OMCeO, Enti e Territori 17 Dicembre 2018

Fecondazione eterologa, le donne italiane non donano gli ovuli

«Le donne italiane non donano i propri ovuli come invece accade in altre nazioni. In Italia le donne non hanno la mentalità della donazione. E’ un problema culturale. Quindi l’eterologa qui da noi viene eseguita con ovociti presi all’estero. Ma in Italia abbiamo la miglior tecnologia in termini di riproduzione». Lo afferma Claudio Giorlandino, ginecologo, Direttore […]

«Le donne italiane non donano i propri ovuli come invece accade in altre nazioni. In Italia le donne non hanno la mentalità della donazione. E’ un problema culturale. Quindi l’eterologa qui da noi viene eseguita con ovociti presi all’estero. Ma in Italia abbiamo la miglior tecnologia in termini di riproduzione». Lo afferma Claudio Giorlandino, ginecologo, Direttore Generale dell’Italian College of Fetal Maternal Medicine.

I più recenti dati europei pongono l’Italia tra le nazioni con una migliore tecnologia nell’ambito della medicina della riproduzione. Gli stessi indicatori mostrano come, per quanto riguarda il successo in termini di gravidanze evolutive, l’Italia si pone attualmente ai primi posti. «Questo probabilmente in conseguenza dell’enorme sforzo tecnologico e scientifico posto dai nostri medici e biologi allorché erano presenti i limiti legislativi relativi alla legge 40. Questa legge, infatti, imponeva un grosso freno alle tecniche di procreazione e i clinici italiani hanno sviluppato metodologie d’avanguardia ed esperienze particolarmente raffinate per dare la felicità ad una coppia che non poteva avere figli naturalmente» aggiunge l’esperto.

Dalla rimozione dei limiti della legge 40, avvenuta oramai da quasi 10 anni, le coppie desiderose di un figlio non si rivolgono più ad altre nazioni ma rimangono qui in Italia sempre più numerose, perché la possibilità di avere una gravidanza è addirittura superiore a quella sulla quale si può contare all’estero. «Rimangono però in Italia alcune problematiche e la maggiore è quella legata alla gravidanza con donazione di gameti. Si tratta della cosiddetta gravidanza eterologa, quella dove essenzialmente la donna, non possedendo più un patrimonio ovocitario, deve rivolgersi alla banca dei gameti – spiega Giorlandino – . In Italia è infatti difficile ottenere ovociti perché non è presente la mentalità della donazione che invece in altre nazioni risulta oramai consolidata. Ma da noi la possibilità, attualmente molto utilizzata, di rifornirci di ovociti da altri partner europei, ha permesso di ottenere gravidanze senza più difficoltà».

Secondo il ginecologo «la grande rivoluzione che in Italia si sta maturando è quella relativa alla fusione, sempre più stretta, tra genetica e riproduzione. Questi due aspetti dell’inizio della vita umana, pur essendo due facce della stessa medaglia, erano in passato tenuti distinti ma, adesso, con l’evolversi delle metodologie di ordine genetico, si tende ad esplorare con attenzione il patrimonio relativo al DNA dei soggetti che si rivolgono ai centri italiani. Ovviamente centri di maggior riferimento presentano la genetica al loro interno. Altri, meno dotati di tecnologia, sono costretti a prendere le varie ‘celluline’ dell’embrione ed a correre per la città, o per la Nazione, fino a lì dove possono trovare qualche centro di genetica che possa eseguire gli esami del caso».

«È intuitivo che le strutture che associano genetica e riproduzione sono le più performanti. Per questo si cerca, oggi, di favorire queste strutture e di implementare le ricerche genetiche preconcezionali in modo da evitare le cosiddette brutte sorprese. È per questo che le coppie dovrebbero chiedere, al momento in cui si rivolgono ad un centro di fertilità, se è presente, all’interno del centro stesso un laboratorio di genetica di alta tecnologia, e se questo sia in grado di eseguire in loco gli esami necessari per garantire la salute dell’embrione», conclude l’esperto.

Articoli correlati
Human Technopole pronto nel 2024. Mattaj (direttore) : «Permetterà all’Italia di diventare un paese più competitivo nella ricerca biomedica»
Human Technopole è un centro di ricerca scientifico dedicato alle scienze della vita dotato delle tecnologie più avanzate al mondo e sopratutto di mezzi che non ha nessuno: quasi un miliardo di euro, secondo la Legge di Bilancio 2017, direttamente dalle tasche dello Stato, dal 2016 al 2024 quando dovrebbe essere completato (per un totale […]
Roma, agli IFO tante iniziative per la Giornata Mondiale del Donatore di Sangue
La trasfusione di sangue ed emoderivati salva milioni di vite ogni anno. I servizi trasfusionali devono affrontare ogni giorno la sfida di mettere a disposizione una quantità sufficiente di sangue e prodotti del sangue, garantendone al tempo stesso la qualità e la sicurezza. “Sangue sicuro per tutti!” è il tema della 15° Giornata Mondiale del […]
Giornata mondiale del donatore di sangue, l’iniziativa al Galliera di Genova: “Dona sangue, salva la vita e…aiuta l’ambiente!”
Il 14 giugno di ogni anno viene festeggiata, su iniziativa dell’Organizzazione Mondiale della Sanità in tutto il mondo, la giornata del Donatore di sangue allo scopo di sottolineare la necessità di sangue ed emoderivati sicuri, disponibili in quantità adeguata e per ringraziare chi dona e quindi contribuisce a salvare la vita di molti pazienti. Il […]
Parma, all’ospedale Maggiore arriva il visore che trova le vene dei piccoli pazienti
Un visore a raggi infrarossi che individua le piccole vene dei bambini e permette agli infermieri di andare a colpo sicuro al momento del prelievo e della puntura ai piccoli pazienti. Come riporta Repubblica, il regalo, che sarà utilizzato da tutti i reparti pediatrici dell’ ospedale Maggiore di Parma, è arrivato grazie all’iniziativa benefica organizzata […]
Palermo, gli ospedali privati aprono le porte agli studenti del liceo Cannizzaro
Gli ospedali privati di Palermo aprono le porte agli studenti del liceo scientifico Cannizzaro nell’ambito del progetto alternanza scuola lavoro. Ottanta ragazzi delle quarte e delle quinte hanno partecipato al percorso di orientamento e formazione condiviso da Aiop e Ordine dei medici, che si inserisce negli obiettivi del più ampio protocollo d’intesa, firmato alcuni mesi […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Sanità internazionale

«La sanità si basa sullo sfruttamento infinito e gratuito di medici e professionisti sanitari»

Riuscite a immaginare un idraulico o un avvocato che lavorano il 30% in più senza chiedere ulteriori compensi? In sanità viene dato per scontato
Lavoro

Ex specializzandi, a Roma l’Appello dà ragione ai camici bianchi. L’avvocato Marco Tortorella: «300mila medici abbandonati dallo Stato, ora giustizia»

L’ultima sentenza della Corte di Appello di Roma ha portato all’assegnazione di rimborsi per 12 milioni di euro per i camici bianchi tutelati dal network legale Consulcesi. «Lo Stato è obbligato...
Salute

Anatomia Patologica, viaggio nel laboratorio dove si scoprono i tumori. Virgili (Campus Bio-Medico): «Sanità digitale e I.A. il futuro»

Sanità Informazione è entrata nel laboratorio del Policlinico Campus Bio-Medico di Roma dove vengono analizzati i tessuti: la tecnologia consente precisione e velocità. Il coordinatore Roberto Virg...