05
MAR20

LINEE GUIDA E SOSTENIBILITÀ DEL SISTEMA SANITARIO NAZIONALE

  • Roma Ospedale Sant'Andrea, Via di Grottarossa, Roma, RM, Italia
  • Aula Magna Carlo Urbani - AOU Sant'Andrea ore 8:30
  • 05 March 2020
  • 05 March 2020

Il convegno, organizzato dagli studenti della facoltà di Medicina e psicologia di Sapienza Università di Roma, affronta il tema della sostenibilità economica della somministrazione di presidi terapeutici e procedure diagnostiche da parte del Sistema sanitario nazionale sulla base delle indicazioni derivanti dalle Linee guida. Come è noto, la Legge n. 24/2017 detta «Legge Gelli» è fortemente caratterizzata dal vincolare l’appropriatezza dell’atto medico all’ottemperanza da parte dei medici alle linee guida nazionali e internazionali. Quest’ultimi documenti sono elaborati da esperti e affrontano determinati argomenti, come una malattia oppure un percorso clinico, proponendo il più appropriato approccio diagnostico, oltre che terapeutico, sulla base di dati statisticamente comprovati. È importante per i medici, professionisti delle professioni sanitarie e cittadini del futuro comprendere quando una prescrizione è appropriata o meno, perché un eccesso nella spesa pubblica si traduce, inevitabilmente, nello spreco di pubbliche risorse che potrebbero essere impiegate nell’efficientamento della macchina sanitaria.

 

PROGRAMMA

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Non Categorizzato

Covid-19 e vaccini: i numeri in Italia e nel mondo

Al 6 maggio, sono 155.216.499 i casi di coronavirus in tutto il mondo e 3.242.360 i decessi. Ad oggi, oltre 1,20 miliardi di dosi di vaccino sono state somministrate nel mondo. Mappa elaborata dalla&n...
Voci della Sanità

Terapia domiciliare Covid, Ministero ricorre al Consiglio di Stato. Il Comitato: «Ricorso in appello va contro voto del Senato»

«Chiediamo al Ministro della Salute Speranza delucidazioni in merito alla decisione di ricorrere in Appello, alla luce dell’opposto indirizzo votato dal Senato» scrive in una nota Er...
Salute

Vaccini e rischi, Peyvandi (EMA): «No ad eparina o aspirina prima dell’inoculazione»

Le raccomandazioni di Flora Peyvandi del comitato scientifico dell’Agenzia: «Non bisogna neppure sospendere la pillola anticoncezionale»
di Federica Bosco