Voci della Sanità 25 Marzo 2020 19:06

Coronavirus, Fnopo: «Grazie a tutte le ostetriche che garantiscono assistenza alle donne in gravidanza»

«Le ostetriche continuano a essere garanti di un’assistenza vigile e sicura nei reparti e nei Pronto soccorso di ostetricia e ginecologia, nelle sale travaglio-parto, nelle sale operatorie e in tutti i percorsi dedicati all’assistenza alle donne, soprattutto là dove l’assistenza anestesiologica alla parto-analgesia attualmente può venire a mancare, in quanto gli anestesisti sono impegnati all’interno […]

«Le ostetriche continuano a essere garanti di un’assistenza vigile e sicura nei reparti e nei Pronto soccorso di ostetricia e ginecologia, nelle sale travaglio-parto, nelle sale operatorie e in tutti i percorsi dedicati all’assistenza alle donne, soprattutto là dove l’assistenza anestesiologica alla parto-analgesia attualmente può venire a mancare, in quanto gli anestesisti sono impegnati all’interno delle rianimazioni a fronteggiare le complicanze del COVID-19».

È un passaggio, questo, della lettera aperta di ringraziamento che la Federazione Nazionale degli Ordini della Professione di Ostetrica ha scritto a tutto il personale ostetrico, impegnato in questi giorni nell’emergenza epidemiologica nella cura e assistenza delle donne in gravidanza e dei loro neonati».

LEGGI ANCHE: CORONAVIRUS, FNOPO: «GIA ORA 680 INFERMIERI POSSONO ESSERE RICHIAMATI DALL’AREA MATERNO INFANTILE»

«Si è sentita forte l’esigenza e anche il dovere morale di sostenere tutto il personale ostetrico e far sentire la vicinanza della Federazione – affermano le componenti del Comitato centrale FNOPO – . In questi giorni difficili, in cui la paura e i contagi continuano a essere tanti, è necessario offrire il giusto riconoscimento alla professionalità, all’abnegazione e al senso del dovere e dello Stato che stanno dimostrando le ostetriche italiane costrette a lavorare, come tutti i professionisti sanitari, in condizioni estreme: turni di lavoro molto più lunghi dell’ordinario, poca sicurezza personale contro il rischio di contagio proprio e diventare di conseguenza possibile veicolo di infezione per colleghi e familiari».

«Mai come adesso – proseguono le componenti del Comitato centrale FNOPO – la presa in carico delle donne in gravidanza, puerperio e allattamento, e dei loro neonati, necessita di personale qualificato, specializzato e competente per intervenire tempestivamente ed efficacemente sulla base di evidenze scientifiche, anche attraverso l’umanizzazione dei percorsi. Elettivo è il rapporto one-to-one (una donna – una ostetrica) – sottolineano i vertici nazionali FNOPO – che rappresenta l’essenza stessa dell’arte ostetrica. Le professioniste e i professionisti continuano a essere presenti laddove vi è necessità della loro presenza: nelle unità di degenza, nei Pronto soccorso di ostetricia e ginecologia, nelle sale travaglio-parto, nelle sale operatorie, nei consultori e in tutti i percorsi dedicati alla cura delle donne facendosi garanti di un’assistenza vigile e sicura».

LEGGI ANCHE: LA FNOPO INCONTRA SPERANZA: «OSTETRICHE ANCHE NEGLI STUDI DI MEDICI DI FAMIGLIA E PEDIATRI»

A tutte e a tutti – concludono le rappresentanti nazionali della categoria ostetrica – giunga il più caloroso ringraziamento della Federazione, e alle donne l’invito, oggi più che mai, di fidarsi e affidarsi solo a professionisti preposti alla promozione e alla tutela della loro salute, in particolare in gravidanza, in puerperio e per la promozione e il supporto all’allattamento materno».

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

Articoli correlati
Sintomi di gravidanza, come riconoscerli sin dalle primissime settimane
Bifulco (Federico II): «Lo status emotivo della donna influenza il livello delle sensazioni. Non accorgersi di essere incinte? Da un certo punto in poi è impossibile»
Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo
Al 12 agosto, sono 588.479.576 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.430.693 i decessi. Ad oggi, oltre 12 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE. I casi in Italia Il bollettino del 12 agosto: Oggi in Italia il totale delle persone che hanno contratto il […]
Vaiolo delle scimmie, cresce emergenza e ora 1 italiano su 3 lo teme
L'Oms ha dichiarato che il vaiolo delle scimmie è un'emergenza sanitaria globale. Sono stati registrati 17mila casi in 70 paesi. l'Italia è fra i 10 paesi più colpiti e forse per questo 1 italiano su 3 ammette di avere paura
Ostetriche libero professioniste: l’esercito dei 600
Marzetti (ostetrica): «Durante la pandemia molte donne hanno scelto di partorire in casa, non solo per il timore di contrarre l’infezione da Covid-19 durante un eventuale ricovero in una struttura sanitaria, ma anche per l’impossibilità di avere accanto a sé il papà del proprio bambino, sia in sala parto che successivamente in reparto»
Menopausa, non solo vampate: la battaglia è contro lo stigma sociale e le patologie correlate
La neopresidente della IMS (International Menopause Society), prof. Rossella Nappi: «Oggi questa fase coincide sempre più con il momento di maggior realizzazione professionale delle donne: viviamolo al meglio»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 12 agosto, sono 588.479.576 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.430.693 i decessi. Ad oggi, oltre 12 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&...
Salute

Troppi malori improvvisi tra i giovani, uno studio rivela la causa

Alessandro Capucci, professore ordinario di malattie dell’apparato cardiovascolare, spiega come un eccesso di catecolamine circolanti possa determinare un danno cardiaco a volte fatale
Covid-19, che fare se...?

Per quanto tempo si rimane contagiosi?

È la domanda da un milione di dollari, la cui risposta può determinare le scelte sulla futura gestione della pandemia. Tuttavia, non c'è una riposta univoca...