Mondo 21 Febbraio 2019

Blockchain, Andrea Tortorella (Consulcesi Tech): «Così certifichiamo formazione ECM e sondaggi per il settore farmaceutico»

Il vicepresidente dell’Osservatorio Blockchain della Link Campus University e CEO di Consulcesi Tech spiega in che modo la Blockchain può rivoluzionare il mondo della sanità. «L’Italia deve essere capofila di questa rivoluzione tecnologica», aggiunge Massimo Tortorella, Presidente Consulcesi Tech

Dalla Formazione ECM certificata alle Survey per il settore farmaceutico, dalla crioconservazione delle cellule staminali alle cartelle cliniche consultabili ovunque. Sono, questi, solo alcuni possibili utilizzi del protocollo Blockchain nel settore sanitario. Se ne è parlato ampiamente nel corso del convegno “Blockchain in Sanità: opportunità e prospettive”, ospitato dal Senato. «L’Italia deve essere capofila di questa rivoluzione tecnologica – sottolinea Massimo Tortorella, Presidente di Consulcesi Tech – perché il nostro Sistema Sanitario Nazionale è costantemente sotto pressione anche a causa del progressivo invecchiamento della popolazione. Rispondere ai bisogni di salute dei cittadini richiede una conoscenza approfondita delle loro esigenze – sottolinea Massimo Tortorella –, ciò adesso è possibile attraverso indagini sanitarie verificate, i cui dati sono a prova di fake news grazie alla Blockchain: una vera e propria catena della fiducia».

Al tavolo dei relatori era presente anche Andrea Tortorella, vicepresidente dell’Osservatorio Blockchain della Link Campus University e CEO di Consulcesi Tech, che ha illustrato i numerosi progetti che la divisione tecnologica del Gruppo Consulcesi sta realizzando.

Andrea Tortorella, oggi in Senato Consulcesi Tech e l’Osservatorio Blockchain della Link Campus University ragionano con la politica di questa tecnologia, che non è più solo teoria, ma è già funzionante.

«Sì, ci tenevo a far vedere concretamente ciò di cui ormai si parla tantissimo. Sulla Blockchain ci sono molti servizi, libri e trasmissioni, ma ora è importante far vedere come opera e la semplicità con la quale opera, perché la solidità di questa tecnologia sta proprio nella sua semplicità».

Abbiamo visto un caso concreto: la Blockchain può rendere inalterabile una survey, quindi una ricerca, un sondaggio. E su questo progetto è nata una partnership importante con la multinazionale del settore farmaceutico IQVIA.

«Sappiamo che il tema dei sondaggi fake è attualissimo, e oggi si vive di sondaggi, sia a livello politico che sociale o di marketing, ma anche nella sanità: pensiamo alle farmaceutiche, ai trial clinici o alle ricerche scientifiche. Quindi è fondamentale essere sicuri che le informazioni che si hanno sono vere e poter verificare che lo siano in ogni momento. La Blockchain è la soluzione ideale che offre tutto questo. Le aziende leader in ambito farmaceutico, come IQVIA, non possono quindi che essere fortemente interessate a questo tipo ti tecnologia».

Un altro esempio già funzionante è quello della formazione: curriculum e attestati registrati su Blockchain sono verificabili da tutti in qualsiasi momento.

«Assolutamente. Nel momento in cui un diploma, un risultato o l’intero percorso formativo sono certificati sulla Blockchain, posso verificare quello che viene scritto su un curriculum ed essere sicuro che corrisponde a verità. Al contempo chi lo scrive, sapendo della possibilità di un controllo di questo tipo, porrà più attenzione a cosa inserire».

Voi già applicate tutto questo alla formazione continua dei medici, una cosa su cui il cittadino finora non poteva che fidarsi.

«Noi di Consulcesi Tech abbiamo subito pensato ad applicare la Blockchain ai servizi di formazione continua che il Gruppo Consulcesi offre. Sulla piattaforma che utilizziamo in Albania già certifichiamo sulla Blockchain tutto il percorso, non solo il risultato, della formazione dei medici albanesi. Ma a breve, e intendo a giorni, esporteremo questo sistema anche sulle nostre piattaforme italiane. Quindi una volta che il medico otterrà il suo attestato, potrà presentarlo ai suoi pazienti, alla pubblica amministrazione, all’assicurazione per ottenere sconti oppure, viste le tantissime cause intentate dai pazienti contro i medici, potrà utilizzarlo anche in sede di contenzioso per dimostrare in modo inoppugnabile la sua formazione».

