Politica 15 Dicembre 2021 10:09

Prorogato stato di emergenza e tamponi per chi viaggia, le novità del nuovo decreto

Rinnovo dello stato di emergenza, estensione del super green pass e novità per i viaggiatori. Queste le norme previste dal decreto approvato il 14 dicembre dal Consiglio dei ministri, che guarda al 2022 e alla situazione pandemica di Natale

Prorogato stato di emergenza e tamponi per chi viaggia, le novità del nuovo decreto

Rinnovo dello stato di emergenza, estensione del super green pass e novità per i viaggiatori. Queste le norme previste dal decreto approvato il 14 dicembre dal Consiglio dei ministri, che guarda al 2022 e alla situazione pandemica di Natale.

Lo stato di emergenza, che era in scadenza il prossimo 31 dicembre, viene prorogato al 31 marzo 2022 e così anche la norma sul Green pass rafforzato in zona bianca. Dunque fino a primavera nei ristoranti al chiuso, nelle discoteche, nei musei, nelle palestre, nei cinema e negli stadi si potrà entrare solo se in regola con la vaccinazione anti-Covid o se guariti. Dal 15 dicembre il Green pass di tutti i vaccinati subirà una riduzione di validità, dai 12 mesi attualmente in vigore a 9.

I viaggi

Il nuovo decreto segna anche una stretta sui viaggi di chi arriva in Italia dall’estero. Un’ordinanza che accompagna il decreto prevede, dal 16 dicembre, l’obbligo di tampone negativi per chiunque arrivi nel nostro Paese dall’Unione Europea, compresi i vaccinati. Per chi non ha il vaccino oltre al tampone è prevista anche una quarantena di cinque giorni. Prevista la presentazione all’imbarco di un test molecolare effettuato nelle 48 ore precedenti o a un test antigenico nelle 24 precedenti.

Obbligo mascherine

Non c’è obbligo di mascherine all’aperto invece, nonostante se ne fosse parlato nei giorni scorsi. La mascherina protettiva resta obbligatoria al chiuso fino alla fine dello stato di emergenza. Nelle principali città italiane – Milano, Roma, Bologna e Venezia – è tuttavia in vigore l’obbligo all’aperto per il centro, molto affollato durante le feste natalizie.

Obbligo vaccinale

Intanto da oggi in Italia scatta l’obbligo vaccinale anti-Covid per il personale scolastico docente e non, e per le forze dell’ordine. Obbligatoria anche la dose booster a scadenza, in quanto si intende ottemperato l’obbligo a ciclo vaccinale concluso. Non importa se assenti, dal 15 dicembre tutti saranno obbligati a presentare la documentazione conforme o l’esenzione. Chi sarà trovato a lavoro senza essere vaccinato dovrà pagare dai 600 ai 1500 euro. Multe anche per chi non controlla, fino a 400 euro.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Nel mondo oltre 10 milioni di bambini orfani per la pandemia
A causa della pandemia, oggi nel mondo ci sono circa 10 milioni e mezzo di bambini senza genitori o tutori. L'allarme è stato lanciato da uno studio internazionale, secondo cui servono interventi urgenti
I nuovi virus che spaventano la comunità scientifica internazionale
Dal poliomavirus LsPyV KY187 alla febbre del pomodoro. Le preoccupazioni degli esperti
di Stefano Piazza
Pronto soccorso in crisi, la ricetta di Monti (Dir. PS): «Occorre forte coordinamento ospedale-territorio»
«Oggi molte persone si rivolgono al Pronto soccorso perché si trovano in difficoltà, noi dobbiamo dare una riposta» spiega Manuel Monti, Direttore del Pronto soccorso dell’ospedale di Gubbio-Gualdo Tadino
di Francesco Torre
Albenga (Savona), l’appello del sindaco Tomatis: «Ridateci il Pronto Soccorso»
Chiuso durante il Covid, il punto di primo intervento della cittadina ligure non ha riaperto dopo la pandemia. I cittadini hanno dato vita al movimento “senzaprontosoccorsosimuore”, raccolto firme e scritto al Presidente della Regione Liguria, mentre il Pronto Soccorso del Santa Corona a Pietra Ligure ora è al collasso
In due anni 16 milioni di contagi e oltre 160 mila morti: l’impatto del Covid-19 sul sistema ospedaliero italiano
Per la prima volta, grazie ad una collaborazione tra Istat e Agenas, è stato analizzato l’impatto della pandemia da SARS-CoV-2 sul sistema ospedaliero italiano. Il Rapporto, oltre a descrivere gli effetti sul complesso dei ricoveri attraverso un confronto con i dati pre-pandemia, esamina le caratteristiche salienti dei ricoveri per Covid-19. Ecco i risultati
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 26 settembre 2022, sono 615.090.972 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.536.966 i decessi. Ad oggi, oltre 12.25 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata ...
Covid-19, che fare se...?

Se risulto negativo al test ma ho ancora i sintomi posso contagiare gli altri?

Sintomi come febbre e tosse possono durare più della positività al test antigenico rapido. Gli scienziati si stanno interrogando quindi sulla durata della contagiosità. L'ipotesi ...
Covid-19, che fare se...?

Quanto durano i sintomi del Long Covid?

La durata dei sintomi collegati al Long Covid può essere molto variabile: si va da qualche settimana fino anche a 24 mesi