Salute 20 Giugno 2019

Lotta alle Leucemie, la giornata nazionale celebra la ricerca scientifica: «Sviluppati farmaci innovativi»

A parlare è il presidente nazionale Ail, Sergio Amadori: «L’obiettivo di tutti noi è quello di riuscire a guarire tutti i tumori del sangue». Durante la giornata sarà attivo il numero verde per entrare in contatto con illustri ematologi italiani

Immagine articolo

La medicina ha sempre più strumenti per combattere le leucemie. Grazie ai passi avanti compiuti dalla ricerca, le nuove terapie che diventano su misura per le caratteristiche del paziente e della sua malattia, molti tumori del sangue sono malattie sempre più curabili. È all’insegna della speranza per i pazienti e della consapevolezza della forza della scienza che il 21 giugno si celebra la 14° edizione della Giornata Nazionale per la lotta contro Leucemie, Linfomi e Mieloma, posta sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e istituita permanentemente dal Consiglio dei Ministri.

La Giornata è un’occasione speciale per illustrare i progressi della ricerca scientifica e per essere ancora più vicini ai malati ematologici, adulti e bambini, attraverso incontri e manifestazioni di sensibilizzazione e raccolta fondi. L’importanza di questa giornata si spiega con i numeri: in Italia nel 2018 sono stati diagnosticati circa 30.700 casi di nuovi tumori ematologici, in leggero calo rispetto al 2017.

LEGGI: TUMORI DEL SANGUE, AIL FESTEGGIA 50 ANNI. IL PRESIDENTE AMADORI: «GRAZIE AL PROFESSOR MANDELLI SIAMO PUNTO DI RIFERIMENTO NEL VOLONTARIATO SOCIALE»

«Questa è una giornata importantissima per Ail che quest’anno celebra i 50 anni di storia», commenta il presidente nazionale Ail, Sergio Amadori. «L’opera informativa quest’anno si concentrerà sulle leucemie mieloidi acute e le mielodisplasie, che sono patologie in cui i risultati della terapia fino ad una decina d’anni fa, quando il trattamento era la chemioterapia standard, non era molto soddisfacente, però nell’ultimo decennio e soprattutto negli ultimissimi anni c’è stata una grande accelerazione dovuta alla messa a punto di terapie innovative capaci di bersagliare proprio dei target molecolari e delle alterazioni molecolari che sono alla base di queste malattie. Il riconoscimento di questi target ha consentito lo sviluppo di farmaci innovativi che oggi sono disponibili per il trattamento di questi pazienti e che stanno effettivamente dando dei risultati molto incoraggianti».

«L’obiettivo di tutti noi è quello di riuscire a guarire tutti i tumori del sangue, – aggiunge il presidente Ail – oggi ancora non siamo a questo punto. Molti di questi sono però guaribili, altri ancora hanno una velocità di risposta un po’ più lenta, ma noi prevediamo che se la ricerca riesce ad approfondire anche gli aspetti biologici di queste malattie in un futuro non tanto lontano noi potremmo arrivare a questo preziosissimo traguardo».

In occasione della giornata di sensibilizzazione, come ogni anno, alcuni tra i più illustri ematologi italiani sono a disposizione per fornire risposte e consigli al numero verde AIL – problemi ematologici: 800.226.524 dalle ore 8.00 alle ore 20.00 di venerdì 21 giugno.
Tutte le informazioni sulle iniziative e gli incontri promossi dalle sezioni provinciali AIL in occasione della Giornata Nazionale contro le leucemie sono disponibili sul sito www.ail.it.

Articoli correlati
Ricerca scientifica e donazione del sangue, firmato protocollo tra AVIS e AIL
L’accordo prevede incontri di sensibilizzazione nelle scuole e partecipazione alle reciproche iniziative. Briola (AVIS): «Oltre 1.800 pazienti ogni giorno effettuano trasfusioni salvavita grazie all’attività dei nostri donatori». Amadori (AIL): «Siamo molto lieti sia stato firmato un protocollo d’intesa che ci vedrà fianco a fianco, con le nostre migliaia di volontari, nel promuovere reciprocamente iniziative a favore dei pazienti ematologici» 
Diagnosi e cura dei tumori della pelle, al via il network di eccellenza LinkME
Più omogeneità e qualità nella diagnosi e cura del melanoma a qualsiasi stadio su tutto il territorio nazionale. È l’obiettivo del progetto LinkME, un network di eccellenza lanciato dall’Intergruppo Melanoma Italiano (IMI), l’Associazione scientifica multidisciplinare che tratta questo tipo di tumore della pelle e le problematiche attinenti – dall’epidemiologia alla prevenzione, dalla biologia alla diagnosi […]
Tumori, studio Eurocare: guarisce più di metà delle donne e il 40% degli uomini europei
Quelli della tiroide, del testicolo, dello stomaco, del colon retto, dell’utero e per il melanoma i tumori da cui si guarisce di più
Tumori della pelle in aumento, l’allarme di Ascierto: «Paura Covid ha scoraggiato i controlli»
L’esperto: «Una diagnosi precoce consente alti tassi di guarigione, la prevenzione è l’arma più efficace»
I sintomi del Covid variano in gruppi sanguigni diversi? Lo studio: «Più gravi nel gruppo A. Lo 0 il più protetto»
Prati (Policlinico Milano): «Questo meccanismo può essere legato ad una maggiore tendenza alla trombosi nei soggetti con gruppo sanguigno A». Bonfanti (Uni Bicocca): «Scoperta preliminare, seguiranno altri studi»
di Federica Bosco
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 19 ottobre, sono 39.965.414 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.113.307 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 19 ottobre: Ad oggi in I...
Contributi e Opinioni

«Tamponi Covid sui bambini: troppe prescrizioni che non tengono conto dei rischi intra-procedurali»

di prof. Filippo Festini, Professore Associato di Scienze Infermieristiche generali, cliniche e pediatriche all’Università degli Studi di Firenze
di Filippo Festini, Professore Associato di Scienze Infermieristiche generali, cliniche e pediatriche, Università di Firenze
Salute

Covid, Cavanna: «Casi severi in aumento, riabilitare l’idrossiclorochina. Pazienti vaccinati sembrano avere prognosi migliore»

L’oncologo famoso in tutto il mondo per le sue cure anti Covid a domicilio spiega: «Estate tranquilla ma ora qualcosa è cambiato». Presto sarà pubblicato uno studio sulla sua metodologia di cura...