Salute 4 Giugno 2021 18:18

Covid, Report cabina di regia: «Curva casi in Italia tra più basse d’Europa»

Brusaferro: «Quasi tutta Italia bianca a metà giugno se trend continua così». Rezza: «Campagna vaccinale sta dando effetti, meno casi gravi e decessi»

Covid, Report cabina di regia: «Curva casi in Italia tra più basse d’Europa»

«Il quadro dell’Europa è in miglioramento» e «l’Italia è in arancione con una curva in decrescita tra le più basse d’Europa. I comuni di molte zone del nostro Paese sono di colore bianco. Ciò dimostra una netta decrescita dei casi». Lo ha evidenziato Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, nella conferenza stampa settimanale sull’analisi dei dati del Monitoraggio regionale sull’epidemia di Covid-19. Alla luce di questi dati, a partire dal 7 giugno le Regioni Abruzzo, Liguria, Umbria e Veneto passeranno in zona bianca.

«Tre persone su quattro che contraggono l’infezione – ha spiegato ancora Brusaferro – sono asintomatiche o con pochi sintomi e i casi diminuiscono in tutte le fasce di età, incluse quelle più giovani». L’età mediana alla prima diagnosi è in lieve diminuzione sotto i 40 anni, come la scorsa estate. Continua anche la decrescita dell’età media al primo ricovero, nell’ultima settimana 58 anni.

Brusaferro: «Quasi tutta Italia bianca a metà giugno se trend continua così»

«Siamo di fronte ad uno scenario di progressiva decrescita dell’infezione. Se questo trend dell’incidenza continua, a metà giugno quasi tutta l’Italia sarà in zona bianca». Prevede Brusaferro, che ha parlato anche delle varianti: «Sappiamo le varianti che circolano, in particolare la variante inglese. Sappiamo però che ci sono altre varianti presenti, che possono avere una maggiore trasmissibilità e/o possono eludere parzialmente la risposta immunitaria. Tutto questo ovviamente richiede grande attenzione, grande cautela e anche grande prontezza nel tracciamento, nell’identificazione e nel sequenziamento».

Rezza: «Campagna vaccinale sta dando effetti, meno casi gravi e decessi»

«Si sta registrando una netta decrescita dei casi tra i vaccinati. Lo stesso per l’ospedalizzazione, in netto calo, così come per la terapia intensiva e per i decessi. L’impatto del vaccino, rispetto sia all’infezione che ai ricoveri e ai decessi, è estremamente significativo, quindi le vaccinazioni sono protettive». Lo ha affermato Gianni Rezza, direttore generale della Prevenzione del Ministero della Salute, nella conferenza stampa sull’analisi dei dati del Monitoraggio regionale sull’epidemia di Covid-19.

Ad oggi, ha spiegato Rezza, «c’è una bassa probabilità di recrudescenza dell’epidemia» ma occorre «continuare con prudenza. Possiamo guardare con un certo ottimismo alla situazione attuale e a quella futura dell’estate, ma dobbiamo essere attenti, come sanità pubblica, nel monitorare l’andamento dell’epidemia e occorre sempre prendere qualche piccola precauzione anche a livello individuale», ha aggiunto.

«Facciamoci promotori di campagne di vaccinazione – ha detto Rezza – in Paesi poveri di risorse, perché se il virus continua a circolare in alcuni Paesi è possibile che si sviluppino nuove varianti. È pericoloso far correre il virus in Paesi densamente popolati».

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Infezioni sessualmente trasmesse in calo: “solo” merito della pandemia? Attenzione all’estate
Nel 2020 si è registrato un calo delle diagnosi delle infezioni sessualmente trasmesse, in buona parte dovuto al minor numero di test. Ma la scarsa consapevolezza preoccupa: in Italia sono diminuiti i vaccini contro il papilloma. Squillace (infettivologo): «Indagare sul fenomeno del chemsex, ovvero l’uso di sostanze tossiche per incrementare la durata delle prestazioni sessuali fino a 24 ore consecutive: disinibiscono e alterano la percezione del rischio»
Vaiolo delle scimmie, cresce emergenza e ora 1 italiano su 3 lo teme
L'Oms ha dichiarato che il vaiolo delle scimmie è un'emergenza sanitaria globale. Sono stati registrati 17mila casi in 70 paesi. l'Italia è fra i 10 paesi più colpiti e forse per questo 1 italiano su 3 ammette di avere paura
Epatite misteriosa, Rezza: «In Italia 34 casi probabili, situazione stabile»
In occasione dell'evento "Epatite pediatrica: un incontro per capirne di più e lavorare insieme sulla prevenzione" della onlus Etica, massimi esperti italiani fanno il punto sull'emergenza in Italia e nel mondo
Si possono bere alcolici quando si risulta positivi al Sars-CoV-2?
Il consumo di alcolici è controindicato quando si è positivi al virus Sars CoV-2. Gli studi mostrano infatti che gli alcolici possono compromettere il sistema immunitario
Formazione, digitalizzazione e continuità ospedale-territorio: a Tor Vergata le ricette per la sanità del futuro
Nell’evento preparatorio del prossimo Forum Risk Managment dal titolo “PNRR e gestione del rischio in sanità” i principali attori della sanità a confronto
di Francesco Torre
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 27 settembre 2022, sono 615.555.422 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.538.312 i decessi. Ad oggi, oltre 12.25 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata ...
Covid-19, che fare se...?

Se risulto negativo al test ma ho ancora i sintomi posso contagiare gli altri?

Sintomi come febbre e tosse possono durare più della positività al test antigenico rapido. Gli scienziati si stanno interrogando quindi sulla durata della contagiosità. L'ipotesi ...
Covid-19, che fare se...?

Quanto durano i sintomi del Long Covid?

La durata dei sintomi collegati al Long Covid può essere molto variabile: si va da qualche settimana fino anche a 24 mesi