27
GEN18

Salute e medicina di genere oggi in Italia

  • Roma Via Fermo Ognibene, 23, Roma, RM, Italia
  • Centro Congressi Multimediale IFO
  • 27 Gennaio 2018
  • 27 Gennaio 2018

All’Istituto Nazionale Tumori Regina Elena  esperti si incontrano per il seminario “Salute, Genere e Medicina di Genere oggi in Italia”. Si discuterà, il 27 Gennaio prossimo, dei meccanismi alla base del disequilibrio del riassorbimento osseo, del concetto di nicchia pre-metastatica e delle possibili azioni di  prevenzione. Sarà inoltre affrontato il tema dei percorsi diagnostici per l’identificazione precoce del danno osseo e delle nuove strategie terapeutiche per interventi tempestivi sull’alterazione metabolica scheletrica. L’obiettivo è garantire una migliore prognosi e una buona qualità di vita al paziente oncologico.

Introducono ai lavori il Ministro Beatrice Lorenzin, il direttore generale IFO Francesco Ripa di Meana, il direttore scientifico IRE Gennaro Cilibero, il Presidente della Società Italiana di Endocrinologia Andrea Lenzi.

La giornata si aprirà con una lettura della deputata Paola Boldrini su “Le politiche per la promozione e tutela della salute, attente al genere.”

Il seminario è patrocinato dal Ministero della Salute e organizzato da Maria Luisa Appetecchia, Responsabile dell’Endocrinologia IRE.

 

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Diritto

Ex specializzandi, 16 miliardi a rischio per le casse dell’erario. Arriva Ddl per accordo Governo e camici bianchi

C’è una bomba ad orologeria nelle casse pubbliche: la vertenza tra gli ex specializzandi ’78-2006 e lo Stato. Gli aventi diritto ammontano a oltre 110mila medici e il contenzioso costerà all’e...
Formazione

ECM e validazione delle competenze mediche: più spazio alla professione. Lavalle (Agenas): «Ecco come funzionerà»

«Dare un valore all’apprendimento non certificato è utile stimolo per professionista» così Franco Lavalle, vicepresidente OMCeO Bari e membro dell’Osservatorio Nazionale del’ Age.na.s
Professioni Sanitarie

Professioni sanitarie, Beux (TSRM e PSTRP): «Ordine favorirà qualità. Ora servono decreti attuativi»

Inizia a prendere vita il nuovo ordine istituito nella scorsa legislatura. 33mila i professionisti già censiti ma se ne stimano 230-240mila