Voci della Sanità 22 Giugno 2022 17:14

Gruppo INI candidato agli “Oscar” della Sanità privata europea

L’ambulatorio per il Long Covid attivato a febbraio 2021 a Città Bianca di Veroli (Frosinone) tra i progetti finalisti degli European Private Hospital Awards nella categoria “Best patient-focused initiative”

Gruppo INI candidato agli “Oscar” della Sanità privata europea

L’Italia sarà rappresentata dall’INI Città Bianca, domani a Lisbona, nel corso della cerimonia di premiazione degli European Private Hospital Awards, gli “Oscar” della Sanità privata. La struttura di Veroli (Frosinone) del Gruppo INI è candidata tra i migliori progetti sanitari nella categoria “Best patient-focused initiative” a livello europeo per l’Ambulatorio Integrato Post Covid. Il progetto innovativo è stato avviato nel febbraio 2021 con intuito e lungimiranza quando ancora il Long Covid non era ancora considerato con l’attenzione che ha oggi. Ad oggi tantissimi i pazienti sono arrivati alla struttura di Veroli da tutto il Centro-Sud Italia, con manifestazioni di interesse e di contatto anche dal Nord e dall’estero, per l’inquadramento e il trattamento delle patologie post Covid.

«Siamo davvero orgogliosi di questo invito – afferma Cristopher Faroni, Direttore Generale del Gruppo INI -che già di per sé rappresenta un importante riconoscimento per tutti noi e per l’operato del nostro team. Quando abbiamo avviato il progetto, le patologie invalidanti che riguardavano migliaia di pazienti che avevano contratto il virus erano una realtà senza nome e il Long Covid era ancora semi-sconosciuto mentre oggi è ormai un’emergenza conclamata. Siamo stati pionieri, fieri di aver potuto assistere una moltitudine di pazienti provenienti da tante aree del Paese e di rappresentare l’Italia in questa manifestazione internazionale».

L’Ambulatorio Integrato Post Covid, coordinato dal Dott. Fernando Lunedi, nasce dall’esperienza dell’Unità operativa di Medicina Covid, diretta dal Dott. Carmine Romaniello.

Quella del Long Covid è una realtà quanto mai attuale e destinata a crescere, come hanno dimostrato recenti studi britannici e cinesi e che deve far tenere la guardia alta anche alla luce della sempre maggiore diffusione delle nuove varianti Omicron.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Sanità, Boldrini (Pd): «Prorogare e stabilizzare operatori sociosanitari nei penitenziari e nelle RSA»
La senatrice chiede ai ministri competenti «quali ragioni abbiano spinto a rinunciare a questa dotazione di personale in strutture che operano sempre sotto organico con conseguente burn out»
Lockdown controproducenti, in alcuni paesi hanno aumentato i contagi
Uno studio dell'Università della Finlandia orientale ha dimostrato che, in alcuni paesi, i lockdown sono stati inutili e controproducenti. In altre parole, i blocchi completi hanno aumentato la diffusione dei contagi
Rivoluzione digitale in Sanità, la Campania ai blocchi di partenza nonostante le difficoltà
«La pandemia ha scaldato i motori dell’innovazione, ora sotto con la sfida del PNRR»
Nuova tecnologia made in Italy distrugge Sars-CoV-2 e tutte le sue varianti
Elettronica Group insieme a Lendlease presentano E4Shield, una tecnologia «disruptive» sviluppata per inattivare il Covid-19 e le sue varianti e affrontare nuove potenziali ondate pandemiche. E4Shield è uno dei primi progetti di innovazione nato all’interno dell’ecosistema di MIND Milano Innovation District
Problematiche della medicina legale in Sapienza. Frati e Fineschi sulla formazione che apre nuove frontiere
Come la medicina legale ha affrontato la pandemia e i dilemmi di contenzioso ad essa connessi? Di questo e molto altro si è discusso in un'occasione di confronto in Sapienza al Convegno “Problematiche attuali della medicina legale: contenzioso, assicurazione e autoritenzione"
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 24 giugno, sono 542.130.868 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.326.038 i decessi. Ad oggi, oltre 11,63 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&nb...
Covid-19, che fare se...?

Quali sono i sintomi della variante Omicron BA.5 e quanto durano?

La variante Omicron BA.5 tende a colpire le vie aeree superiori, causando sintomi lievi, come naso che cola e febbre. I primi dati indicano che i sintomi durano in media 4 giorni
Covid-19, che fare se...?

Il vaccino può causare il Long Covid?

Uno studio americano ha segnalato una serie di sintomi legati alla vaccinazione anti-Covid. Ma per gli esperti non si tratta di Long Covid, ma solo di normali effetti collaterali