25
MAG18

L’EFFICACIA EDUCATIVA NEL CONTRASTO ALLA VIOLENZA

  • Roma Via Salaria, 113, Roma, RM, Italia
  • Aula “Mauro Wolf” della Facoltà di Scienze Politiche, Sociologia e Comunicazione dell’Università “La Sapienza”
  • 25 Maggio 2018
  • 25 Maggio 2018

Venerdì 25 maggio 2018, alle ore 14.00, FIABA e l’Associazione Nazionale Sociologi, nell’intento di riportare l’attenzione sul valore positivo del rispetto nei rapporti interpersonali, improntati al dialogo civile e al confronto costruttivo, organizzano l’incontro formativo “La scuola che sceglie: sì al rispetto e no alla violenza. L’efficacia educativa nel contrasto alla violenza dentro e fuori le aule”.

Aprono i lavori Giuseppe Trieste, Presidente FIABA, Pietro Zocconali Presidente ANS, Pasquale Capo Presidente CTS Dipartimento Scuola FIABA e Rosaria Brocato Coordinatrice Dipartimento Scuola FIABA. Continueranno i lavori:

– Pierpaola Meledandri, Riflessioni sul fenomeno del bullismo nelle scuole

– Speranzina Ferraro, Violenza nelle aule: addio educazione

– Maria Teresa Sigari, Le parole non bastano

– Antonio Polifrone Segretario Nazionale ANS

Sempre più spesso al centro dell’attenzione mediatica, ormai in ogni periodo dell’anno scolastico, la scuola vive momenti di difficile convivenza all’interno delle aule, con scontri generazionali e alterata comunicazione che trascendono di preferenza in episodi di violenza.

Il ruolo dell’insegnante, che nel corso degli anni ha perso la dignità e l’autorevolezza educativa necessarie a mantenere vivi e rispettosi i rapporti con gli alunni/studenti e con i genitori, si è trasformato fino a diluire di efficacia il suo intervento.

Di solito poco considerata/o, sovraccaricata/o di responsabilità e con impegni gravosi al suo attivo, l’insegnante prova solitudine e frustrazione a fronte di incarichi educativi complessi, nell’ambito di una generale assenza di punti di riferimento genitoriali e sociali.

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Lavoro

Riscatto agevolato della laurea, ecco perché ai medici conviene. Cavallero (Cosmed): «È l’unico modo per programmare un’uscita dal lavoro prima dei 70 anni»

La norma voluta dal governo permetterà a chi ha iniziato a lavorare dal 1996 di poter guadagnare anni di contribuzione pagando 5240 euro per ogni anno di studio. «Dobbiamo capire perché universitar...
Lavoro

Allarme pensioni, Palermo (Anaao): «Si rischia il caos. Speriamo che aderisca a Quota 100 solo il 25%»

In base alle stime del sindacato, per il combinato disposto di Quota 100 e gobba pensionistica, in tre anni lasceranno il SSN 24mila medici, che si aggiungono all’attuale deficit di 10mila camici bi...
Lavoro

Rinnovo contratto sanità privata, Aiop: «Siano coinvolte Regioni». Cgil: «Chi fa profitti non può chiedere che a pagare siano altri»

Dopo 18 mesi di trattativa, i sindacati confederati hanno interrotto il dialogo perché le controparti, Aiop e Aris, non sono disposte a farsi carico della parte economica del rinnovo del contratto di...
di Giulia Cavalcanti e Giovanni Cedrone