Politica 23 Giugno 2020

Covid-19, Speranza: «L’Italia si sta rialzando ma la battaglia non è vinta. Scriviamo insieme il futuro»

«Il virus è una grande sfida globale, non conosce confini tra nazioni e questo significa che dobbiamo costruire insieme una risposta». Così il ministro della Salute in visita allo Spallanzani insieme all’ambasciatore Usa in Italia Eisenberg

C’era anche il ministro della Salute Roberto Speranza questa mattina all’Istituto Spallanzani di Roma per la visita dell’ambasciatore Usa in Italia, Lewis M. Eisenberg.

«Sono state giornate difficilissime per il nostro Paese – ha dichiarato Speranza in riferimento al periodo più duro della pandemia – e oggi, in una fase di cautela e prudenza, dobbiamo riconoscere che le istituzioni repubblicane e il SSN hanno saputo reggere. E se questo è avvenuto – ha precisato – è grazie alle donne e agli uomini del Ssn. Il virus è una grande sfida globale – ha affermato – non conosce confini tra nazioni e questo significa che dobbiamo costruire insieme una risposta globale».

LEGGI ANCHE: EMERGENZA COVID, CONTE A MEDICI E INFERMIERI: «NON VI CHIAMO EROI, MA SIETE GRANDI PROFESSIONISTI CON GRANDE CUORE»

Affrontare il futuro, dunque, facendo tesoro della lezione imparata durante i mesi di pandemia. «All’inizio si pensava che il virus fosse un problema solo della Cina – ha sottolineato il Ministro – poi dell’Italia e dell’Ue» fino a rendersi conto che era «una sfida globale. Io penso che insieme dobbiamo dare risposte all’altezza – ha aggiunto Speranza -. Quella più importante è quella della ricerca, dell’innovazione, è la collaborazione internazionale tra Paesi. L’Italia dopo mesi difficili si sta rialzando, ma guai a pensare che la battaglia sia vinta. Servirà la ricerca, la scienza, il vaccino sicuro al 100% e nel più breve tempo possibile per mettere la parola fine a questa storia così complicata».

LEGGI ANCHE: COVID-19, SPERANZA AI MEDICI: «SE LE ISTITUZIONI HANNO RETTO È ANCHE GRAZIE A VOI. ORA DISEGNIAMO INSIEME LA SANITÀ DEL FUTURO»

«Lo Spallanzani è da tempo partner degli Usa – ha ricordato l’ambasciatore americano Lewis Eisenberg nel corso della visita all’ospedale romano -. Siamo ansiosi di avere nuove opportunità per collaborare nell’affrontare questa e future sfide». Poi, è arrivato il plauso all’Italia per la gestione dell’emergenza sanitaria: «L’enorme impatto che avete avuto nel controllare il Covid-19» e la crisi sanitaria che ha colpito non solo l’Italia ma tutto il mondo «è stata bene affrontata. Noi vi auguriamo un successo uguale nell’affrontare la prossima fase di questa sfida», ha aggiunto l’ambasciatore evidenziando «il lavoro a stretto contatto con le istituzioni sanitarie ed il settore privato Usa per assicurare che si arrivi a vaccini efficaci nel modo più veloce e sicuro».

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

Articoli correlati
Giorni della Ricerca, Mattarella: «Cancro non è andato in lockdown»
Il ministro Speranza ha aggiunto: «Previsto un ulteriore finanziamento di 50 milioni l'anno per gli Irccs e la ricerca contro il cancro»
“Anziani, diritti e tutela senza età”, in un libro le sfide degli over 65 ai tempi della pandemia
A cura di Laila Perciballi, avvocato e referente della FNO TSRM e PSTRP, l’instant book «vuole proporre un nuovo modello di assistenza sanitaria e sociale che aiuti gli anziani a vivere nelle loro case, nel loro habitat, nel tessuto famigliare e sociale». Tra gli autori Anna Melillo, Maria Pia Gallo e Massimo Tosini
Pronto Soccorso, percorsi separati sulla carta ma in realtà non si riesce a isolare i positivi
La situazione negli ospedali romani raccontata dal segretario di CGIL Sanità Lazio e Michela Flores di Usb Sanità: «Le ambulanze sono utilizzate come camere di isolamento, in attesa di trovare un posto letto ai pazienti»
di Peter D'Angelo
Covid-19, Conte firma un nuovo DPCM: ecco cosa prevede e il testo completo
Bar e ristoranti chiusi dalle 18.00, didattica a distanza per il 75% delle attività alle superiori, giù le serrande di palestre e piscine. Conte: «I medici di famiglia saranno preziosi alleati nella strategia di contrasto al Covid-19. Sul tavolo c'è un rinnovo contrattuale che servirà anche a motivarli per coinvolgerli in nuovi compiti» 
Covid, Ecdc: «In Europa interventi inefficaci, situazione ad alto rischio. Servono misure immediate»
Situazione preoccupante secondo gli esperti del Centro europeo per il controllo delle malattie: le misure sono arrivate in ritardo e l'adesione non è stata ottimale
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 26 ottobre, sono 43.018.215 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.153.964 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 25 ottobre: Ad oggi in I...
Contributi e Opinioni

«Tamponi Covid sui bambini: troppe prescrizioni che non tengono conto dei rischi intra-procedurali»

di prof. Filippo Festini, Professore Associato di Scienze Infermieristiche generali, cliniche e pediatriche all’Università degli Studi di Firenze
di Filippo Festini, Professore Associato di Scienze Infermieristiche generali, cliniche e pediatriche, Università di Firenze
Salute

Covid-19, chi sono e cosa devono fare i contatti stretti di un positivo? Il vademecum del Ministero della Salute

In quali casi si può parlare di "contatto stretto"? Il Ministero della Salute spiega tutte le possibili situazioni in cui ci si può trovare