Mondo 26 Febbraio 2019

Blockchain, Castaldo (Vicepresidente Parlamento UE): «Anche Commissione UE investe sul settore. E sulle staminali può giocare ruolo importante»

L’esponente del Movimento Cinque Stelle parla di «rivoluzione» a proposito dell’applicazione della “catena di blocchi” nella sanità: «Potremmo avere ingenti risparmi in termini di conservazione e raccolta dei dati della cartella clinica dei pazienti, favorendo al contempo l’accessibilità e permettendo agli operatori sanitari di avere l’accesso in piena sicurezza a tutte le informazioni necessarie per intervenire in modo pronto e tempestivo»

Immagine articolo

«Per la Blockchain la Commissione europea ha stanziato e stanzierà ancora più ingenti fondi nel prossimo bilancio pluriennale di sette anni dal 2021 al 2027 perché ci si è resi conto che effettivamente si tratta di una vera e propria rivoluzione». Il vicepresidente del Parlamento europeo Fabio Massimo Castaldo, Movimento Cinque Stelle, racconta ai microfoni di Sanità Informazione quanto ormai anche a livello europeo ci si sia resi conto delle grandi potenzialità della “catena di blocchi” anche in campo sanitario. Da qui l’investimento nella ricerca da parte della Commissione UE, una ricerca che inevitabilmente avrà riflessi anche nel campo delle cellule staminali, soprattutto nel particolare settore dell’autologa solidale, cioè la possibilità di conservare il sangue cordonale per uso autologo. Anche su questo la Blockchain potrà giocare un ruolo importante: «È fondamentale mettere l’Italia al passo delle altre eccellenze europee – sottolinea Castaldo -. In alcuni campi siamo noi in qualche modo ad aprire la pista, come è successo ad esempio negli screening neonatali nella scorsa legislatura con la legge Taverna, in altri invece è necessario avere un intervento deciso che consenta alla nostra ricerca e ai nostri ricercatori di fare nel modo migliore il proprio lavoro». Del tema si è parlato al convegno “Blockchain in Sanità: opportunità e prospettive” organizzato dal Presidente della Commissione Sanità del Senato Pierpaolo Sileri e da alcune aziende leader del settore come Consulcesi Tech.

LEGGI ANCHE: FARMACI E RICERCHE, NUOVE FRONTIERE BLOCKCHAIN. LIBERATORE (IQVIA): «ORA SURVEY SANITARIE AD UN LIVELLO SUPERIORE»

Vicepresidente, oggi si parla di Blockchain e sanità, una tecnologia che può rivoluzionare questo mondo. A livello europeo cosa si sta facendo in materia e cosa si potrà fare?

«A livello europeo c’è piena consapevolezza dell’importanza delle varie applicazioni della Blockchain, tanto è vero che la Commissione europea ha stanziato e stanzierà ancora più ingenti fondi nel prossimo bilancio pluriennale di sette anni dal 2021 al 2027 perché ci si è resi conto che effettivamente si tratta di una vera e propria rivoluzione. Applicando la Blockchain al comparto sanitario noi potremmo avere ingenti risparmi in termini di conservazione e raccolta dei dati della cartella clinica dei pazienti favorendo al contempo l’accessibilità e permettendo agli operatori sanitari in piena sicurezza di avere l’accesso a tutte le informazioni necessarie per intervenire in modo pronto e tempestivo. Certo, ci sono anche alcuni piccoli limiti che devono essere superati. C’è il tema della privacy che chiaramente si impone in modo importante così come il diritto all’oblio che potrebbe essere calpestato dal funzionamento stesso della tecnologia, ma siamo anche convinti che sono tutti dettagli, aspetti che possono essere utilmente risolti se gli investimenti saranno proporzionali alle necessità».

Un altro tema è quello delle cellule staminali cordonali. La Blockchain può aiutare in questo senso anche sul tema dell’autologa solidale su cui è inevitabile il confronto con gli altri Paesi europei. In Italia ancora la legislazione non è compiuta. Lei pensa si possa intervenire in questo campo?

