Salute 4 Giugno 2021 18:18

Covid, Report cabina di regia: «Curva casi in Italia tra più basse d’Europa»

Brusaferro: «Quasi tutta Italia bianca a metà giugno se trend continua così». Rezza: «Campagna vaccinale sta dando effetti, meno casi gravi e decessi»

Covid, Report cabina di regia: «Curva casi in Italia tra più basse d’Europa»

«Il quadro dell’Europa è in miglioramento» e «l’Italia è in arancione con una curva in decrescita tra le più basse d’Europa. I comuni di molte zone del nostro Paese sono di colore bianco. Ciò dimostra una netta decrescita dei casi». Lo ha evidenziato Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, nella conferenza stampa settimanale sull’analisi dei dati del Monitoraggio regionale sull’epidemia di Covid-19. Alla luce di questi dati, a partire dal 7 giugno le Regioni Abruzzo, Liguria, Umbria e Veneto passeranno in zona bianca.

«Tre persone su quattro che contraggono l’infezione – ha spiegato ancora Brusaferro – sono asintomatiche o con pochi sintomi e i casi diminuiscono in tutte le fasce di età, incluse quelle più giovani». L’età mediana alla prima diagnosi è in lieve diminuzione sotto i 40 anni, come la scorsa estate. Continua anche la decrescita dell’età media al primo ricovero, nell’ultima settimana 58 anni.

Brusaferro: «Quasi tutta Italia bianca a metà giugno se trend continua così»

«Siamo di fronte ad uno scenario di progressiva decrescita dell’infezione. Se questo trend dell’incidenza continua, a metà giugno quasi tutta l’Italia sarà in zona bianca». Prevede Brusaferro, che ha parlato anche delle varianti: «Sappiamo le varianti che circolano, in particolare la variante inglese. Sappiamo però che ci sono altre varianti presenti, che possono avere una maggiore trasmissibilità e/o possono eludere parzialmente la risposta immunitaria. Tutto questo ovviamente richiede grande attenzione, grande cautela e anche grande prontezza nel tracciamento, nell’identificazione e nel sequenziamento».

Rezza: «Campagna vaccinale sta dando effetti, meno casi gravi e decessi»

«Si sta registrando una netta decrescita dei casi tra i vaccinati. Lo stesso per l’ospedalizzazione, in netto calo, così come per la terapia intensiva e per i decessi. L’impatto del vaccino, rispetto sia all’infezione che ai ricoveri e ai decessi, è estremamente significativo, quindi le vaccinazioni sono protettive». Lo ha affermato Gianni Rezza, direttore generale della Prevenzione del Ministero della Salute, nella conferenza stampa sull’analisi dei dati del Monitoraggio regionale sull’epidemia di Covid-19.

Ad oggi, ha spiegato Rezza, «c’è una bassa probabilità di recrudescenza dell’epidemia» ma occorre «continuare con prudenza. Possiamo guardare con un certo ottimismo alla situazione attuale e a quella futura dell’estate, ma dobbiamo essere attenti, come sanità pubblica, nel monitorare l’andamento dell’epidemia e occorre sempre prendere qualche piccola precauzione anche a livello individuale», ha aggiunto.

«Facciamoci promotori di campagne di vaccinazione – ha detto Rezza – in Paesi poveri di risorse, perché se il virus continua a circolare in alcuni Paesi è possibile che si sviluppino nuove varianti. È pericoloso far correre il virus in Paesi densamente popolati».

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Sostegni Bis, Ianaro (M5S): «Emendamento per prevedere sequenziamento Covid nelle strutture sanitarie»
«L’attività di sequenziamento ha consentito al mondo di identificare rapidamente il virus del Covid 19 ed è fondamentale un continuo monitoraggio della situazione epidemiologica per evitare il sovraccarico delle strutture ospedaliere che da oltre un anno sono sottoposte a stress indicibili. Purtroppo è molto carente e poco integrata nel nostro Servizio sanitario nazionale e per […]
Covid, nuovo report Cabina di regia: «Continua calo incidenza». Da lunedì solo Vda in zona gialla
Pubblicato il report settimanale di ISS-Ministero Salute: tutte le Regioni e Pa hanno Rt compatibile con scenario di tipo 1
Covid e autopsie, perché sono state vietate ad inizio pandemia?
Fineschi (Sapienza): «Autopsie momento fondamentale dal punto di vista diagnostico». Ricci (Univ. Magna Graecia): «Con autopsie possibile distinguere tra morti di Covid e con Covid»
Via libera alla Certificazione verde Covid-19 in Italia
L’Italia anticipa la diffusione del documento digitale che rende più semplice l'accesso ad eventi e strutture in Italia e che faciliterà dal 1° luglio gli spostamenti in Europa. Tutte le informazioni
Allarme SIRU: «Natalità in calo, ritorniamo a prenderci cura della fertilità»
Antonino Guglielmino, presidente della SIRU: «Recuperiamo visite e interventi rimandati, ma soprattutto creiamo iniziative a favore del grave calo di desiderio di genitorialità»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 18 giugno, sono 177.438.001 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.842.377 i decessi. Ad oggi, oltre 2,48 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Cause

Medico condannato a pagare 25mila euro di provvisionale. L’Azienda lo lascia solo

Dopo una condanna in sede penale di primo grado, un camice bianco ha chiesto sostegno alla direzione sanitaria, che gliel’ha negato: «Quel che è successo a me potrebbe succedere a t...
Ecm

Professionisti non in regola con gli ECM, Monaco (FNOMCeO): «Ordini dovranno applicare la legge»

Il segretario della Federazione degli Ordini dei Medici ricorda scadenze e adempimenti per non incappare in spiacevoli conseguenze. Poi guarda al futuro del sistema ECM