Politica 23 Giugno 2020

Covid-19, Speranza: «L’Italia si sta rialzando ma la battaglia non è vinta. Scriviamo insieme il futuro»

«Il virus è una grande sfida globale, non conosce confini tra nazioni e questo significa che dobbiamo costruire insieme una risposta». Così il ministro della Salute in visita allo Spallanzani insieme all’ambasciatore Usa in Italia Eisenberg

C’era anche il ministro della Salute Roberto Speranza questa mattina all’Istituto Spallanzani di Roma per la visita dell’ambasciatore Usa in Italia, Lewis M. Eisenberg.

«Sono state giornate difficilissime per il nostro Paese – ha dichiarato Speranza in riferimento al periodo più duro della pandemia – e oggi, in una fase di cautela e prudenza, dobbiamo riconoscere che le istituzioni repubblicane e il SSN hanno saputo reggere. E se questo è avvenuto – ha precisato – è grazie alle donne e agli uomini del Ssn. Il virus è una grande sfida globale – ha affermato – non conosce confini tra nazioni e questo significa che dobbiamo costruire insieme una risposta globale».

LEGGI ANCHE: EMERGENZA COVID, CONTE A MEDICI E INFERMIERI: «NON VI CHIAMO EROI, MA SIETE GRANDI PROFESSIONISTI CON GRANDE CUORE»

Affrontare il futuro, dunque, facendo tesoro della lezione imparata durante i mesi di pandemia. «All’inizio si pensava che il virus fosse un problema solo della Cina – ha sottolineato il Ministro – poi dell’Italia e dell’Ue» fino a rendersi conto che era «una sfida globale. Io penso che insieme dobbiamo dare risposte all’altezza – ha aggiunto Speranza -. Quella più importante è quella della ricerca, dell’innovazione, è la collaborazione internazionale tra Paesi. L’Italia dopo mesi difficili si sta rialzando, ma guai a pensare che la battaglia sia vinta. Servirà la ricerca, la scienza, il vaccino sicuro al 100% e nel più breve tempo possibile per mettere la parola fine a questa storia così complicata».

LEGGI ANCHE: COVID-19, SPERANZA AI MEDICI: «SE LE ISTITUZIONI HANNO RETTO È ANCHE GRAZIE A VOI. ORA DISEGNIAMO INSIEME LA SANITÀ DEL FUTURO»

«Lo Spallanzani è da tempo partner degli Usa – ha ricordato l’ambasciatore americano Lewis Eisenberg nel corso della visita all’ospedale romano -. Siamo ansiosi di avere nuove opportunità per collaborare nell’affrontare questa e future sfide». Poi, è arrivato il plauso all’Italia per la gestione dell’emergenza sanitaria: «L’enorme impatto che avete avuto nel controllare il Covid-19» e la crisi sanitaria che ha colpito non solo l’Italia ma tutto il mondo «è stata bene affrontata. Noi vi auguriamo un successo uguale nell’affrontare la prossima fase di questa sfida», ha aggiunto l’ambasciatore evidenziando «il lavoro a stretto contatto con le istituzioni sanitarie ed il settore privato Usa per assicurare che si arrivi a vaccini efficaci nel modo più veloce e sicuro».

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

Articoli correlati
Scudo penale, arriva Ddl con ‘clausola di salvaguardia’ per operatori sanitari. Russo (FI): «Ma non sarà colpo di spugna»
Il parlamentare ha annunciato che, oltre al disegno di legge, presenterà un emendamento alla legge di Bilancio: «Credo sia il tempo giusto per poter garantire questo ombrello di dignità. Ai familiari dei pazienti deceduti per Covid sarà garantito il diritto a chiedere l’eventuale possibile risarcimento»
Fondazione Don Gnocchi, la testimonianza controcorrente di un dipendente: «Esempio di buona sanità»
Antonio Spinelli, da 33 anni professionista nel sociale, racconta i momenti più difficili della pandemia
di Federica Bosco
Covid, il biofisico Bianconi: «Con le “leggi dello sviluppo dei sistemi viventi” abbiamo capito come si muove l’epidemia»
Il biofisico, attraverso studi quantitativi, si è concentrato sulla velocità di crescita o rallentamento dell’epidemia. E, dati alla mano, ha scoperto che il metodo applicato in Oriente, il “Case Finding and Mobile Tracing”, è molto più efficace nel contenimento dell’epidemia rispetto al “Lockdown Stop and Go”
Vacanze natalizie, cosa succederebbe in Europa se venissero eliminate le restrizioni? Lo scenario dell’ECDC
Il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie ha stilato un report in cui mette in guardia i governi Ue dall’allentare la presa. Il Premier Conte: «Vacanze sulla neve impensabili ma sì allo scambio dei doni»
La stanza dove abbracciarsi non è vietato: «Migliora umore e benessere di anziani e disabili»
La struttura è stata realizzata all’interno della Rsa Domenico Sartori, a Castelfranco Veneto. La direttrice: «In pochi giorni è migliorato il tono dell’umore e il benessere di tutti i nostri ospiti, anziani e disabili. L’abbiamo ideata pensando alle incubatrici che proteggono i bambini prematuri senza sottrarli all’affetto dei propri genitori»
di Isabella Faggiano
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 25 novembre, sono 59.787.369 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.409.639 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 24 novembre...
Voci della Sanità

Manovra 2021, prevista indennità per gli infermieri. Beux (FNO TSRM e PSTRP): «Offesa alle altre professioni sanitarie, si premi il merito»

L’articolo 66 della bozza della Legge di Bilancio prevede una indennità di “specificità infermieristica” in vigore a partire dal primo gennaio 2021. Ma il Presidente del maxi Ordine delle prof...
Salute

Covid-19, Stefano Vella: «Dall’HIV abbiamo imparato che i virus vanno affamati»

Intervista a Stefano Vella dell'Università Cattolica di Roma: «Pandemia dichiarata colpevolmente in ritardo, ci siamo fidati della SARS. Testare tutti è impossibile, dobbiamo raggiungere una copert...
di Tommaso Caldarelli