29
OCT20

WEBINAR INFLUENZA STAGIONALE O COVID 19: QUESTO È IL DILEMMA!

  • 29 October 2020
  • 29 October 2020

Covid 19 e influenza stagionale: una “tempesta perfetta” che rischia di scatenare l’ingorgo nei pronto soccorso e negli ambulatori medici. In attesa del vaccino contro il Covid è determinante, per ridurre mortalità e morbidità per l’influenza e per limitare il sovraccarico dei servizi sanitari e poter differenziare, il più rapidamente possibile, ai primi sintomi, i due virus.

Vaccinarsi è la parola d’ordine, perché, come previsto, il Coronavirus si ‘nasconderà’ con la normale influenza stagionale e, per la prima volta, ci troveremo di fronte a 2 virus con sintomi uguali. Il timore diffuso, in ognuno di noi, è, sin d’ora, non poter distinguere i sintomi dell’influenza stagionale da quelli del Covid.

La vaccinazione antinfluenzale e i test diagnostici sono le due frecce nel nostro arco nella stagione influenzale del prossimo inverno: Il vaccino antinfluenzale: aiuterà i medici nella diagnosi ai primi sintomi e i pazienti ad evitare di essere affetti, nello stesso momento, dal Covid e dall’influenza, una miscela esplosiva. I test di laboratorio: ancora protagonisti, non solo nella diagnosi di Covid, ma anche nella diagnosi di influenza, uno strumento fondamentale per differenziare SARS-CoV-2 e influenza.

Se ne parlerà giovedì, 29 ottobre 2020 ore 16.30 19.0 nel corso dell’evento Webinar sulla Piattaforma Zoom.

Iscriviti alla newsletter di Sanità Informazione per rimanere sempre aggiornato

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

All’11 agosto, sono 587.500.701 i casi di Covid-19 in tutto il mondo e 6.427.422 i decessi. Ad oggi, oltre 12 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dall...
Covid-19, che fare se...?

Paracetamolo o ibuprofene, cosa prendere contro i sintomi del Covid?

È la domanda che si fanno molti di coloro che sono stati colpiti lievemente dal virus Sars-CoV-2
Salute

Troppi malori improvvisi tra i giovani, uno studio rivela la causa

Alessandro Capucci, professore ordinario di malattie dell’apparato cardiovascolare, spiega come un eccesso di catecolamine circolanti possa determinare un danno cardiaco a volte fatale