Lavoro 8 Gennaio 2020

La FNOPO incontra Speranza: «Ostetriche anche negli studi di medici di famiglia e pediatri»

La Federazione Nazionale degli Ordini della Professione Ostetrica ha registrato la massima attenzione del Ministro alle istanze della categoria. E ha chiesto il ritorno ad un percorso formativo quinquennale

Immagine articolo

È stato «un confronto a tutto tondo» quello che si è svolto oggi tra i vertici della Federazione Nazionale degli Ordini della Professione di Ostetrica (FNOPO) e il ministro della Salute Roberto Speranza. Diversi i punti affrontati ed elencati dalla Federazione in una nota: «La valorizzazione della professione ostetrica, determinante di salute al femminile in adeguamento alla medicina di genere; l’ostetrica/o come agente per la promozione della salute, in Italia, soprattutto nelle aree con fragilità socio-economiche, per migliorare l’offerta sanitaria e sociale nei servizi di prossimità e contrastare le diseguaglianze. Un tema molto caro al Ministro il quale, nella Finanziaria 2020, ha ottenuto che il tetto di spesa per il personale salisse al 10% per 3 anni con possibilità di crescere al 15%. Un incremento che potrà tradursi in nuove assunzioni e dunque maggior occupazione anche per le ostetriche».

«È stato un incontro molto proficuo quello avuto con il ministro Roberto Speranza, il quale ha dimostrato una straordinaria attenzione a tutte le istanze della categoria, anche in coincidenza con la decisione dell’OMS di dedicare proprio il 2020 alla professione ostetrica e a quella infermieristica. È stata rappresentata la funzione strategica della professione ostetrica per garantire un’assistenza specifica, adeguata e di qualità alla donna, al nascituro, alla coppia e dunque alla comunità. L’ostetrica/o, infatti, prende in carico la salute della donna in tutte le fasi della sua vita sessuale, biologica e riproduttiva, in fase climaterica e menopausale. Determinate è il ruolo svolto nell’area della prevenzione delle patologie dell’apparato genitale e ghiandole annesse, nonché delle patologie che compromettono il processo riproduttivo. Quest’ultimo è un aspetto importante in considerazione del periodo di forte decremento della natalità che sta affrontando il nostro Paese», hanno commentato le rappresentanti della FNOPO.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE

Altro tema sottoposto all’attenzione del Ministro è stato «l’assistenza di qualità che deve essere offerta alla donna, alla coppia e alla comunità, per la quale la FNOPO ha chiesto di investire di più sul territorio, incrementando la presenza di ostetriche/i anche negli studi associati dei medici di Medicina Generale, dei pediatri di libera scelta e nei consultori familiari che devono tornare a essere centrali nella promozione della salute della donna. Un tema sul quale il Ministro ha dimostrato piena sintonia, spiegando la sua idea di una possibile riforma del Servizio sanitario nazionale che abbandoni il sistema di spesa basato sul modello di “silos e tetti”, che non ha prodotto gli effetti auspicati, per passare invece a una visione orizzontale di presa in carico della persona assistita».

LEGGI ANCHE: CONSULTORI, IL CASO CAMPANIA. SONO APPENA 20 PER UN MILIONE DI ABITANTI ED IL PERSONALE È RIDOTTO ALL’OSSO

«L’incontro odierno è stato anche l’occasione per ringraziare il Ministro per la firma del decreto con il quale è stata istituita la Consulta permanente delle professioni sanitarie – affermano le componenti del Comitato centrale FNOPO – poiché riconosce pari dignità a tutte le professioni sanitarie. È stata chiesta l’attivazione del Tavolo tecnico permanente nazionale previsto dall’Accordo siglato con la Conferenza Stato-Regioni del 24 gennaio 2019. Non da ultimo, sono state rappresentate due istanze della Categoria: il ritorno a un percorso formativo quinquennale, in sostituzione dell’attuale triennale per il quale è stata preannunciata richiesta di incontro con il ministro dell’Università, Gaetano Manfredi, così da adeguare la formazione al livello di responsabilità e – concludono i vertici FNOPO – l’implementazione del modello monoprofessionale a conduzione ostetrica, poiché permette di offrire un’assistenza adeguata e specifica alle donne evitando sprechi di risorse e garantendo appropriatezza del sistema di cure».

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER DI SANITÀ INFORMAZIONE PER RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO

Articoli correlati
Liste d’attesa, 500 milioni per azzerarle entro fine anno. Anche con servizi aperti di sera e nei weekend
La bozza del Dl Agosto individua gli strumenti per combattere le liste d’attesa che si sono allungate a causa del Covid: assunzioni, prestazioni aggiuntive, nuovi compiti agli specializzandi e acquisto di prestazioni dal privato
Speranza: «Distanziamento sui treni essenziale per non vanificare sforzi degli italiani»
Durante il question time alla Camera, il ministro della Salute classifica l'ordinanza del 1 agosto che ristabilisce il distanziamento sui treni come essenziale e prosegue: «Penso che dovremmo insistere su questa regola insieme alle regioni»
Chimici e Fisici incontrano il Ministro Speranza: focus su scuole di specializzazione, esame di stato e valorizzazione ruolo sanitario
Tra le proposte portate dalla Presidente della FNCF Nausicaa Orlandi e dal Segretario Daniela Maurizi le disposizione transitorie per la riforma del sistema ordinistico, l'attivazione di scuole di specializzazione, la definizione del trattamento economico per specializzandi di area non medica, la partecipazione ai tavoli di lavoro del Testo Unico sulla Sicurezza e potenziamento del ruolo nelle ARPA
Seconda ondata, Speranza: «Dobbiamo provare a contenerla. A settembre si deve andare a scuola»
Per il ministro della Salute, Roberto Speranza, la chiave per sconfiggere l'epidemia è la determinazione. A lavoro per tornare a scuola sicuri, ma bisogna ancora rispettare le regole di distanziamento. Sulla proroga dell'emergenza: «L'orientamento del Governo è che non siamo fuori da questa vicenda»
Fnopo su legge 251/2000: «Norma sia applicata a tutte le aree di professioni sanitarie e sociosanitarie»
A 20 anni dalla promulgazione della legge 251/2000, Maria Vicario (presidente Fnopo): «Urgente rivisitazione politica e sindacale»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 5 agosto, sono 18.543.662 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 700.714 i decessi. Mappa elaborata dalla Johns Hopkins CSSE.   I CASI IN ITALIA Bollettino del 5 agosto: nell’ambito del ...
Contributi e Opinioni

«Contro il Covid non fate come noi. Non sta funzionando». La lettera di 25 scienziati e medici svedesi

Un gruppo di 25 scienziati e medici dalla Svezia scrive una lettera su Usa Today al resto del mondo: «La strategia "soft" non funziona, abbiamo perso troppe vite»
di 25 dottori e scienziati svedesi
Lavoro

SIMG, appello ai Ministri Azzolina e Speranza: «Utilizziamo i medici in pensione nelle scuole»

«Una eccezionale risorsa professionale totalmente inutilizzata, professionisti esperti e perfettamente formati con esperienza ultratrentennale, ben aggiornati e spesso in prima linea su Covid-19», s...