Salute 4 Settembre 2020

Boom di vendite di farmaci on line, ma Federfarma avverte: «Attenzione ai siti non autorizzati»

Racca (presidente Federfarma Lombardia): «In crescita e-commerce per integratori e farmaci da banco tra i giovani, ma il ruolo della farmacia dei servizi resta fondamentale. Per il futuro, screening di prevenzione»

di Federica Bosco

Cresce il mercato dei farmaci on line nei primi 7 mesi del 2020. A confermarlo i dati di IQVIA, società che monitora l’andamento del mercato on line del settore, che ha evidenziato un importante +98% nello scontrino medio degli acquisti on line rispetto allo scorso anno. Complice il Covid, gli italiani sembrano aver cambiato abitudini. Eppure, nonostante la crescita vertiginosa delle vendite di farmaci da banco ed integratori in rete, la presidente di Federfarma Lombardia, Annarosa Racca non teme per il futuro e ricorda alcune regole essenziali a tutela dei cittadini e della categoria.

FARMACI ON LINE, OCCHIO ALLE TRUFFE

«Nonostante la crescita dell’e-commerce, la vendita resta vietata per i farmaci con ricetta – spiega –. È importante aggiungere che anche per integratori e farmaci da banco la farmacia on line deve essere riconoscibile come tale dal bollino, croce bianca in campo verde, che è il riconoscimento dato dal Ministero della Salute. Premesso ciò, è evidente che a causa del lockdown ci sia stato un aumento di richieste on line, ma dall’esperienza degli ultimi due mesi devo dire che  sta tornando la voglia di avere un contatto e un consulto. Questo dialogo si ha solo con il farmacista, che è ancora il primo professionista che si trova: perché la farmacia è sempre aperta e non bisogna aspettare o prendere un appuntamento. Quindi finita la paura dell’uscire di casa, il ruolo del farmacista è tornato centrale».

INTEGRATORI E COSMETICI: A CACCIA DI FOLLOWER PER FAR CRESCERE IL BRAND

Tra i prodotti più richiesti, integratori e cosmetici da promuovere sui social. In particolare, come rilevato dall’indagine Worldz, (start-up in grado di calcolare sconti personalizzati sugli acquisti in base al valore della popolarità su Facebook e Instagram) la nuova tendenza è il social commerce, ovvero la capacità di far crescere un brand condividendo storie e post con amici e follower.

Dopo il dottor Google, si afferma dunque il farmacista social; ma il dialogo e il rapporto diretto restano una priorità, come testimonia la farmacia dei servizi che nel festeggiare il decimo compleanno guarda ad una nuova collocazione più vicina al territorio con screening di prevenzione anche post Covid.

NELLA FARMACIA DEI SERVIZI POST-COVID SI PENSA AI TEST SIEROLOGICI 

«La nostra mission è vendere farmaci, ma anche permettere alle persone di vivere meglio. Ed ecco che il ruolo di primo consulente sul territorio ha permesso negli anni al farmacista di rispondere ai bisogni dei cittadini. Abbiamo salvato vite con un elettrocardiogramma di emergenza, o ancora facendo diminuire la glicemia e il colesterolo. Abbiamo aiutato tante persone facendo prenotazioni o stampando ricette – racconta la Presidente di Federfarma Lombardia -. Ecco, penso che la farmacia sia questo e anche molto di più in termini di prevenzione. Non solo: a seguito dell’epidemia, penso che la farmacia possa essere molto utile anche a livello regionale per gli screening contro il Covid facendo, ad esempio, test sierologici».

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Intesa Stato-Regioni: nelle farmacie sarà disponibile quota minima di vaccino anti-influenza
L'annuncio del presidente della Conferenza Stato-Regioni Bonaccini. Nelle farmacie arriverà il vaccino anti-influenza contro il sovraccarico delle strutture e la cocircolazione con Covid-19. Fofi, Federfarma e Assofarm: «Insufficiente»
Teleconsulto in farmacia. Parte il nuovo servizio Connessa di DottorFARMA
Chiedere un consiglio alla propria farmacia di fiducia restando comodamente a casa
Fibrosi cistica e Covid-19, l’esperto: «Pochi casi in tutto il mondo, ma non bisogna abbassare la guardia»
La Senatrice Binetti definisce tre strade da seguire per rispondere alle esigenze dei malati, chiarisce le potenzialità del nuovo farmaco e chiede a gran voce l’approvazione della Legge sulle malattie rare e del Piano nazionale
Giornata Fibrosi Cistica, Puppo Fornaro (Lifc): «Presto terapie per tutti. Ancora disparità regionali nell’applicazione della 548/93»
Rischio Covid-19 e prevenzione, novità terapeutiche, nuovi farmaci e vaccini. Questi i temi affrontati nella conferenza stampa organizzata dalla Lega Italiana Fibrosi Cistica in collaborazione con l'Osservatorio Malattie Rare. Presentata Martina, nuovo peluche-mascotte di LIFC realizzato da Trudi
Vaccini antinfluenzali in farmacia. FNOMCeO dice no
La proposta di Federfarma, Fofi e Assofarm non piace alla Federazione degli Ordini dei Medici: « Un’idea che, a legislazione vigente, non può essere messa in pratica»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 18 settembre, sono 30.183.223 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 946.158 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 18 settembre: Ad oggi in...
Formazione

Test di Medicina 2020, ecco come è andata: la cronaca dalle università di Roma, Firenze, Milano, Napoli e Bari

Oltre 66 mila candidati per 13.072 posti disponibili. Tra speranze, sogni, proteste e irregolarità, anche quest’anno il Test di medicina ha fatto parlare di sé. Pubblicate le risposte corrette al ...
Salute

Covid-19, studio italiano scopre meccanismo responsabile della morte dei pazienti in terapia intensiva

Lo studio, che vede come capofila il S. Orsola di Bologna, è stato pubblicato su “Lancet Respiratory Medicine” lo scorso 27 agosto