Lavoro 19 Febbraio 2021 08:50

Giornata personale sanitario, Anelli (Fnomceo): «Nostre professioni uniscono il Paese»

Raggiunto da Sanità Informazione nella Giornata del personale sanitario, socio-sanitario e volontario contro Covid-19, a un anno dall’inizio della pandemia, il presidente Fnomceo Filippo Anelli parla di «un momento di riflessione sulla capacità di queste professioni di mantenere unito il Paese»

A un anno esatto dalla scoperta del primo paziente italiano affetto da Covid-19, l’Italia rivive quei dolorosi momenti nella Giornata nazionale del personale sanitario, sociosanitario, socioassistenziale e del volontariato contro Covid-19, istituita e approvata dal Parlamento unanimemente.

Mentre l’anestesista Annalisa Malara nell’ospedale di Codogno diagnosticava a Mattia Maestri qualcosa «di più di una semplice polmonite», il Paese tremava al pensiero di una diffusione del virus. E 365 giorni dopo i morti per Covid sono quasi 100mila, tra questi 324 medici e 81 infermieri. Vite che la lotta alla pandemia ha strappato, ma non “sconfitto”.

Evento in Fnomceo per celebrare la Giornata

Il personale sanitario e quello volontario continuano senza sosta a combattere il virus e oggi si celebra la resilienza loro e di tutti i colleghi caduti. Sanità Informazione ha raggiunto il presidente della Fnomceo (Federazione nazionale degli Ordini dei Medici) Filippo Anelli, per un pensiero sulla Giornata. Oggi, alla sede Fnomceo di Roma, un evento celebrativo con la partecipazione di Roberto Speranza e dei presidenti di Camera e Senato.

«Credo che si debba ringraziare il Parlamento per questa norma di legge – esordisce – che istituisce una giornata di solennità civile e quindi un momento in cui tutta la nazione è chiamata a ricordare l’impegno, la passione e la dedizione di tutto il personale sanitario, socio-sanitario, il personale socio-assistenziale e il volontariato».

Anelli: «Non è giornata di festa, ricordiamo vittime»

Usa la parola “ricordare” il presidente Anelli, non “celebrare” perché «non è una giornata di festa purtroppo, in questa ricorrenza ricordiamo i nostri colleghi deceduti per Covid. È e deve essere un momento di riflessione su quello che è successo». «Sul fatto – aggiunge – che queste professioni oggi sono state quelle che sono riuscite a tenere il Paese unito, al di là delle carenze e delle conseguenze dei tanti tagli che nel passato ci sono stati in sanità».

Un dovere che tutti hanno sentito allo stesso modo. «Medici, infermieri e tecnici – spiega Anelli – si sono spesi alla stessa maniera, da nord a sud, con le competenze che sono proprie di ogni specifica professione e sono riusciti a dare questo senso di unità al Paese». Un segnale importantissimo per tutti perché «queste professioni consentono ai cittadini di godere di quei diritti previsti all’interno della nostra Costituzione, che vanno dal diritto alla vita e alla salute, ma anche al diritto all’uguaglianza e quindi a quello di accedere al Servizio sanitario nazionale, di avere una scelta libera con una ricerca libera».

Una giornata per ricordare, dunque «che le nostre professioni sono strumento di unità della nostra nazione».

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

Articoli correlati
Giornata del personale sanitario, il racconto dell’omaggio italiano
Segui la diretta dell'evento organizzato dalla FNOMCeO (Federazione Nazionale Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri) per ricordare i medici e gli odontoiatri che hanno sacrificato la propria vita per combattere il Covid-19
Tante storie in una sola: sanitari in lotta contro il Covid nelle testimonianze di medici e infermieri
Storie per esorcizzare il virus: nella Giornata a loro dedicata Fials ricorda quella di Roberto Maraniello, infermiere deceduto per Covid lo scorso aprile, leale e pervicace strappato troppo presto ai suoi affetti. Mentre Cimo celebra quelle dei medici in reparto, come Gaetano, presto in un libro
Giornata personale sanitario, Mangiacavalli (Fnopi): «Infermieri a volte unico legame tra pazienti e malati»
In occasione della Giornata dedicata al personale sanitario, assistenziale e volontario, anche Fnopi ricorda le tante perdite subite tra le fila degli infermieri. La presidente: «Ricordare che noi ci siamo sempre stati, prendendoci cura dei nostri assistiti»
Vaccini Covid, Anelli (FNOMCeO): «Liberare i brevetti»
«L’emergenza è tale per cui l’accesso alla vaccinazione del maggior numero possibile di persone non risponde solo ai principi etici di universalità, equità e uguaglianza ma anche a una precisa strategia di prevenzione»
Elezioni Ordini: al via le prime per via telematica. La guida al voto
Per supportare gli Ordini nel voto, la FNOMCeO ha pubblicato due manuali (per il voto elettronico e per quello telematico), le istruzioni in merito allo svolgimento delle operazioni di voto e il Regolamento
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

La diffusione del coronavirus in tempo reale nel mondo e in Italia

Al 25 febbraio, sono 112.554.307 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 2.497.814 i decessi. Ad oggi, oltre 216,17 milioni di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata da...
Cause

Dermatologa condannata a pagare 90mila euro, l’assicurazione le nega la copertura: «Colleghi, attenzione alla clausola claims made»

In Italia succede che un medico possa pagare per anni un’assicurazione che poi, nel momento in cui riceve una richiesta risarcitoria, non vale più. Una stortura che potrebbe essere risolta con un d...
Cause

Perde causa contro due medici, Tribunale chiede 140mila euro di spese legali

La vicenda di una dottoressa che ha fatto causa a due colleghi perché convinta delle loro responsabilità nella morte del padre. «L'esborso mi ha messo in difficoltà ma ho proseguito in appello per...