26
GEN18

La cronicità: dall’ospedale al territorio, una realtà in evoluzione

  • Milano Palazzo Lombardia, Milano, MI, Italia
  • Palazzo Lombardia, Auditorium G. Testori
  • 26 Gennaio 2018
  • 26 Gennaio 2018

Un’efficace gestione del paziente con multiple comorbidità, spesso anziano e fragile, non può prescindere dal concetto di alleanza terapeutica, basato sulla collaborazione tra professionisti nell’interesse del malato.
Nasce in Lombardia un nuovo modello di presa in carico dei 3,5 milioni di pazienti lombardi affetti da patologie croniche, che stratifica la domanda di salute in cinque livelli, di cui i primi tre comprendono le persone con diversi gradi di complessità, prevedendo percorsi di cura specifici a seconda del livello di gravità per 62 patologie croniche.
Con questi presupposti il Congresso incentrato sul tema della cronicità e delle malattie respiratorie, affronterà temi attuali tra cui la gestione del paziente cronico con comorbidità dalla fase acuta a quella sub acuta, l’aderenza terapeutica nell’anziano e la gestione della cronicità da parte del medico di medicina generale, nonché del ruolo delle Associazioni dei pazienti, organizzazioni indispensabili nell’incoraggiare politiche sanitarie mirate da parte di tutti i protagonisti

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Salute

Il medico di famiglia che paga di tasca propria lo psicologo per i suoi pazienti: la storia di Antonio Antonaci

A Galatina i “precursori” del decreto Calabria. La psicologa: «La compresenza di queste due figure professionali all’interno dello studio di medicina generale limita l’assunzione di farmaci e...
di Isabella Faggiano
Lavoro

Riposo dopo la reperibilità, Spedicato (Fems): «In altri Paesi europei sempre garantito recupero di 24-48 ore»

La delegata della Federazione europea dei medici salariati illustra il funzionamento dell’istituto della reperibilità nel resto d’Europa: in Slovenia c’è una soglia limite oltre la quale diven...
di Giovanni Cedrone e Giulia Cavalcanti
Lavoro

Pronta reperibilità, ecco perché il nuovo contratto dei medici potrebbe violare la direttiva europea sulle 11 ore di riposo

L’ipotesi di CCNL dei medici, all’articolo 27, sembra derogare dalla direttiva Ue 88 del 2003 che sancisce le 11 ore di riposo consecutive. Sindacati sul piede di guerra. I casi di Francia, Spagna...
di Cesare Buquicchio e Giovanni Cedrone