19
OTT17

IV Forum scientifico Paidoss e della Società Italiana Medici Pediatri (SIMPe)

  • Bologna Via Montebello, 8, Bologna, 40121 BO, Italia
  • Royal Hotel Carlton
  • 19 Ottobre 2017
  • 21 Ottobre 2017

I temi del Forum di quest’anno porteranno a scoprire le condizioni di maggiore sofferenza nelle quali si cresce oggi in Italia e l’impatto che alcune devianze tipiche del mondo degli adulti producono sulla vita dei più piccoli. I sobborghi e le periferie cittadine saranno oggetto di riflessione durante i lavori congressuali. Le
periferie ed i loro arredi urbani, situazioni sociali, dove il rapporto tra servizi e cittadini si è rotto o non è mai nato, in cui gli spazi dedicati alla socialità sono stati riempiti nel tempo da emarginazione ed abbandono. Sono noti dei nessi tra la pervasività delle reti criminali e la povertà educativa, tra la corruzione e l’assenza di servizi per l’infanzia e l’adolescenza.
Nel corso dell’evento saranno trattati importanti temi che riguardano la nutrizione e l’alimentazione (ed i suoi disturbi), l’allergologia, la bronco-pneumologia, la neonatologia, la dermatologia, i vaccini, la gastroenterologia, le immunopatie, l’ortopedia, l’otorinolaringoiatria.

GLI ARTICOLI PIU’ LETTI
Formazione

Formazione ECM, tutte le novità 2019: dall’aggiornamento all’estero alla certificazione

Un dovere sentito sempre più come opportunità professionale. Ecco, in una rapida carrellata, i principali cambiamenti che hanno investito negli ultimi anni il sistema dell’Educazione Continua in M...
Politica

Deroga iscrizione Ordini, Beux (TSRM e PSTRP): «Condividiamo obiettivi ma così si rischia sanatoria. In decreti attuativi si ponga rimedio o faremo da soli»

Il provvedimento inserito in legge di Bilancio prevede che chi ha lavorato 36 mesi negli ultimi 10 anni possa continuare ad esercitare anche senza i titoli per iscriversi al maxi Ordine delle professi...
Politica

Deroga iscrizione Ordini, la bocciatura dei fisioterapisti. Tavarnelli (Aifi): «Si riaprano i percorsi di equivalenza già previsti dalla legge 42 del ’99»

Il presidente Aifi: «Senza un passo indietro si rischia una sanatoria globale, una grande confusione per il cittadino ed una scarsissima tutela della sua salute»
di Isabella Faggiano