LEGGI ANCHE: I VANTAGGI DELLA BLOCKCHAIN IN SANITA’ SPIEGATI DALL’ESPERTO: «CONSENTE ANAMNESI PIU’ ACCURATA DEL PAZIENTE E DELLE GENERAZIONI PRECEDENTI»

Articoli correlati
Europee, Battiston (Pd): «Ogni anno via dall’Italia 300mila giovani. Fermare ‘fuga dei cervelli’»
Come? «Imitiamo gli altri paesi europei», ne è convinto l’ex presidente dell’Agenzia spaziale italiana in corsa alle Europee per il Partito democratico nella circoscrizione Nord est. «Nel prossimo programma quadro, il nono, 110 miliardi di euro, il 10% del totale del programma è destinato a ricerca e innovazione L’Italia può portare nel proprio sistema più soldi di quanto investe in alcuni settori»
Elezioni europee, ecco gli impegni dei candidati per i medici
Dal presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani ai suoi vice David Sassoli e Fabio Massimo Castaldo, fino al nuovo volto della Lega, l’economista Antonio Maria Rinaldi: le ricette in campo sui principali temi del mondo medico emerse nel confronto promosso da Consulcesi. Diverse le proposte ma i candidati sembrano uniti nella battaglia sui diritti negati ai medici ex specializzandi
Cybersecurity, l’allarme del Garante della Privacy: «Attacchi alla sanità cresciuti del 99%»
«La carente sicurezza dei dati e dei sistemi – ha rilevato Antonello Soro durante la sua relazione al Parlamento - che li ospitano può rappresentare una causa di malasanità». La soluzione potrebbe arrivare dall’utilizzo della Blockchain
Europee, David Sassoli (Pd): «Europa in campo per incentivare e premiare medici in regola con obbligo Ecm»
Il Vicepresidente del Parlamento Europeo, in visita alla sede romana del gruppo Consulcesi, si è schierato al fianco dei medici ex specializzandi che ancora aspettano giustizia dallo Stato italiano: «È un diritto che dev’essere riconosciuto, il tema della mediazione giuridica credo che sia l’unico che possa consentire giustizia». Poi sottolinea l’esigenza di avere «un’Europa più forte» ma che sia arricchita dalle «buone pratiche italiane»
Maratona di Roma 2019. Consulcesi Onlus: gara di solidarietà per sostenere l’Unità Mobile “Salute e Inclusione”
Gara di solidarietà anche tra i dipendenti e i manager di Consulcesi, che hanno partecipato alla Maratona di Roma per vincere la sfida contro l’indifferenza di chi vive ai margini
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

ECM, finisce a Striscia la Notizia il caso dei medici non in regola. FNOMCeO: «Dal 2020 sanzioni per chi non sarà in regola»

Anche la popolare trasmissione di Canale 5 punta i riflettori sul caso dei tanti medici che non rispettano l’obbligo di legge sull’aggiornamento continuo in medicina. Gerry Scotti: “Pazienti pre...
Formazione

Obbligo ECM, Rosset (OMCeO Aosta): «La formazione tutela la salute pubblica. Con sentenza si esce dall’ambiguità»

«Il rispetto della formazione, la tutela della salute e l’obbligo di rispondere a quanto viene dettato dal legislatore, quindi a osservare la legge, sono cose assolutamente imprescindibili e che re...
di Giovanni Cedrone e Diana Romersi
Salute

Guarire dalla balbuzie si può: Chiara Comastri, psicologa ed ex balbuziente, ci spiega come agisce il metodo Psicodizione

Da balbuziente ad esperta di linguaggio: la psicologa Chiara Comastri si racconta a Sanità Informazione e rivela: «Con un approccio di tipo cognitivo comportamentale e un percorso preciso si possono...