Meteo 15 Gennaio 2019

Mensa scolastica, i piatti si “fondono” con la polenta. Sequestrati dai Nas

La plastica per alimenti è ritenuta generalmente sicura ed è per questo oramai entrata a far parte delle nostre cucine. I cosiddetti “materiali e oggetti a contatto con gli alimenti“ (MOCA)  sono disciplinati da provvedimenti nazionali ed europei che stabiliscono i requisiti generali di conformità e sicurezza a cui devono rispondere tutti i materiali ed oggetti […]

La plastica per alimenti è ritenuta generalmente sicura ed è per questo oramai entrata a far parte delle nostre cucine. I cosiddetti “materiali e oggetti a contatto con gli alimenti (MOCA)  sono disciplinati da provvedimenti nazionali ed europei che stabiliscono i requisiti generali di conformità e sicurezza a cui devono rispondere tutti i materiali ed oggetti in questione.

Requisiti che evidentemente non possedevano i quattromila piatti biodegradabili usati per servire i pasti nella mensa scolastica di una scuola di Casale Monferrato, in provincia di Alessandria, visto che si fondevano insieme alla polenta.

A presentare la denuncia ai carabinieri da cui è partita l’inchiesta è stata una mamma in seguito al racconto della figlia. Il materiale è stato sequestrato dai Nas e poi spedito all’Arpa, l’Agenzia regionale per l’ambiente. L’azienda, italiana, che fornisce i pasti dovrà rispondere della mancanza e della tracciabilità del prodotto e dei bollini che autorizzano all’uso alimentare del materiale. Per questo, la ditta fornitrice rischia una multa e una denuncia penale.

Articoli correlati
Maturità 2019, attenzione alla disidratazione: chi beve poco è meno concentrato e più affaticato
L’esperto: «Per dimostrarlo, alcuni ricercatori hanno sottoposto a risonanza magnetica studenti correttamente idratati ed altri disidratati. Le immagini ottenute hanno mostrato una massa cerebrale ridotta in coloro che non avevano bevuto abbastanza»
di Isabella Faggiano
Palermo, gli ospedali privati aprono le porte agli studenti del liceo Cannizzaro
Gli ospedali privati di Palermo aprono le porte agli studenti del liceo scientifico Cannizzaro nell’ambito del progetto alternanza scuola lavoro. Ottanta ragazzi delle quarte e delle quinte hanno partecipato al percorso di orientamento e formazione condiviso da Aiop e Ordine dei medici, che si inserisce negli obiettivi del più ampio protocollo d’intesa, firmato alcuni mesi […]
Atrofia spinale, Lauro (Famiglie SMA): «Terapia genica ci fa sperare, lottiamo per portarla in Europa. Ma non dite che è ‘la cura più costosa al mondo’»
Negli USA la Food and Drug Administration ha approvato un farmaco per i bambini sotto i due anni di vita dal costo record: 2,1 milioni di dollari. La Presidente di Famiglie SMA: «È sbagliato mettere l’accento sul costo di una terapia che comunque è rivolta a una piccola porzione di popolazione di una malattia rara, quindi un numero davvero ridotto». A giugno via a un progetto pilota di screening neonatale
di Giovanni Cedrone
Catania, al via a Caltagirone la II Settimana della Salute mentale di comunità
Dal 27 maggio all’1 giugno si svolgerà a Caltagirone la II Settimana della Salute mentale di comunità sul tema: “Dialogo e democrazia per il benessere mentale. Un argine alla crisi?”. L’appuntamento – organizzato dal modulo DSM di Caltagirone-Palagonia, diretto dal dottor Raffaele Barone, con il patrocinio del Comune di Caltagirone e la collaborazione dell’IS “Majorana-Arcoleo” […]
Palermo, le manovre di primo soccorso si imparano a scuola
Gli studenti del quarto e quinto anno del liceo scientifico Cannizzaro di Palermo saranno addestrati alle manovre di primo soccorso grazie ad un protocollo d’intesa siglato tra l’Ordine dei medici di Palermo, gli assessorati regionali della Salute e della Formazione professionale e l’Istituto scolastico del Capolugo. E’ partito il percorso di training (Blsd-Basic life support […]
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Il medico di famiglia che paga di tasca propria lo psicologo per i suoi pazienti: la storia di Antonio Antonaci

A Galatina i “precursori” del decreto Calabria. La psicologa: «La compresenza di queste due figure professionali all’interno dello studio di medicina generale limita l’assunzione di farmaci e...
di Isabella Faggiano
Lavoro

Riposo dopo la reperibilità, Spedicato (Fems): «In altri Paesi europei sempre garantito recupero di 24-48 ore»

La delegata della Federazione europea dei medici salariati illustra il funzionamento dell’istituto della reperibilità nel resto d’Europa: in Slovenia c’è una soglia limite oltre la quale diven...
di Giovanni Cedrone e Giulia Cavalcanti
Lavoro

Pronta reperibilità, ecco perché il nuovo contratto dei medici potrebbe violare la direttiva europea sulle 11 ore di riposo

L’ipotesi di CCNL dei medici, all’articolo 27, sembra derogare dalla direttiva Ue 88 del 2003 che sancisce le 11 ore di riposo consecutive. Sindacati sul piede di guerra. I casi di Francia, Spagna...
di Cesare Buquicchio e Giovanni Cedrone