Lavoro 12 Luglio 2022 12:02

Decreto Aiuti, da Enpam erogati già 16mila bonus 200 euro ai pensionati

Si attende decreto attuativo per erogarlo anche ai liberi professionisti

Decreto Aiuti, da Enpam erogati già 16mila bonus 200 euro ai pensionati

Sono già 16mila i camici bianchi in pensione iscritti all’Enpam che, con l’assegno di luglio, hanno già ricevuto dalla Fondazione il bonus di 200 euro stabilito dal governo nel decreto Aiuti come sussidio economico anti-inflazione. A breve anche i liberi professionisti potranno beneficiare della medesima misura, ma si dovrà attendere l’emanazione del decreto attuativo, che stabilirà i criteri e le modalità di assegnazione di questo sussidio una tantum.  Il bonus 200 euro non concorre a formare reddito e non è quindi tassabile. Si tratta insomma di 200 euro “puliti” che non saranno decurtati in alcun modo.

Ai pensionati il bonus già a luglio, aumentano gli aventi diritto

Stando a quanto si legge sul sito della Fondazione, gli aventi diritto che hanno già ricevuto il bonus in questo mese sono ad oggi 15.975, per la maggior parte medici in pensione che lo scorso anno hanno dichiarato un reddito pari o inferiore a 35mila euro.  Di questi, infatti, 9.165 sono medici o dentisti e i restanti 6.810 sono familiari di colleghi deceduti, che percepiscono una pensione indiretta o di reversibilità. Non si tratta di un numero di definitivo, e molti aventi diritto al bonus 200 euro sono ancora in attesa dell’erogazione. Infatti, saranno sempre di più nelle prossime settimane coloro che beneficeranno della somma, non appena gli uffici competenti della Fondazione avranno tutti i dati disponibili per stabilire il numero complessivo degli aventi diritto. Ad esempio,  si specifica sul sito Enpam, entro il 31 luglio attraverso il modello D online medici e odontoiatri dovranno comunicare all’Enpam i dati sui redditi libero professionali 2021, che serviranno anche per stabilire gli altri beneficiari della misura.

Per i liberi professionisti si attende decreto attuativo

Chi dovrà pazientare ancora un po’ per ricevere il bonus 200 euro sono invece i liberi professionisti attivi: è atteso a breve (sarebbe dovuto essere emanato entro il 17 giugno) il decreto ministeriale di attuazione  che stabilirà criteri e modalità di concessione, ad esempio il limite di reddito al di sotto del quale si avrà diritto al bonus.

Niente di fatto (per ora) per gli specializzandi

Situazione diversa, invece, per quanto riguarda gli specializzandi: ad oggi la categoria risulta esclusa dal beneficio del bonus anti-inflazione. Ma, come abbiamo visto, la situazione è in continuo divenire, ed eventuali emendamenti al decreto Aiuti in favore degli specializzandi potrebbero ancora essere inserite nel decreto di attuazione.

 

Iscriviti alla Newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

 

Articoli correlati
Schillaci: da esami inappropriati alle pensione dei medici, “il sistema sanitario va ammodernato”
Esami e visite inappropriate, la "gobba" pensionistica, il ricorso a strutture private convenzionate e, in generale, la necessità di ammodernare il sistema sanitario nazionale. Sono questi i temi affrontati da Orazio Schillaci, ministro della Salute, in un'intervista a 24 Mattino su Radio 24
Medici di famiglia sull’orlo di una crisi di nervi… Stressati 9 su 10. Pesano Covid, burocrazia e Whatsapp
Il malessere dei medici di famiglia, tra carenza di colleghi, difficoltà a trovare sostituti e una burocrazia sempre più elevata, «è palpabile» e arriva a sfiorare il 90% di professionisti. Lo dicono i sindacati, gli esperti di sanità, gli analisti del settore. E lo dicono i pensionamenti anticipati che crescono
di V.A.
Medici e cittadini contro la deriva del Ssn: manifestazioni il 15 giugno nelle piazze e sciopero in vista
Fermare la deriva verso cui sta andando il nostro Servizio sanitario nazionale, con liste di attesa lunghissime per accedere alle prestazioni, personale medico e infermieristico allo stremo, contratti non rinnovati e risorse insufficienti per far fronte all’invecchiamento progressivo della nostra popolazione e dunque della crescente richiesta di cure per malattie croniche. E’ l’appello che arriva […]
Farmacisti: Enpaf rivaluta pensioni, +8,1% per il 2023
L’Ente Nazionale di Previdenza e di Assistenza Farmacisti, Enpaf, ha deliberato l’adeguamento delle pensioni nella misura percentuale dell’8,1%, determinata dall’individuazione dell’indice ISTAT FOI (indice ISTAT dei prezzi al consumo per le famiglie di operai e impiegati) definitivo per l’anno 2022
«Diritto alle cure a rischio senza personale», le richieste dei medici in piazza a Roma. E Schillaci convoca i sindacati
A Roma significativa adesione per la manifestazione dell’intersindacale medica convocata per denunciare le sempre più difficili condizioni di lavoro dei camici bianchi stretti tra turni massacranti e stipendi tra i più bassi d’Europa. Ben 8mila camici bianchi hanno lasciato il SSN tra il 2019 e il 2021
GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Politica

Liste di attesa addio? La risposta del Consiglio dei Ministri in due provvedimenti

Ieri il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente, Giorgia Meloni, e del Ministro della salute, Orazio Schillaci, ha approvato due provvedimenti, un decreto-legge e un disegno di legge, che i...
Salute

Tumori: boom di casi nei paesi occidentali. Cinieri (Aiom): “Prevenzione attiva per ridurre carico della malattia”

Nel 2024 negli USA, per la prima volta nella storia, si supera la soglia di 2 milioni di casi di tumore. Una crescita importante, comune a tutti i Paesi occidentali. Per Saverio Cinieri, presidente di...
Salute

Tumore del polmone: per osimertinib e durvalumab ottimi risultati negli studi LAURA e ADRIATIC al Congresso ASCO

Nello studio LAURA osimertinib ha ridotto il rischio di progressione di malattia o di morte dell’84% nel tumore del polmone non a piccole cellule di Stadio III. Nello studio ADRIATIC, invece, du...