Voci della Sanità 1 Settembre 2020

L’ASST Santi Paolo e Carlo investe in ristrutturazioni, 35 nuovi posti letto trasformabili in terapia sub intensiva

Il nuovo reparto è diretto dal prof. Stefano Centanni, pneumologo e Direttore del Dipartimento di Scienze della Salute dell’Università degli Studi di Milano

Inaugurato questa mattina il nuovo reparto di Pneumologia dell’Ospedale San Paolo di Milano alla presenza del Direttore Generale Welfare di Regione Lombardia, Marco Trivelli, del Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Milano, prof. Elio Franzini e del Presidente della Facoltà di Medicina e Chirurgia, Vincenzo Zuccotti. La struttura ha all’attivo 35 posti letto per la gestione di patologie respiratorie, di cui 10 monitorati con telesorveglianza, immediatamente trasformabili in terapia sub intensiva in caso di necessità.

Il nuovo reparto è diretto dal prof. Stefano Centanni, pneumologo e Direttore del Dipartimento di Scienze della Salute dell’Università degli Studi di Milano, coadiuvato da uno staff di 11 medici specialisti e personale infermieristico con formazione specifica.

Dopo aver trascorso i mesi precedenti a corse contro il tempo trasformando, anche durante l’arco di una notte, intere aree degli Ospedali San Paolo e San Carlo in reparti Covid, oggi l’ASST Santi Paolo e Carlo riparte investendo in professionalità, alta tecnologia e secondo i migliori standard qualitativi e di sicurezza. Il reparto di Pneumologia infatti è dotato di moderni testa letto dotati di impianti per alti flussi di ossigeno, telesorveglianza, con una struttura impiantistica completamente rinnovata e un sistema di climatizzazione delle singole stanze di degenza.

«Le malattie respiratorie sono la terza causa di morbilità e mortalità nel mondo contemporaneo – dichiara il prof. Stefano Centani, Direttore Pneumologia ASST Santi Paolo e Carlo -. In tempi normali questo reparto con nuovi impianti di gas medicali e la dotazione di letti monitorati consentirà di gestire al meglio i sempre più frequenti pazienti respiratori, compresi quelli con insufficienza respiratoria con ipercapnia (livello elevato di anidride carbonica), anch’essi in costante aumento epidemiologico».

«Questo nuovo progetto è un bell’esempio di collaborazione virtuosa tra la nostra ASST e l’UNIMI per migliorare ed offrire servizi sempre più attenti ai cittadini, anche in previsione di una recrudescenza della pandemia» dichiara il Direttore Generale ASST Santi Paolo e Carlo, dott. Matteo Stocco.

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Covid-19, Report ISS-Ministero: «Cala incidenza ma avanti con drastica riduzione contatti»
Speranza firma nuova ordinanza: area arancione per Calabria, Lombardia e Piemonte, area gialla per Liguria e Sicilia. Rinnovate le misure restrittive per Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche e Toscana
Morti per Covid-19 o con il Covid-19? Come si calcola la mortalità da coronavirus
L’Istituto Superiore di Sanità spiega quali sono i criteri secondo cui vengono classificati i decessi per Covid-19
Andid, al via il 32º Congresso nazionale. L’impegno dei dietisti tra i nuovi ordini professionali e la tutela della salute pubblica
La professione in epoca Covid: dalla malnutrizione dei pazienti gravi alla nutrizione per eccesso causata dall’isolamento. L’intervista a Marco Tonelli, presidente della Commissione d’albo Dietisti
di Isabella Faggiano
Una giornata in un Covid hotel di Milano, dove i posti stanno per terminare
All'hotel Baviera del gruppo Mokinba forze dell’ordine, operatori sanitari e senza tetto aspettano in isolamento la negatività al virus
di Federica Bosco
«Ospedali sovraccarichi, non allentare le restrizioni». L’appello di medici e dirigenti sanitari
L’Intersindacale Medica, Sanitaria e Veterinaria prende posizione nel dibattito sulle possibili riaperture, in particolare in prossimità delle festività natalizie
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 30 novembre, sono 62.789.645 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 1.460.049 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 27 novembre...
Voci della Sanità

Manovra 2021, prevista indennità per gli infermieri. Beux (FNO TSRM e PSTRP): «Offesa alle altre professioni sanitarie, si premi il merito»

L’articolo 66 della bozza della Legge di Bilancio prevede una indennità di “specificità infermieristica” in vigore a partire dal primo gennaio 2021. Ma il Presidente del maxi Ordine delle prof...
Salute

Covid-19, Stefano Vella: «Dall’HIV abbiamo imparato che i virus vanno affamati»

Intervista a Stefano Vella dell'Università Cattolica di Roma: «Pandemia dichiarata colpevolmente in ritardo, ci siamo fidati della SARS. Testare tutti è impossibile, dobbiamo raggiungere una copert...
di Tommaso Caldarelli