08
OTT19

OBESITY DAY, PRESENTAZIONE CARTA DEI DIRITTI E DOVERI DELLA PERSONA CON OBESITÀ

  • Roma Camera dei Deputati, Piazza di Monte Citorio, Roma, RM, Italia
  • Sala del Refettorio della Camera dei Deputati
  • 08 Ottobre 2019
  • 08 Ottobre 2019

Ritorna la “giornata per il paziente” dedicata all’obesità e al sovrappeso promossa dall’Associazione italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica.

 Nei 130 centri di dietetica aderenti oltre 500 specialisti ADI offriranno colloqui gratuiti di informazione e consulenze nutrizionali.

L’8 ottobre alla Camera dei Deputati la sottoscrizione della Carta dei Diritti e dei Doveri della persona con Obesità.

Il 10 ottobre ritorna l’Obesity Day, la giornata nazionale di sensibilizzazione per la prevenzione dell’obesità e del sovrappeso promossa dal 2001 dall’ADI – Associazione italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica, per tramite della sua Fondazione e IO-Net, l’Italian Obesity Network, collegata con la World Obesity Day, che si celebra in tutto il mondo l’11 ottobre.

Più di 500 specialisti fra dietologi, nutrizionisti e dietisti saranno a disposizione nei 130 centri di dietetica presenti su tutto il territorio italiano per colloqui gratuiti di informazione, consulenze nutrizionali e valutazioni del grado di sovrappeso; circa 20 gli eventi pubblici di sensibilizzazione in programma nelle piazze, nelle scuole e nei centri di aggregazione delle principali città italiane.

Collegandosi al sito www.obesityday.org  sarà possibile trovare il centro più vicino alla propria città, consultare le prestazioni, le attività offerte e verificare le modalità di accesso alla struttura.

L’obesità è una malattia complessa da affrontare in maniera integrata. In Italia è sovrappeso oltre 1 persona su 3 (36%, con preponderanza maschile: 45,5% rispetto al 26,8% nelle donne), obesa 1 su 10 (10%), diabetica più di 1 su 20 (5,5%) e oltre il 66,4% delle persone con diabete di tipo 2 è anche sovrappeso o obeso.

“Gli interventi di prevenzione, portati avanti fino ad ora, si sono dimostrati inefficaci perché basati sul paradigma della responsabilità personal e quindi sul fatto che il soggetto ingrassa perché non rispetta le regole – dichiara Giuseppe Fatati, presidente IO-Net – Al contrario la comunità scientifica concorda sul fatto che l’obesità sia una condizione complessa che deriva dall’interazione di fattori genetici, psicologici e ambientali. In molti casi, purtroppo, la persona con obesità è vittima di stigma sociale e mediatico che finisce per condizionare la propria qualità di vita. Per questo va considerata una priorità nazionale a livello sanitario, politico, clinico e sociale”.

Pertanto in occasione dell’edizione 2019, l’8 ottobre ore 9.30 a Roma nella Sala del Refettorio della Camera dei Deputati verrà presentata la Carta dei Diritti e dei Doveri della persona con Obesità, il documento, sottoscritto dalle principali società scientifiche nazionali che si occupano di Obesità e Nutrizione, che intende tutelare e responsabilizzare la persona con obesità.

PROGRAMMA

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Bilancio 2020: «Caro Ministro, ecco dove trovare i soldi per pagare di più i medici. Senza che lo Stato aggiunga un euro»

Intervista al segretario nazionale Anaao-Assomed Carlo Palermo: «Nei prossimi 8 anni nelle aziende sanitarie ci saranno 250 milioni di euro di “retribuzione individuale di anzianità”. Basterebbe...
Ecm

ECM estesa a tutte le professioni sanitarie. L’Agenas pubblica la delibera

L’Educazione Continua in Medicina sarà obbligatoria per tutte le professioni sanitarie aventi ordini di categoria, prima esclusi dal vincolo formativo
Salute

Burnout in sanità, i più colpiti? Giovani, donne e ospedalieri. I risultati della survey AME

Simonetta Marucci, coordinatrice del sondaggio dell’Associazione Medici Endocrinologi: «Continueremo ad analizzare il fenomeno per poi proporre risposte adeguate per migliorare la nostra attività ...