Salute 20 Dicembre 2016

Braccialetti Rossi spiega rapporto medico-paziente. Tidona (dottor Alfredi): «Finzione che diventa realtà…»

L’attore Andrea Tidona ci racconta la sua esperienza sul set: «Ho capito quanto il ruolo del medico sia fondamentale non solo dal punto di vista scientifico ma anche umano. La serie tv getta luce sui malati di cancro e sensibilizza l’opinione pubblica»

Sensibilizzare l’opinione pubblica nei confronti dei malati di cancro, questo uno degli obiettivi di Braccialetti Rossi, la fiction della Rai che taglia il traguardo della 3° serie con 4 milioni 820 mila spettatori. Tratta dal libro dello scrittore spagnolo Albert Espinosa, la serie tv racconta le vicende dei Braccialetti Rossi, un gruppo di ragazzi ricoverati in ospedale che stringono amicizia e fondano un gruppo per sostenersi a vicenda. «Da parte del pubblico scatta un’emozione enorme, ed è proprio questa emozione che ha donato il successo alla fiction» racconta ai nostri microfoni Andrea Tidona che interpreta il dottor Alfredi nella serie.

«Il mio personaggio non è solo un medico, ma un uomo che ascolta, incoraggia e rappresenta un punto di riferimento per i suoi pazienti» spiega l’attore siciliano che racconta quanto la finzione si trasformi in realtà quando si trattano temi così delicati, «inevitabilmente subentra un coinvolgimento che spezza i meccanismi della finzione – prosegue – quando ci sei dentro ti rendi conto che la malattia, il dolore degli altri, la vita degli altri, entra nella tua e ti trasforma, ti cambia, ti regala un altro punto di vista».

Braccialetti Rossi ha saputo coniugare vicende di amore e di amicizia con la drammaticità di una malattia che purtroppo in alcuni casi non lascia scampo, soprattutto quando ad esserne colpiti sono pazienti giovani. «Braccialetti Rossi ha abbattuto delle barriere, ha saputo restituire la ‘normalità’ anche ai malati di tumore che hanno bisogno di vivere, di provare emozioni e combattere senza lasciarsi sopraffare» racconta Tidona che spiega inoltre quanto per gli stessi malati e per le loro famiglie la fiction abbia rappresentato un sostegno. «Abbiamo ricevuto tante email da parte di persone purtroppo afflitte dal cancro o legate affettivamente ai malati, ci hanno ringraziato perché abbiamo abolito dei tabù e gettato luce su quella realtà a cui molti non vogliono pensare».

«Indossando il camice bianco – prosegue l’attore – ho capito quanto il ruolo del medico sia importante non solo dal punto di vista scientifico, ma anche dal punto di vista umano. Il mio personaggio è un medico attento alle esigenze dei malati e oltre a curarli li supporta psicologicamente e aiuta le famiglie ad affrontare il dolore. I medici rappresentano una guida e insieme ai genitori devono fare squadra, soprattutto quando si tratta di giovani malati che hanno il diritto di vivere intensamente come tutti gli altri».

Per approfondire il tema dell’ospedalizzazione dei giovani pazienti: “Palle di Natale”: boom sul web della canzone dei ragazzi dell’Istituto Tumori

Braccialetti rossi, la Gallery della serie tv:

 

Articoli correlati
Amsi: «400 medici, 300 infermieri e 150 fisioterapisti richiesti all’Amsi dal 2018 nella Regione Lazio»
«Nel 2025 mancheranno 15 mila medici nella Regione Lazio che è tra le prime in Italia come numero di strutture sanitarie pubbliche e private» così Foad Aodi, presidente dell’associazione medici di origine straniera in Italia (Amsi) con la collaborazione del Movimento internazionale “Uniti per Unire”, anticipando alcune statistiche importanti e costruttive che saranno presentate durante […]
Roma, agli IFO tante iniziative per la Giornata Mondiale del Donatore di Sangue
La trasfusione di sangue ed emoderivati salva milioni di vite ogni anno. I servizi trasfusionali devono affrontare ogni giorno la sfida di mettere a disposizione una quantità sufficiente di sangue e prodotti del sangue, garantendone al tempo stesso la qualità e la sicurezza. “Sangue sicuro per tutti!” è il tema della 15° Giornata Mondiale del […]
Giornata mondiale del donatore di sangue, l’iniziativa al Galliera di Genova: “Dona sangue, salva la vita e…aiuta l’ambiente!”
Il 14 giugno di ogni anno viene festeggiata, su iniziativa dell’Organizzazione Mondiale della Sanità in tutto il mondo, la giornata del Donatore di sangue allo scopo di sottolineare la necessità di sangue ed emoderivati sicuri, disponibili in quantità adeguata e per ringraziare chi dona e quindi contribuisce a salvare la vita di molti pazienti. Il […]
«La sanità si basa sullo sfruttamento infinito e gratuito di medici e professionisti sanitari»
Riuscite a immaginare un idraulico o un avvocato che lavorano il 30% in più senza chiedere ulteriori compensi? In sanità viene dato per scontato
ECM, OMCeO Roma punta su formazione a distanza. Magi: «Se i medici non riescono ad aggiornarsi è anche colpa del blocco del turn-over»
L’Ordine dei Medici di Roma in prima linea per promuovere la formazione continua. Il Presidente Antonio Magi: «Corsi a distanza e aggiornamenti gratuiti per i medici. Per i cittadini educazione alla prevenzione ed alla gestione delle emergenze»
di Isabella Faggiano
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Anatomia Patologica, viaggio nel laboratorio dove si scoprono i tumori. Virgili (Campus Bio-Medico): «Sanità digitale e I.A. il futuro»

Sanità Informazione è entrata nel laboratorio del Policlinico Campus Bio-Medico di Roma dove vengono analizzati i tessuti: la tecnologia consente precisione e velocità. Il coordinatore Roberto Virg...
Politica

Elezioni europee, ecco gli impegni dei candidati per i medici

Dal presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani ai suoi vice David Sassoli e Fabio Massimo Castaldo, fino al nuovo volto della Lega, l’economista Antonio Maria Rinaldi: le ricette in campo sui ...
Politica

Europee, ecco i risultati. Vanno bene i camici bianchi

Entra nel Parlamento europeo Pietro Bartolo, il medico di Lampedusa candidato con il Partito Democratico che conquista nella circoscrizione insulare oltre 135 mila voti, secondo nelle preferenze solo ...