolo

Oberati di lavoro, sovraccarichi di pazienti, precari o bloccati da un turnover immobilizzato. È la fotografia dei medici di medicina generale a cui, inoltre, manca anche una buona formazione su alcune branche della medicina più recente. Almeno secondo il parere di Raffaella Michieli, Segretario nazionale della Società Italiana di Medicina Generale.

«Io vorrei fare un appello – ha dichiarato la Michieli dal palco del convegno “La salute della donna con malattie reumatiche”, organizzato da HPS-AboutPharma e Onda -: basta formare i medici di medicina generale sempre sulle stesse tematiche, cerchiamo di andare oltre e consentirgli di fare una formazione più accurata e attenta ad alcune patologie (per esempio quelle rare) a cui spesso non viene data la giusta importanza».

LEGGI ANCHE: FORMAZIONE MMG, ANGELO TESTA (SNAMI): «CHIEDIAMO DA TEMPO DI RECUPERARE PRECARI MMG, PROPOSTA GOVERNO È UN BUON INIZIO»

L’aggiornamento «è importantissimo perché l’età media dei medici di famiglia a questo punto è molto alta – sottolinea il segretario SIMG -. Parliamo, più o meno, di una buona prevalenza di medici che sono over 60 anni. Questo significa – prosegue -, che la laurea è lontana di circa 40 anni dal percorso di vita e professionale».

La medicina è una disciplina in continua evoluzione e seguirne gli sviluppi è condizione imprescindibile per rimanere al passo con il progresso. «Anni fa le informazioni erano diverse – sottolinea la Michieli -, per esempio non esistevano i farmaci biologici che vengono ampiamente utilizzati oggi per varie patologie come quelle reumatiche. A proposito di malattie reumatiche, io stessa, fino a pochi anni fa, non sapevo che una donna che soffre di queste patologie può comunque continuare la terapia farmacologica anche durante la gravidanza».

«Dunque un update costante su queste materie e non solo – conclude – è necessario per garantire una valida preparazione al professionista che si traduce in servizio efficiente».

Articoli correlati
Covid-19, il corso ECM per tutelare gli operatori sanitari. Il medico del lavoro: «Formazione imprescindibile per protezione»
L’ebook fa parte della collana dedicata al Covid-19 promossa dal provider Sanità in-Formazione. Due i responsabili scientifici. Trasolini (Ingegnere): «Medici e operatori trincea contro il virus e argine contro il caos». Santacroce (Medico del lavoro): «In Italia normativa innovativa, conoscere un pericolo vuol dire già tenerlo lontano da noi al 50%»
La medicina generale: «Modelli organizzativi e procedure si adattino ai bisogni delle persone, non viceversa»
Nulla sarà come prima di Covid-19?  È il mantra speranzoso ma dubitante di questi mesi che noi medici ripetiamo con i nostri concittadini. Come se lo stress test di questi mesi debba produrre automaticamente cambiamenti immediati, radicali e irreversibili nel nostro sistema sanitario, nella Medicina Generale e nelle abitudini dei cittadini. In realtà, il Covid-19 […]
di SIMG, Società Italiana Medicina Generale
Scotti (FIMMG): «Migliorare la medicina territoriale con piccole limature senza snaturarne il DNA»
Il contributo di Silvestro Scotti, segretario della Federazione italiana medici di medicina generale
di Silvestro Scotti, Segretario generale FIMMG
SIMG lancia “Covid-Alert”, la rete dei medici di famiglia per monitorare i rischi della fase 2
Coinvolti 2 mila MMG che monitoreranno tre milioni di cittadini e comunicheranno istantaneamente le situazioni di pericolo contagio
Covid-19, on line la prima collana formativa. Zucchiatti (Sanità in-Formazione): «Nozioni fondamentali per prevenire il contagio»
Consulcesi, attraverso il provider, ha realizzato una raccolta di materiale formativo indirizzato a tutti i professionisti sanitari: «I corsi ECM FAD della collana Covid-19 sono costruiti sulla base delle evidenze scientifiche attualmente disponibili e delle fonti ufficiali di informazione e aggiornamento»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 27 maggio, sono 5.594.175 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 350.531 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA   Bollettino delle ore 18:00 del 27 ma...
Lavoro

Covid-19 e Fase 2, come prevenire il contagio: ecco il vademecum per gli operatori sanitari

Le misure di protezione per gli operatori e i pazienti, l’organizzazione degli spazi di lavoro, la guida al corretto utilizzo dei Dpi, il triage telefonico, la sanificazione e la disinfezione degli ...
Salute

«A Piacenza onda d’urto impressionante, per questo abbiamo il più alto numero di morti». Parla il pioniere della lotta al virus Luigi Cavanna

L’oncologo noto per i suoi interventi ‘casa per casa’ per sconfiggere l’epidemia: «Azione precoce arma vincente, nessun paziente curato a domicilio è morto». E ricorda i primi giorni dell'e...