«Assolutamente. Ho piena fiducia anche nel mio amico Pierpaolo Sileri, presidente della Commissione Sanità al Senato, so che sta già meditando alcuni interventi in questo senso. È fondamentale mettere l’Italia al passo delle altre eccellenze europee. In alcuni campi siamo noi in qualche modo ad aprire la pista, come è successo ad esempio negli screening neonatali nella scorsa legislatura con la legge Taverna, in altri invece è necessario avere un intervento deciso che consenta alla nostra ricerca e ai nostri ricercatori di fare nel modo migliore il proprio lavoro. Per questo siamo sempre a sostegno della scienza, sempre a sostegno delle nostre eccellenze. Siamo convinti che stanziando le risorse appropriate, intervenendo legislativamente dove sarà necessario si potrà mettere in condizione di poter raggiungere traguardi eccellenti così come è sempre successo negli ultimi decenni».

LEGGI ANCHE: BLOCKCHAIN, ANDREA TORTORELLA (CONSULCESI TECH): «COSI’ CERTIFICHIAMO FORMAZIONE ECM E SONDAGGI PER IL SETTORE FARMACEUTICO»

Articoli correlati
Farmaci contraffatti, Lusi (NAS): «Lotta dura ma siamo sempre più attrezzati con nuove tecnologie contro traffici illeciti»
Dalla blockchain alla bollinatura, sono tanti gli strumenti messi in campo dalle forze dell’ordine per contrastare il fenomeno: «Ormai bisogna essere veramente esperti per riuscire a contraffare una confezione. Purtroppo però di casi ce ne sono ancora…»
di Cesare Buquicchio e Arnaldo Iodice
Giappone, cellule staminali per ripristinare le cornee danneggiate
In Giappone è stato approvato, in via provvisoria, l’uso di cellule staminali riprogrammate per il trattamento di cornee malate o danneggiate. I ricercatori stanno ora aspettando l’approvazione finale da parte del Ministero della Salute per testare il trattamento nelle persone con cecità corneale, che colpisce milioni di persone in tutto il mondo. Lo riporta la […]
Conservazione staminali, l’Italia è indietro. Pierpaolo Sileri (M5S): «L’autologa solidale è necessaria»
Il presidente della Commissione Igiene e Sanità del Senato: «Non ritengo giusto che per conservare il cordone ombelicale di mio figlio debba mandarlo in un altro Paese. Così priviamo il cittadino italiano di una possibilità»
Blockchain e sanità, Montigiani (JSB Solution): «Grandi vantaggi per i cittadini/pazienti, protocolli e prescrizioni saranno ‘tracciati’»
«Stiamo sperimentando l’uso della Blockchain in molti settori oltre alla sanità, nell’industria farmaceutica e nella ricerca clinica», sottolinea il manager a Sanità Informazione, a margine di Wired Health 2019
Dalla sanità alla formazione, la Blockchain si studia all’università e apre nuovi posti di lavoro. Scotti (Link Campus): «Primo master ad offrire competenze tecniche, presto laurea specifica»
Cresce la richiesta di esperti in questo settore. Carlo Maria Medaglia, direttore del Dipartimento di Ricerca alla Link Campus University: «Tutti noi, quando andiamo dal medico, vogliamo sapere che non solo ha fatto una serie di corsi, ma che la sua formazione nel day-by-day sia certificata – specifica il professor Carlo Maria Medaglia, direttore del Dipartimento di Ricerca alla Link Campus University -. Questo vale per tutte le professioni, ancora di più per quella medica»
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Riscatto agevolato della laurea, ecco perché ai medici conviene. Cavallero (Cosmed): «È l’unico modo per programmare un’uscita dal lavoro prima dei 70 anni»

La norma voluta dal governo permetterà a chi ha iniziato a lavorare dal 1996 di poter guadagnare anni di contribuzione pagando 5240 euro per ogni anno di studio. «Dobbiamo capire perché universitar...
Lavoro

Allarme pensioni, Palermo (Anaao): «Si rischia il caos. Speriamo che aderisca a Quota 100 solo il 25%»

In base alle stime del sindacato, per il combinato disposto di Quota 100 e gobba pensionistica, in tre anni lasceranno il SSN 24mila medici, che si aggiungono all’attuale deficit di 10mila camici bi...
Lavoro

Rinnovo contratto sanità privata, Aiop: «Siano coinvolte Regioni». Cgil: «Chi fa profitti non può chiedere che a pagare siano altri»

Dopo 18 mesi di trattativa, i sindacati confederati hanno interrotto il dialogo perché le controparti, Aiop e Aris, non sono disposte a farsi carico della parte economica del rinnovo del contratto di...
di Giulia Cavalcanti e Giovanni Cedrone