Politica 8 novembre 2016

Più fondi per la sanità e sconti sulle tasse. Ecco le novità della manovra 2017

Al centro della Finanziaria i temi legati a salute, famiglia, pensioni e Fisco. In programma finanziamenti per il Fondo Sanitario Nazionale, rottamazione di Equitalia e sanatoria cartelle

Una manovra da 27 miliardi di euro. Questo il valore della finanziaria 2017. Tra le pensioni con lo stanziamento fondi, la famiglia con i bonus in programma, l’emergenza competitività e la voluntary disclosure,  i punti chiave della manovra su cui si è più discusso sono le tante novità destinate al comparto sanità e la discussa rottamazione dell’ente di riscossione Equitalia, con conseguente sanatoria delle cartelle esattoriali. Ecco i dettagli:

SANITA’

Fondi – Sale a 113 miliardi il finanziamento del Fondo Sanitario Nazionale per il 2017 con incrementi di 1 miliardo l’anno per il 2018 e per il 2019. Nel dettaglio, un miliardo di euro destinati all’acquisto dei farmaci innovativi (con 500 milioni riservati al settore oncologia). Sul versante farmaceutico invece sono state stabilite nuovamente le soglie di adeguamento della spesa: 7% per quella ospedaliera (che aumenta del 3,5%) e 7,85% per quella convenzionata (che si riduce al 3,5%).
Vaccini – Per il Nuovo Piano Nazionale Vaccinazioni stanziati 100 milioni per il 2107, che diventeranno 127 nel 2018 e 186 nel 2019.
Aziende e contratti – Novità non troppo buone per le Aziende ospedaliere. Quelle aziende che presenteranno un deficit pari o superiore al 5% verranno sottoposte ad un piano di rientr.  Per quanto riguarda i rinnovi dei contratti dei dipendenti del sistema sanitario, prevista invece una soglia di spesa di 1,4 miliardi per il 2017,  che diventa 1,850 nel 2018, anche se esiste la concreta possibilità di alzare le soglie di 500 milioni, già dal 2017. Inoltre è previsto un fondo di 75 milioni di euro (per il 2017 e 150 milioni dal 2018) per la stabilizzazione dei precari del settore sanitario, mentre è aperto l’accesso all’Ape (Anticipo Pensionistico) agli infermieri che abbiano maturato 36 anni di contribuzione e abbiano lavorato senza interruzione almeno per gli ultimi 6 anni in turni svolgendo servizi problematici.
Investimenti infrastrutturali e ricerca – La manovra inoltre accoglierebbe anche altri aspetti che potrebbero influire sul comparto sanità, ad esempio lo stanziamento di fondi dedicati ad investimenti infrastrutturali nell’ambito dell’edilizia sanitaria, il finanziamento dell’attività di ricerca, indicazioni sui biosimilari e sui farmaci biologici a brevetto scaduto.
Sistema informativo e Regioni – Non finisce qui, ci sono anche alcune novità relative al sistema informativo: previsto uno stanziamento di 2,5 milioni di euro per l’attivazione del Fascicolo Sanitario Elettronico attraverso il consolidamento e l’integrazione con il Sistema tessera Sanitaria e l’Anagrafe nazionale degli Assistiti. Per concludere è ipotetica anche una quota di premialità sulla dotazione regionale del FSN per le Regioni, comprese quelle sottoposte a piano di rientro, che dimostrino dei miglioramenti negli indicatori; si tratterebbe di un “premio” dello 0,1% dei trasferimenti dal FSN.

EQUITALIA

Rottamazione – La rottamazione del Concessionario: l’intervento dovrebbe riguardare quasi tutti i crediti che Equitalia ha l’incarico di incassare. Bene specificare che non è contemplata, invece, l’Iva che è un’imposta comunitaria e rimangono escluse anche le multe auto e i tributi locali.

Sanatoria cartelle – A partire dal 7 novembre si potrà presentare la domanda per la rottamazione delle cartelle Equitalia, invece entro il prossimo 23 gennaio, si potrà inviare la richiesta per lo sconto sulle sanzioni e interessi di mora delle cartelle notificate tra il 2000 il 2015. ll decreto legge delibera che sono previste 4 rate per il pagamento delle somme, le prime due sono pari a un terzo dell’intera somma e la terza e la quarta a un sesto. Equitalia deve informare i debitori dell’esatto ammontare delle somme e le relative rate, entro 180 giorni dall’entrata in vigore del decreto.

Articoli correlati
Fatturazione elettronica, medici e farmacisti esonerati dall’obbligo per il 2019
Approvato un emendamento di Emiliano Fenu (M5S) che va incontro ad alcuni rilievi del Garante della Privacy per il quale l'obbligo della fatturazione elettronica presenta incompatibilità con la normativa sulla protezione dei dati personali
Tasse e contributi, come non sbagliare la dichiarazione. La guida completa alla compilazione del Modello D
Entro il 31 luglio i camici bianchi che hanno svolto attività libero professionale nel 2017 devono compilare nell’area riservata Enpam il Modello D. Ecco come scegliere le aliquote, come calcolare il reddito da dichiarare e chi è esonerato
Fisco, quali sono i dispositivi medici detraibili per il 2018? Ecco la guida
Siringhe, cerotti e termometri: tutti strumenti ‘del mestiere’ che possono essere deducibili. Come funziona, chi può godere delle detrazioni e quanto gli viene riconosciuto
Scadenze fiscali: slitta all’8 febbraio il termine per invio dati tessera sanitaria. Ecco le altre date…
Stefano Rigo, Presidente della Commissione Fisco FIMMG: «Gli MMG hanno un’organizzazione fiscale semplice ma pagano lo scotto della posizione tra liberi professionisti e ‘pseudo-dipendenti’». Ecco tutti i fronti aperti: dall'IRAP allo 'spesometro'...
Rottamazione Cartelle Equitalia, la parola all’esperto: «Ecco cosa devono fare i medici ed entro quando…»
Ai microfoni di Sanità Informazione, il consulente fiscale Giampiero Pantano spiega come risparmiare fino al 30% per le cartelle ricevute tra il 2000 e il 2016: «Attivata partnership con Consulcesi per aiutare gli operatori sanitari a districarsi in queste pratiche così complesse»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Endometriosi, arriva nuovo Ddl: 25 milioni per la ricerca e bonus malattia. Sileri (Comm. Sanità): «Prevenzione e tutela contro patologia subdola»

Per contrastare il ritardo nella diagnosi il disegno di legge presentato al Senato prevede corsi di formazione per ginecologi e medici di famiglia e una Giornata nazionale per parlare della malattia. ...
Politica

Sunshine Act, ecco cosa prevede Ddl trasparenza. Il relatore Baroni (M5S): «Così si previene corruzione. Per i medici no oneri burocratici»

Il provvedimento, in discussione in Commissione Affari Sociali, è sul modello di una analoga legge francese. Soglia minima per la dichiarazione è 10 euro: l’obbligo sarà in capo alle industrie sa...
Formazione

Formazione ECM, c’è tempo fino al 2019 per mettersi in regola. La proposta di Lenzi (Area medica): «Rafforzare obbligo crediti in alcune discipline»

Delibera Agenas stabilisce che per il triennio 2014/2016 si potranno utilizzare i crediti maturati nel periodo 2017/2019. Il presidente del Comitato di Biosicurezza e Biotecnologie e membro della Comm...