Voci della Sanità 3 Giugno 2020

Fnopo: «Con senatrice Boldrini incontro ricco di spunti. Valorizzare salute donna con ostetrica di famiglia e di comunità»

Rafforzamento della rete di assistenza sul territorio e della medicina di iniziativa e di prossimità a supporto della salute della donna, promozione della figura dell’ostetrica di famiglia e di comunità, contrasto alla denatalità e formazione. Sono stati questi i temi principali discussi nel corso dell’incontro della Federazione Nazionale degli Ordini della Professione Ostetrica e la […]

Rafforzamento della rete di assistenza sul territorio e della medicina di iniziativa e di prossimità a supporto della salute della donna, promozione della figura dell’ostetrica di famiglia e di comunità, contrasto alla denatalità e formazione. Sono stati questi i temi principali discussi nel corso dell’incontro della Federazione Nazionale degli Ordini della Professione Ostetrica e la senatrice PD Paola Boldrini.

«La senatrice – spiegano le componenti del Comitato centrale FNOPO in una nota – ha dimostrato ancora una volta una grande sensibilità attraverso il suo DDL n. 1616 alle tematiche urgenti d’interesse per tutte le professioni sanitarie e socio-sanitarie ma, anche di quelle della Categoria ostetrica e delle donne: la creazione di una rete di assistenza che abbia il proprio fulcro nei servizi erogati dal distretto, come già delineato da normative vigenti e non applicate; il ruolo determinante dell’ostetrica quale professionista con formazione specifica per la promozione e la protezione della salute delle donne in tutte le fasi della loro vita da valorizzare attraverso l’implementazione del modello di ostetrica di famiglia e di comunità, il contrasto alla denatalità con un supporto alle donne prima durante e dopo la gravidanza e, infine ma non per ultima la formazione, da sviluppare con revisione degli attuali i percorsi di laurea delle professioni sanitarie (legge 251/200) con maggiore valorizzazione del tirocinio pratico».

«L’esperienza della pandemia – proseguono – ha dimostrato che è necessario ripartire dal territorio e dalle cure primarie, in particolare per la gestione e la presa in carico della salute delle donne già in fase adolescenziale. Il modello di ostetrica di famiglia e di comunità consente la realizzazione di questo obiettivo, garantendo sicurezza e appropriatezza delle cure alle donne e famiglie per un welfare di comunità, accertamento e assistenza delle gravidanze a basso rischio e supporto alle neo mamme nel puerperio nella promozione e sostegno dell’allattamento materno, in particolare anche per intercettare possibili casi della depressione post partum, o ancora episodi di violenza domestica, evidenziare precocemente i primi segni di disturbi dello spettro autistico, con invio dei bambini alle cure specialistiche per una presa in carico precoce».

LEGGI ANCHE: SANITÀ, LE SFIDE DI PAOLA BOLDRINI (PD): «MEDICINA DI GENERE E MALATTIE RARE TRA LE PRIORITÀ. MINISTRO GRILLO DIFENDA SALUTE PUBBLICA»

«Ma non è solo la gravidanza l’ambito di intervento dell’ostetrica – spiegano ancora le rappresentanti nazionali della categoria -. Come evidenziato nel corso dell’incontro, insieme alla senatrice si è concordato sulla necessità di rafforzare la prevenzione, in particolare in ambito oncologico femminile e con l’educazione a sani stili di vita».

«Di primaria importanza è stato giudicato l’intervento per contrastare la denatalità, non solo attraverso il necessario supporto dei servizi di base per contrastare le difficoltà socio-economiche delle famiglie, ma anche con formazione e informazione ai giovani su tutte le problematiche relative alla infertilità, quali le Malattie Sessualmente Trasmesse e le loro possibili soluzioni, come previsto dal Piano nazionale per la Fertilità del 2015».

«Solo interventi specifici e concordati con professionisti dedicati -affermano – qual è l’ostetrica, possono supportare il desiderio di genitorialità ed essere un reale contrasto all’inevitabile invecchiamento della popolazione e conseguente compromissione del ricambio generazionale. In tale ottica, la formazione continua a essere un caposaldo imprescindibile, e uno dei temi su cui la Federazione continua l’impegno intrapreso per ripristinare il percorso quinquennale che con la legge 341/1990 è stato ridotto alla durata di soli tre anni. Il sostegno e la passione della senatrice Boldrini per le tematiche affrontate – concludono i vertici FNOPO – rappresentano un ulteriore stimolo per la Federazione per proseguire nella realizzazione di progetti che garantiscono maggiore qualità di cure per le donne, le famiglie e tutta la comunità».

 

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

Articoli correlati
Covid-19 e gravidanza, le regole per ridurre il rischio di contagio
Sul Lancet il punto della situazione sul rapporto fra gravidanza, parto e Sars-CoV-2: «L’allattamento al seno con precauzioni è sicuro, ma rischio nascite premature»
di Tommaso Caldarelli
Commissione Sanità, Boldrini (Pd) eletta vicepresidente: «Mio obiettivo rafforzare SSN e professioni sanitarie»
«Porterò avanti anche gli impegni assunti prima del Covid, dall’inserimento della Fibromialgia nei Lea (Livelli essenziali di assistenza) ai provvedimenti di legge per bambini e adolescenti che soffrono di diabete Mellito di tipo I, cosiddetto infantile» sottolinea l'esponente del Partito democratico
Sì all’allattamento e no a visite dei parenti, arriva la guida per gravidanze Covid-19
L’ e-book formazione è il più aggiornato testo sul tema con oltre 90 articoli di letteratura scientifica
Puglia, Senior Italia FederAnziani: «Per abbattere liste d’attesa potenziare medicina del territorio»
La richiesta lanciata da FederAnziani ha messo a confronto società scientifiche e organizzazioni sindacali di medici con Vito Montanaro, Direttore del Dipartimento Promozione della Salute della Regione Puglia in una tavola rotonda virtuale
Fnopo su legge 251/2000: «Norma sia applicata a tutte le aree di professioni sanitarie e sociosanitarie»
A 20 anni dalla promulgazione della legge 251/2000, Maria Vicario (presidente Fnopo): «Urgente rivisitazione politica e sindacale»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 4 agosto, sono 18.288.573 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 693.805 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 3 agosto: nell’ambito del ...
Contributi e Opinioni

«Contro il Covid non fate come noi. Non sta funzionando». La lettera di 25 scienziati e medici svedesi

Un gruppo di 25 scienziati e medici dalla Svezia scrive una lettera su Usa Today al resto del mondo: «La strategia "soft" non funziona, abbiamo perso troppe vite»
di 25 dottori e scienziati svedesi
Salute

Tumori della pelle in aumento, l’allarme di Ascierto: «Paura Covid ha scoraggiato i controlli»

L’esperto: «Una diagnosi precoce consente alti tassi di guarigione, la prevenzione è l’arma più efficace»