Politica 23 marzo 2018

Parlamento, i ‘camici bianchi’ protagonisti della XVIII Legislatura

Ruolo decisivo per la Capogruppo M5S e medico Giulia Grillo. Beatrice Lorenzin, Ministro della Salute ancora in carica, sceglie (per ora) il Gruppo Misto: «Ma mi occuperò ancora di Sanità». Il pediatra Paolo Siani: «Vorrei dare il mio contributo in Commissione Affari Sociali e sanità». Le prime battute di tutti gli altri…

di Cesare Buquicchio e Giovanni Cedrone
Immagine articolo

Pronti, via: comincia la XVIII legislatura. Primo giorno d’aula oggi per Deputati e Senatori eletti con il voto del 4 marzo. Come sempre in questi casi, c’è l’atmosfera delle grandi occasioni. Ancora non c’è accordo per l’elezione dei Presidenti di Camera e Senato e in Transatlantico si respira un’atmosfera di grande fermento. Tanti i camici bianchi e gli operatori della sanità eletti, alcuni alla prima esperienza.

Un ruolo di primo piano spetterà a Giulia Grillo, medico legale, promossa capogruppo del M5S alla Camera. Già molto attiva nella passata legislatura in ambito sanitario, ora guida il gruppo più numeroso della Camera in cui ci sono molti medici. Passa anche per lei il destino di questa legislatura e dunque per ora preferisce non rilasciare dichiarazioni.

LEGGI IL NOSTRO APPROFONDIMENTO SPECIALE ELEZIONI 2018

Debutto più soft per il pediatra Paolo Siani del Partito Democratico, felice di dare il suo contributo ai lavori parlamentari. Il suo auspicio è quello di poter continuare a seguire i temi sanitari nella Commissione Affari Sociali della Camera.

Torna invece a Montecitorio Massimo Garavaglia, Lega, che oltre ad essere Assessore all’Economia della Regione Lombardia, presiede, ancora per poco, il Comitato di Settore Sanità della Conferenza delle Regioni. Parla con i giornalisti, non di quello che accadrà per la Presidenza di Montecitorio, ma dei temi di cui si è occupato in questi anni. È il primo ad auspicare una conclusione positiva della trattativa per il rinnovo del contratto della dirigenza medica.

Torna alla Camera anche il Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, ancora titolare del dicastero, che assicura che continuerà ad occuparsi di temi sanitari anche se non dovessero optare per la Commissione Affari Sociali e Sanità. Intanto annuncia che si iscriverà al Gruppo Misto in attesa degli sviluppi delle dinamiche parlamentari.

Articoli correlati
Gemelli, da dicembre accesso h 24 nella Terapia Intensiva Neonatale
Da dicembre 2018 verrà garantito l’accesso ai genitori h 24 nei Reparti di Terapia Intensiva Neonatale (TIN), Sub-TIN e Patologia Neonatale della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS al fine di promuovere un più stretto contatto tra i genitori e i piccoli prematuri, anche attraverso la “Kangaroo mother care”, la pratica di fornire un continuo […]
Sottosegretario alla Salute, per sostituire Fugatti è ballottaggio tra le leghiste Boldi-Cantù
Duello al femminile nella Lega per sostituire il neo presidente della Provincia di Trento. L’ex assessore alla Famiglia della Regione Lombardia era in pole, ma i numeri risicati in Senato hanno fatto salire le quotazioni della vicepresidente della Commissione Affari Sociali
Aggressioni a medici, Dieni (M5S): «Aperti a contributi di operatori e opposizioni. Presto legge per tutelare chi salva vite»
La vicecapogruppo dei Cinque Stelle alla Camera assicura l’impegno del Movimento sul tema e apre a modifiche sul Ddl governativo. «Anche sblocco del turn over più aiutare a risolvere problema, stiamo lavorando in questa direzione»
Quali sono le regole che il Provider deve adottare in riferimento alla Pubblicità?
Durante lo svolgimento dell’evento, la pubblicità di prodotti di interesse sanitario è consentita esclusivamente allo sponsor dell’evento al di fuori delle aree in cui vengono esposti i contenuti formativi. Durante lo svolgimento dell’evento, è consentita l’indicazione del principio attivo dei farmaci o del nome generico del prodotto di interesse sanitario. Non può essere indicato alcun […]
Gianluca Giuliano (UGL): «Bene governo su sanità, ma non tardi intesa Stato-Regioni su Patto Salute 2019-2021»
«Finalmente la sanità italiana viene considerata dal governo come uno dei settori nei quali investire risorse economiche». Valuta positivamente l’operato del governo e del Ministro della Salute Giulia Grillo il segretario nazionale Ugl Sanità Gianluca Giuliano. «Il Fondo Sanità – sottolinea –  verrà incrementato di 2 mld per l’anno 2020 e di ulteriori 1,5 mld […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

E-fattura, Marino (OMCeO Roma): «Dal 2019 cambia tutto, professionisti sanitari si attivino o rischio sanzioni»

«Per attivare la procedura occorre il ‘sistema d’interscambio’: ecco come funziona» così Emanuela Marino dell’Ufficio relazioni con il pubblico dell’OMCeO Roma parla delle novità in mate...
Salute

Liste d’attesa, Aceti (Cittadinanzattiva): «Prima voce di segnalazione per malcontento cittadini. Ecco cosa cambia con Piano Nazionale»

«50 milioni per abbattimento e interventi regionali. Ridiamo le gambe al SSN per tornare in piedi» Tonino Aceti, coordinatore nazionale del Tribunale per i diritti del malato di Cittadinanzattiva
di Giovanni Cedrone e Serena Santi
Formazione

Rivalidazione, controlli, autoformazione e crediti FAD: tutte le novità ECM in arrivo entro la fine dell’anno

Si avvicina infatti la scadenza del secondo segmento del triennio formativo 2017-2019: la verifica dei crediti ECM raccolti dai medici per il triennio 2014-2016 comincerà con l’inizio del 2019. Ane...